Cerca Hotel al miglior prezzo

Borghi pił belli Campania

I borghi medievali pił belli della Campania

La Campania è famosa per la sua offerta turistica di prim'ordine, sia per quanto riguarda i siti di interesse naturale, come la sua meravigliosa costiera amalfitana e la penisola del Cilento, sia per siti di straordinario interesse storico, artistico e culturale. Vi si trovano infatti alcune eccellenze per gli appassionati di archeologia e di architetture medievali, così come molti gioielli architettonici rinascimentali e barocchi.

Meno conosciuto, forse, è il panorama dei borghi campani, ma non per questo meno importante: la Campania ospiti alcune delle località più belle d'Italia, come Castellabate, Atrani, Furore, Monteverde, Sant'Agata de' Goti, Àlbori, Nusco e Cusano Mutri.

Nusco, situato in Irpinia, è famoso per le sue stradine acciottolate, i palazzi nobiliari e la cattedrale che rappresenta il cuore il piccolo centro cittadino. Il castello di origine longobarda, dall'alto della sua posizione sopraelevata, domina le valli del Calore e dell'Ofanto.

Il borgo medievale di Monteverde si sviluppa su tre colli nella stessa provincia di Avellino. Da qui è possibile vedere anche la Puglia. Il suo castello aragonese è il fulcro del paese costruito prevalentemente in pietra e attraversato da vicoli lastricati, dove si affacciano antichi palazzi borghesi e chiese riccamente decorate.

Spostandosi nel nord della regione, in provincia di Benevento, il borgo di Cusano Mutri accoglie i visitatori dallo sperone roccioso sul quale è costruito. Siamo sul massiccio del Matese e questo borgo medievale costruito in pietra è senza dubbio uno dei più caratteristici della regione.
Ancora in provincia di Benevento, Sant’Agata de' Goti fa parte del circuito dei Borghi più Belli d'Italia dal 2012; la spettacolare posizione arroccata ai piedi del Monte Taburno è spesso oggetto degli scatti dei fotografi, che amano immortalare l'immagine d'insieme dei palazzi e le cupole delle chiese che fanno capolino tra i tetti degli edifici.

In provincia di Salerno è possibile trovare paesi che offrono scorci mozzafiato, specialmente lungo i tratti costieri della penisola del Cilento.
Sulla penisola Sorrentina troviamo Furore, incastonato tra mare e monti a metà strada tra alcune località celeberrime come Positano e Amalfi. Non si tratta di un borgo classico, con le case una accanto all'altra, quanto piuttosto di un abitato dove di tanto in tanto spuntano le abitazioni dalle rocce. Furore è celebre anche per il suo piccolo fiordo, sul quale si trova una spiaggetta sempre molto affollata.

Non distante da Furore troviamo Atrani, borgo i cui destini sono indissolubilmente legati alla repubblica marinara di Amalfi, mentre il più famoso Àlbori si trova nel comune di Vietri sul Mare, alle porte di Salerno. Sorge sul Monte Falerzio a 264 metri d’altezza e si affaccia sulla costiera amalfitana. Il sapore e l'ambiente mediterraneo sono ben presenti nei vicoli che si intrecciano tra le case bianche a volta del borgo antico, così come nelle chiesette dove sono conservati alcuni degli affreschi capolavori della scuola napoletana.

Più a sud, ancora in provincia di Salerno, il comune di Castellabate, non distante da Agropoli e dai templi di Paestum, accoglie i viaggiatori nel centro storico medievale dominato dal castello dell’Abate, un'imponente fortezza costruita nel XII secolo, mentre a pochi passi si trova l'importante Basilica di Santa Maria de Giulia. Il centro storico di Castellabate è parte del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e Alburni, Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close