Cerca Hotel al miglior prezzo

Terme Puglia

Stabilimenti termali e Centri Benessere in Puglia

Dove andare alle Terme in Puglia? Guida agli stabilmenti con trattamenti termali e proprietÓ terapeutiche.

Stabilimento termale

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Stabilimento termale

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Stabilimento termale

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Terme in Puglia

La Puglia, una delle regioni più lunghe dell'Italia, presenta un territorio prevalentemente pianeggiante, con unici rilievi a superare i 1.000 metri nel Gargano e nella provincia di Foggia con i Monti della Daunia. Per il resto le morfologie rimangano piatte come nella zona del Tavoliere o leggermente ondulate nelle zone interne delle Murge. Dal punto di vista geologico, quindi, la Puglia è una delle regioni più tranquille, tra le meno sismiche in assoluto e del tutto priva di vulcani. Anche se a prima analisi tale territorio non sembra quindi essere vocato ad ospitare degli stabilimenti termali, in realtà le puglie offrono alcune località degne di nota per il benessere, ed alcune fonti erano conosciute anche nell'antichità come riportano alcune cronache storiche, riferite al Salento.

Fare le terme in Puglia significa in primo luogo fondere in un’unica esperienza il piacere di un bagno nelle località balneari più famose di tutto l’Adriatico, e fra le più famose in Italia, con il piacere del bagno caldo nelle acque saline delle terme presenti sul territorio. Sole, sabbia ed acqua salata sono i fattori curativi che caratterizzano il panorama termale della Puglia, e contribuiscono ad un percorso di salute che non comprende solo i classici trattamenti relax e wellness, ma anche ritmi di vita lenti, assenza di stress e di rumori, aria salubre e luce in quantità a donare euforia e tonicità all’umore. Le terme in Puglia sono quindi un’esperienza di recupero psico-fisico a carattere “olistico”, in cui ogni elemento della natura e del paesaggio, ivi inclusa la bellezza dei paesaggi e la buona cucina, porta la sua dose di benessere all’organismo.
In Puglia sono attualmente presenti tre stabilimenti termali: le Terme Santa Cesarea, nell’omonima cittadina salentina, posta proprio in fondo al “tacco” dello “Stivale”, le Terme di Margherita di Savoia, in provincia di Foggia e pochi kilometri a sud della penisola del Gargano, e infine Torre Canne, nei pressi di Fasano in provincia di Brindisi. Mentre le Terme di Margherita di Savoia e quelle di Santa Cesarea Terme sono gli stabilimenti maggiori e possiedono una tradizione termale molto più risalente rispetto a Torre Canne, che data almeno all’Ottocento, tutte e tre possiedono una cifra comune, ovvero sorgono direttamente sul mare, affacciare sulla spiaggia, e fanno della preziosa acqua salina del mare antistante il principale fattore curativo.

Itinerari termali in Puglia

Considerato che tutte e tre le località termali della Puglia sorgono direttamente sul mare e che anzi i rispettivi stabilimenti dispongono addirittura di lidi privati per i propri utenti, il percorso di visita alle terme della regione non poteva che snodarsi lungo le centinaia di kilometri di spiagge per cui questo territorio è giustamente famoso. Così, chi si reca alle Terme di Margherita di Savoia potrà approfittare della vicinanza della penisola del Gargano, che racchiude spiagge prestigiose quali Vieste, Mattinata e Manfredonia (Marina di Siponto). Chi visita invece le terme di Torre Canne non ha che da scegliere fra lidi come Savelletri, Torre Testa, Punta Penne Grossa e molti altri. Infine, fare le terme a Santa Cesarea consente non solo di gustarsi l’eccellente mare della città, ma anche di approfittare delle spiagge del Salento, apprezzate in tutta Italia, come quella
degli Alimini e quella di Porto Miggiano, per restare nei paraggi, oppure quelle celeberrime di Porto Pali, di Torre dell’Orso e di Gallipoli se ci si può spostare di qualche kilometro in più.

I migliori stabilimenti termali in Puglia

Dei tre centri termali presenti nella regione, si può tralasciare di primo acchito quello di Torre Canne, caratteristico ma “minore” rispetto ai ben più importanti stabilimenti di Margherita di Savoia e di Santa Cesarea, sia per tradizione, che per gamma di trattamenti ed efficacia sia terapeutica che relax.
Entrambi possiedono il notevole vantaggio di sorgere direttamente sulla costa pugliese che si affaccia sul Mar Adriatico: sono quindi al contempo località di vacanza sia termale che balneare, gettonatissime soprattutto d’estate, ma soprattutto possono vantare una lunghissima tradizione per quanto riguarda i cicli di terapie termali e benessere con la talassoterapia, che sfrutta l’elevata concentrazione salina delle acque di questo mare. Margherita di Savoia in particolare è famosa in tutta Italia per le saline da cui si estrae da lunghissimo tempo un pregiato sale da cucina, ed è forse seconda soltanto a Cervia per la qualità del prezioso elemento che arricchisce le acque termali della zona con effetti eccellenti sulla pelle che si fa lustra e tirata. Ricchissime anche di bromo e di iodio, e dal caratteristico colore rossastro, le acque termali delle saline sono la base per la produzione delle cosiddette “Acque Madri”, fluidi in cui l’elemento minerale curativo risulta notevolmente concentrato e può quindi essere utilizzato efficacemente a scopi curativi contro patologie ginecologiche, delle vie respiratorie, dell’orecchio, della pelle e dell’apparato osteoarticolare.
Molto simile l’efficacia e la composizione delle acque e dei fanghi termali di Santa Cesarea, di natura salso-bromo-iodica-sulfurea, così come la presenza di lidi privati dello stabilimento, riservati unicamente ai visitatori delle Terme.

Terme per la famiglia in Puglia

Negli stabilimenti termali pugliesi non vi è confine netto fra lido marino e impianto curativo/wellness: una vacanza termale per tutta la famiglia è quindi allo stesso tempo una classica vacanza balneare fatta di sole, mare, giochi e divertimento, sulla spiaggia oppure anche sugli scogli. In ogni caso, tutte le località termali pugliesi sono perfettamente adatte al relax dei genitori ed al contemporaneo intrattenimento dei più piccoli anche perché, trattandosi in tutti i casi di località di mare gettonatissime d’estate, è facile per i bambini trovare tantissimi coetanei con cui giocare e fare amicizia.

Vantaggi e svantaggi delle terme in Puglia

Il principale vantaggio di fare le terme in Puglia è che ciascuno stabilimento unisce l’utile al dilettevole: anche se la maggior parte dei turisti visita la regione per fare il mare, risulta poi piacevole concedersi ogni tanto una pausa di spa termale, tanto più che nelle tre località termali presenti, lo stabilimento è direttamente sul mare. In secondo luogo gli impianti termali della regione hanno un costo piuttosto basso, e sono quindi pienamente abbordabili anche per quanti viaggiano con budget low-cost.
Il rovescio della medaglia è che si tratta di stabilimenti termali molto focalizzati sul classico trattamento della talassoterapia, quindi è difficile che troviate qui la gamma completa di trattamenti spa, wellness e centro estetico che si può trovare altrove.