Cerca Hotel al miglior prezzo

Eventi Lombardia

Prossimi eventi in Lombardia

Cosa fare oggi, questa sera o questo weekend in Lombardia? Date e programmi di tutti gli appuntamenti più importanti a cui assistere. Sagre, mostre d'arte, festival, fiere ...

Conosci altri Eventi? Segnalaceli

Eventi annuali Lombardia

Elenco degli appuntamenti annuali che verranno aggiornati con le date della prossima edizione appena saranno rese note.

Conosci le date della prossima edizione? Segnalacele

Le sagre, i festival e gli eventi in Lombardia più importanti

La Lombardia è una delle regioni più importanti ed estese di tutta Italia, il cui territorio è compreso tra Alpi e Pianura Padana; innumerevoli sono quindi gli scenari paesaggistici, dagli affascinanti paesaggi alpini della Valchiavenna e della Valtellina, alle cittadine affacciate sulle sponde del Lago di Como, Lago Maggiore e del Lago di Garda, ai dolci pendii collinari della Franciacorta per finire con le pianure, cuore industriale pulsante di tutto il paese.

A tanti paesaggi corrispondono altrettante tradizioni storico-culturali, enogastronomiche ed artistiche che ben vengono rappresentate nei numerosi eventi lombardi, sagre enogastronomiche, rievocazioni storiche, eventi fieristici internazionali e tanto altro, a cui si può partecipare per conoscere il territorio, la storia e le persone che qui vivono.

Apriamo la nostra panoramica sui più importanti eventi della Lombardia con il Carnevale Ambrosiano, noto anche con l’appellativo di “Carnevalone” perché si festeggia più a lungo rispetto alla data stabilita dal calendario gregoriano che pone come primo giorno di Quaresima il Mercoledì delle Ceneri e individua dunque nel Martedì Grasso il giorno di chiusura del Carnevale.
A Milano i grandi festeggiamenti si scatenano invece proprio quando nelle altre città d’Italia si spengono le luci e raggiungono il clou durante il Sabato Grasso, quattro giorni dopo la consuetudine nazionale; si narra che al centro di questa tradizione ci sia la figura di Sant’Ambrogio, il patrono della città, il quale quando era vescovo non riuscì a rientrare per tempo per dare inizio alle cerimonie che aprivano la Quaresima, poiché impegnato in un pellegrinaggio, spingendo dunque i cittadini a prolungare i giorni di festa per attenderlo.
Il risultato è che il più affascinante tra i Carnevali della Lombardia dura per due settimane, tra canti, balli, scherzi, laboratori e giochi per i più piccini e la grande sfilata nel centro storico con i grandiosi carri allegorici, maschere, giocolieri sui trampoli, maghi e clown tra “chiacchiere” e “tortelli” ripieni di crema.

Ci spostiamo ora in provincia di Brescia, presso il Centro Fiera del Garda di Montichiari, dove dal 2012 nell’ultima settimana di febbraio viene allestita Golositalia & Aliment la grande fiera dell’enogastronomia italiana, appuntamento imperdibile sia per i professionisti del settore che per tutti i buongustai ed i golosi del mondo visto che più di 650 espositori nazionali ed internazionali propongono ai visitatori le migliori specialità del “Food & Beverage” Made in Italy, un’eccellenza mondiale che non ha bisogno di molte presentazioni.
Durante la manifestazione è inoltre possibile partecipare a workshop, laboratori, seminari e degustazioni, incontrare i migliori chef ed i più noti personaggi televisivi ed assistere a contest o premiazioni suggestive.

Con marzo il riflettore si accende invece sulla provincia di Pavia, dove dal 1985 viene allestita la Primavera dei Vini, una fiera enogastronomica che ha l'obiettivo di presentare i vini protagonisti dell'Oltrepò Pavese: il Barbera, la Malvasia, il Moscato, il Pinot Nero ed il Pinot Grigio, ma soprattutto il magnifico Bonarda, re indiscusso della produzione locale.
La degustazione di più di 100 etichette per la gioia dei palati dei visitatori, ludoteche allestite in piazza, fattorie didattiche, concerti, intrattenimenti ed aperitivi animeranno tutte le domeniche del mese che si trasformano in una perfetta occasione per accogliere la primavera all'insegna della buona tavola, celebrando uno dei prodotti d'eccellenza della tradizione vinicola italiana.

Mettendo un attimo da parte i piaceri della buona tavola non possiamo non segnalare Miart, la Fiera Internazionale che dal 1996 porta l'arte contemporanea a Milano. Centinaia di galleristi provenienti da tutto il mondo, collezionisti e artisti all'avanguardia metteranno in scena una delle maggiori celebrazioni dell'arte moderna, del design d'autore e di tutte le sperimentazioni artistiche attuali, nell'ottica di mettere in relazione i linguaggi passati e presenti ed i protagonisti di generazioni diverse.
Ampio spazio viene dedicato agli artisti emergenti con l'obiettivo di dimostrare che l'arte non è un qualcosa di "vecchio", ma una necessità umana in continua evoluzione e trasformazione. E poi ancora work shop, opening, incontri all'aperto, ospiti internazionali, contest e premiazioni per un fine settimana, di solito a cavallo tra marzo e aprile, all'insegna della cultura per veri intenditori e della creatività d'eccellenza.

Milano è anche la vetrina che accoglie un evento fieristico della Lombardia unico nel suo genere: Chibimart, la fiera dedicata al mondo dell'accessorio di moda, bijoux, fermagli per i capelli, pietre dure, argenti, complementi di arredo e creazioni etniche.
Due sono le edizioni annuali con cadenza semestrale, a maggio e a novembre, per questo importante appuntamento che mette in contatto diretto i produttori, i piccoli artigiani e i clienti finali offrendo la possibilità di trovare componenti, accessori ed oggetti di tendenza, creazioni artigianali provenienti da ogni angolo del mondo, materiali all'avanguardia ed imprevedibili, le migliori espressioni trend del mercato attuale in quello che promette di essere un teatro aperto sull'estrosa creatività del mondo dell'artigianato.

Restiamo nel mese di maggio ma ci spostiamo a Vigevano, sicuramente uno dei borghi più belli della Lombardia, molto probabilmente uno dei borghi medievali più belli di tutta Italia. Proprio nel magnifico Castello Sforzesco Visconteo, ubicato nel punto più alto della città, viene allestito il Palio dei Fanciulli, un vero e proprio viaggio nel tempo tra cortei storici, giostre fra dame e cavalieri, cantastorie vestiti con costumi rinascimentali che intrattengono i bambini per strada, degustazioni, spettacoli e danze storiche.
Il clou del fine settimana di festa è però rappresentato dai numerosi giochi a tema, laboratori e workshop dedicati ai più piccoli, i veri ed indiscussi protagonisti del Palio; al termine della giornata, dopo il suggestivo Giuramento del Castellano, tutti in piazza ad assaggiare le specialità enogastronomiche della zona, come i "Biscotti del Borgo", delizie a base di mandorle, la tradizionale “Zuppa”, cotta degli enormi pentoloni di bronzo, e tutti prodotti a base di frutta secca, riso e spezie, ingredienti base della cucina locale.

In tema di feste rinascimentali della Lombardia il gradino più alto del podio lo conquista però il Convivium Voluptatis che prende vita nell'ultimo fine settimana di giugno nelle terre del mantovano. Vetrina d'eccezione sono i cinquecenteschi Giardini di Palazzo Gonzaga a Volta Mantovana, suggestiva cittadina che si trova a soli 16 chilometri da Peschiera del Garda, uno dei più importanti borghi che affacciano sul Lago di Garda.
Giochi, rievocazioni storiche, banchetti rinascimentali con piatti tipici dell'epoca, spettacoli e danze a tema, la ricostruzione fedele di un mercato cinquecentesco ed esibizioni di artisti di ogni sorta, da saltimbanchi a fattucchiere. Il magnifico castello viene decorato per l'occasione con un'illuminazione di lampade ad olio che dona un'atmosfera particolarmente affascinante alle due serate estive protagoniste di questo evento, fino al meraviglioso spettacolo pirotecnico conclusivo.

Agosto invece, nell'ultima settimana del mese, proprio quando ci si prepara alla fine delle vacanze, vede le strade di Bergamo alta e soprattutto la storica Piazza Vecchia animarsi di giochi, musica e spettacoli grazie al Festival del Folclore, che dal 1984 si trasforma in palcoscenico per gruppi provenienti da tutto il mondo e per le loro esibizioni straordinariamente colorate e suggestive. Costa Rica, Taiwan, Papua Nuova Guinea, Georgia ed America Latina sono solo alcuni dei paesi da cui provengono gli artisti che portano nell'estremo nord dello Stivale le tradizioni più sentite della loro terra.
Il Festival del Folclore terrà compagnia ai cittadini ed ai turisti per tutta la settimana agostana, durante la quale sarà possibile assistere anche a manifestazioni che narrano il gusto artistico nazionale e locale, quali opere liriche, esibizioni di bande locali o gruppi di sbandieratori nazionali, in un incontro armonico di tradizioni diverse e uniche.

Con settembre si apre la stagione delle sagre enogastronomiche della Lombardia, con la massima soddisfazione dei golosi di tuta Italia.
Cominciamo con la Sagra dei Crotti che si tiene solitamente nella seconda settimana di settembre a Chiavenna, in provincia di Sondrio, Bandiera Arancione del Touring Club Italiano a pochi chilometri dal confine con la Svizzera.
I Crotti sono degli degli anfratti naturali tra le rocce all'interno dei quali la temperatura si mantiene costante per tutto l'anno, anche grazie alla corrente d'aria chiamata "sorèl", tra i 4 e gli 8 °C, in modo da risultare fresca in estate e tiepida in inverno. Si tratta dunque di cantine naturali ideali per la maturazione del vino e la stagionatura di salumi e formaggi, ma si tratta anche di insiemi edilizi ed urbanistici di una suggestione tutta particolare, tant'è che all'interno di alcuni Crotti più grandi sono stati allestiti ristoranti aperti al pubblico.
"Andèm a Cròt" è dunque non solo un percorso enogastronomico durante il quale i personaggi principali sono il vino e la bresaola, che qui trova la sua massima espressione, ma anche un viaggio alla scoperta dei Crotti di Chiavenna, una delle rappresentazioni più caratteristiche del nostro splendido territorio.

Ad ottobre torniamo invece a Vigevano dove sempre nella spettacolare cornice del Castello Sforzesco viene allestito il Palio delle Contrade, la rievocazione storica della Lombardia più spettacolare e suggestiva dedicata a Matteo Carreri, il Beato Protettore della cittadina.
Dal 1981 nei quattro giorni a cavallo del primo fine settimana di ottobre ci si cala in un'atmosfera perfettamente rinascimentale e si assiste alla sfida delle 12 contrade di Vigevano: danze, sbandieratori, musica, banchetti gastronomici, sfarzose cene a tema e tante occasioni di divertimento per tutti; nella domenica pomeriggio si svolgono le quattro gare, albero del melo cotogno, corsa con le carriole, corsa con il cerchio e costruzione della torre, al termine delle quali viene assegnato il "Cencio", l’ambito drappo dipinto dedicato al Beato Matteo Carreri che rappresenta il momento topico di tutta la manifestazione.

A proposito di luoghi già visitati ci spostiamo ora in Valtellina, la valle che insieme alla Valchiavenna forma la provincia di Sondrio. Ed è proprio nel capoluogo che nell'ultimo fine settimana di ottobre viene allestita la Mostra Mercato Formaggi in Piazza dove si danno appuntamento i più importanti produttori caseari valtellinesi, svizzeri, lombardi e piemontesi. Un tripudio di formaggi di latte crudo, abilmente e sapientemente lavorati secondo le più antiche tradizioni artigiane, per il visitatore goloso che ha l'occasione di assaggiare prodotti preziosi ed introvabili da altre parti.
Numerosi anche gli eventi collaterali: mercati artigianali, laboratori e workshop per i bambini, esibizioni di show cooking, visite guidate e “cheese hour”, apericene a tema a base di golosi stuzzichini e calici dei prestigiosi vini della zona.

Per il dolce ci spostiamo decisamente a sud, a Cremona per l'esattezza, dove ogni anno a fine novembre va in scena la Festa del Torrone. Conosciuta anche come "la città dei violini", per la massiccia presenza delle botteghe liutaie, Cremona e anche l'indiscussa capitale di questa famosa specialità lombarda ed è per questo che per quasi 10 giorni qui si danno appuntamento i maggiori produttori di torrone provenienti da tutto il mondo e le strade della città si trasformano in un banchetto a cielo aperto.
La tradizione narra che proprio durante il ricevimento di nozze tra Francesco Sforza, Duca di Milano, e Bianca Maria Visconti fece la sua prima apparizione questo straordinario dolce, la cui forma allungata prende ispirazione dal Torrazzo, l'imponente torre campanaria simbolo della città, da cui prende molto probabilmente anche il nome.
Oltre 250 le iniziative che vengono allestite durante i giorni di festa, dai classici banchetti per la degustazione ai workshop per i più piccoli, mostre dedicate ad artisti della zona, esibizioni di sbandieratori, proiezioni di film, corse podistiche, eventi culturali, esibizioni di artisti di strada, concerti, spettacoli circensi e rievocazioni storiche suggestive. Assolutamente da non perdere!

Dicembre è invece è periodo di mercatini di Natale della Lombardia e sul tutto il territorio c’è veramente l’imbarazzo della scelta.
La Fiera degli "Oh Bej Oh Bej", conosciuta più semplicemente come Fiera di Sant'Ambrogio, si svolge a Milano a partire dal 7 dicembre, giorno dedicato al Patrono, ed è uno dei più noti appuntamenti natalizi di tutta Italia.
Evento di punta per tutti cittadini e per i turisti “Oh Bej Oh Bej”, ovvero " Oh Belli Oh belli", il grido che i bambini lanciavano quando vedevano i doni natalizi a loro destinati, propone il più grande mercato mai visto: rigattieri, artigiani da tutta Italia, maestri del ferro battuto, venditori di libri antichi. Passeggiare lungo i viali che costeggiano il Castello Sforzesco è un appuntamento immancabile, alla ricerca dei primi regali di Natale e alla scoperta della migliore tradizione artigianale ed enogastronomica meneghina e lombarda.

E se la fiera di Sant'Ambrogio non è sufficiente, basta allungare il passo e percorrere via Dante per circa 1 km e mezzo per ritrovarsi in Piazza Duomo dove dal dicembre a dopo l'Epifania tutti gli anni, all'ombra della Madonnina e del grande Abete, si trovano i gazebo e le cassettine di legno del Mercatino di Piazza Duomo, ubicato tra corso Vittorio Emanuele II e via Arcivescovado: decorazioni natalizie, luminarie, prodotti dell'artigianato locale, piccoli capolavori fatto a mano e golosità di ogni genere, mentre si passeggia tra zampognari, folletti, fate, artisti di strada e personaggi delle favole. Una pantagruelica abbuffata per occhi e stomaco che non delude mai, né i più grandi né i più piccoli, ed ha anche uno scopo benefico, in quanto parte del ricavato viene devoluto per contribuire al restauro e alla conservazione della Cattedrale e delle sue guglie.

Concludiamo il nostro tour con un evento dedicato specificatamente ai più piccoli: la Città dei Balocchi di Como. Da fine novembre a gennaio inoltrato la cittadina propone ai visitatori provenienti da tutta Italia un'ampia selezione di iniziative ludico-ricreative di grande impatto; l'evento clou è il Como Magic Light Festival: grazie all'utilizzo di potenti proiettori alcuni edifici cittadini di particolare pregio vengono utilizzati come schermi su cui proiettare immagini natalizie al fine di trasformare tutta la cittadina in un grande palcoscenico fiabesco e incredibilmente affascinante.
Non mancano inoltre il classico Mercatino di Natale, con oltre 40 casette di legno che ospitano il meglio dell'artigianato e dell'enogastronomia nazionale ed internazionale, la Mostra di Presepi, nella quale si potranno ammirare delle vere e proprie opere d'arte realizzate completamente a mano, e l’immancabile arrivo di Babbo Natale nel pomeriggio del 24 dicembre, evento che richiama in piazza migliaia di persone.
Merita di essere ricordato infine anche il Capodanno sul Lago, la serata dedicata ad accogliere l'anno nuovo, che si conclude solitamente con uno scenografico spettacolo pirotecnico sulle rive del Lago di Como, considerato, lo ricordiamo, una delle mete cult del turismo mondiale.


loading...
close