Cerca Hotel al miglior prezzo

Borghi pił belli Basilicata

I borghi medievali pił belli della Basilicata

La Basilicata è stata a lungo ignorata dai viaggiatori, fino a qualche anno fa, quando il film “Basilicata coast to coast” ha ricordato al mondo quanto fosse bella e inesplorata. Da allora sono molti gli italiani che hanno scelto di riscoprirla a partire dai borghi antichi arroccati sulle montagne fino alle due coste, affacciate rispettivamente sul Mar Tirreno e sullo Ionio.

Per la natura stessa della morfologia lucana, aspra con rilievi e profonde vallate, i villaggi della Basilicata sono cresciuti in maggior parte sui rilievi e sono tante le località che si presentano tutt'ora con l'aspetto di isolati borghi montani. Le pianure, dal canto loro, sono state spesso dimenticate; la storia e la tradizione si è quindi sviluppata in modo autonomo in queste roccaforti sulle montagne.

Tra i molti borghi da visitare, uno dei più belli, che racchiude una storia antichissima, è senza dubbio Venosa, colonia romana sviluppatasi lungo la storica via Appia, che collegava la capitale Roma con Brindisi. Venosa cela tesori d'arte e architettonici inestimabili, spesso costruiti con materiali provenienti da antiche architetture romane. Il locale Parco Archeologico è uno dei più suggestivi d'Italia e al suo interno si trovano resti di un anfiteatro, terme e domus private, mentre il quattrocentesco Castello Aragonese con la sua imponente mole sembra vegliare ancora sul borgo.

Altrettanto antico è il borgo di Acerenza, già esistente durante il dominio delle tribù lucane. Costruito su una rupe di tufo, conserva una classica configurazione urbanistica medievale, ma presenta anche alcuni palazzi settecenteschi. E' il luogo perfetto per gustare l'Aglianico, il vino tipico della valle del Bradano.
Non distante troviamo il paese di Tricarico, celebre per il suo centro storico di fatture medievali, tra i più notevoli di tutto lo stivale.
Melfi, dal canto suo, è famoso per ospitare uno dei castelli più belli d'Italia; qui infatti si erge un'imponente costruzione normanna risalente all'XI secolo.

Spostandosi più a sud, ai piedi dei contrafforti del Monte Pollino, troviamo diversi borghi da visitare, tra cui Viggianello (nella Valle del Mercure,detto “il paese delle ginestre”), dominato da un affascinante castello normanno, e il paese di Rotonda, nel cuore del Parco Nazionale del Pollino.

Il borgo di Pietrapertosa è protetto alle spalle da un grandioso scenario di rocce; situato ad un'altitudine di 1088 metri s.l.m., detiene il primato di comune più alto della Basilicata. Il suo Castello domina la sottostante valle del Basento e da alcuni anni Pietrapertosa è conosciuta anche per l'attrazione del Volo dell'Angelo, che la unisce al vicino paese di Castelmezzano, la Perla delle Dolomiti lucane.
Anche Castelmezzano è protetto da elevate rupi di arenaria; qui la roccia sembra fondersi con le case del borgo percorso da ripidi vicoli e scalinate che si inoltrano sulla montagna, fino al suo punto più alto, dove si trovano i resti di un'antica fortezza svevo-normanna.

Guardia Perticara è invece un borgo che non ha bisogno di pareti di roccia sovrastanti per catturare gli occhi dei turisti: bastano i suoi palazzi di pietra di Gorgoglione, le vie acciottolate e quel clima di paese dimenticato dal tempo, dove la vita sembra ancora scorrere lenta ed essenziale, magicamente a misura d'uomo.
All'estremità occidentale della Basilicata, proprio al confine con la provincia di Salerno, esiste infine un altro borgo medievale da visitare, che da qualche anno ha intrapreso un percorso di recupero dopo anni di relativo abbandono: è Brienza, che si è sviluppato attorno al Castello Caracciolo, costruito su un'altura che sovrasta la Valle del Melandro.
loading...
24 Marzo 2017 La Turba di Cantiano

Spettacolo di folla e costumi, La Turba di Cantiano rinnova tutti gli ...

NOVITA' close