Cerca Hotel al miglior prezzo

Terme Sicilia

Stabilimenti termali e Centri Benessere in Sicilia

Dove andare alle Terme in Sicilia? Guida agli stabilmenti con trattamenti termali e proprietÓ terapeutiche.

Terme

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Terme Segestane

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Terme

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Grand Hotel delle terme

Hotel con fonte termale con ingresso a pagamento

Terme Libere

Terme libere con ingresso gratuito

Terme in Sicilia

Sicilia, terra di sole e di mare, ma anche senza dubbio terra della salute, grazie al clima salubre ed ai numerosi centri termali che propongono gli effetti salutari delle acque calde e minerali della terra di Trinacria.

Il geo termalismo in Sicilia è una realtà intuitiva, qui si trovano i vulcani più attivi d'Italia come l'Etna e lo Stromboli, la le stesse isole di Ustica e Pantelleria hanno una orgine vulcanica. Ma sono le Isole Eolie ad avere il presente vulcanico più attivo in assoluto: proprio qui troviamo una delle località termali più straordinarie della nazione: l'isola di Vulcano. La più meridionale del gruppo presenta fenomeni naturali con fumarole, acque bollenti, che sgorgano in mare, e laghetti di fango radioattivo. Si tratta di terme naturali, accessibili liberamente, anche se da qualche tempo c'è chi sta cercando di organizzare degli stabilimenti.

Visitare le terme in Sicilia significa in primo luogo la possibilità di alternare momento di benessere e relax con il mare sulle più belle spiagge dell’isola, grazie ad una dozzina fra stabilimenti spa termali e bagni termali liberi. Oltre che la regione con più località in cui le terme sono gratuite, la Sicilia vanta la notevole caratteristica di fondere come nessun’altra terme e natura, per un’esperienza di relax completa che spesso comprende anche panorami su paesaggi di grande pregio storico e culturale.
Anche se è molto più famosa per le spiagge e per i monumenti antichi, la Sicilia presente un enorme potenziale turistico legato alle proprie località termali: se questo da un lato impedisce al momento alle strutture termali di ottenere i fonti per modernizzarsi e mettersi al passo coi tempi, dall’altro è vero che i siti termali dell’isole sono spesso delle piccole “perle” ancora da scoprire, e la poca folla che le frequenta compensa i visitatori rispetto ad impianti non proprio nuovissimi.

Itinerari termali in Sicilia

La Sicilia richiama la maggior parte dei turisti che la visitano per le sue bellezze legate al suo glorioso passato e per la bellezza delle spiagge e dei litorali in cui trascorrere le vacanze estive. I principali percorsi di visita delle terme in questa regione non può quindi che ricalcare i maggiori circuiti turistici relativi a questo tipo di attrattiva.
Fra gli stabilimenti termali che si abbinano facilmente ad una vacanza di mare, grazie alla loro collocazione nei pressi di località balneari famose per le loro spiagge, ci sono certamente le Terme di Sciacca in provincia di Agrigento e gli stabilimenti termali di Alì Terme in provincia di Messina, ma anche le Terme di Vigliatore, quelle di Termini Imerese, non distante da Cefalù, e quelle di Castellammare del Golfo a pochissima distanza dalla famosissima Riserva dello Zingaro. Fra le terme che sorgono direttamente sul mare bisogna naturalmente includere due capolavori naturali che rappresentano altrettante terme libere, cioè i bagni liberi di Vulcano e quelli di Pantelleria.

Se mare e spiaggia sono i principali motivi da sfruttare per visitare le terme in Sicilia, è comunque ricco di opportunità anche un itinerario alla scoperta della grande ricchezza storica e culturale dell’isola. Così, partendo necessariamente dalle Terme Segestane a Castellammare del Golfo e quelle di Calatafimi-Segesta, che si sposano magnificamente con una deviazione per visitare le vicinissime rovine all’interno dell’apposito Parco Archeologico. Spostandosi verso il lato sud dell’isola, una pausa di benessere e relax presso le Terme dell’Acqua Pia di Montevago o presso le Terme di Sciacca rappresenta un ottimo pretesto per soffermarsi a visitare l’area archeologica della Valle dei Templi ad Agrigento e le imponenti rovine della potentissima colonia greca di Selinunte. Caso unico nel panorama wellness italiano, la Sicilia vanta può vantare ben due vulcani attivi, cioè Vulcano e l’Etna, da visitare abbinando comodamente tale escursione ad un soggiorno spa con acqua termale: a Vulcano grazie ai bagni liberi sia in acqua salata termale che di fango naturale; nei dintorni dell’Etna, grazie alla presenza delle Terme di Acireale e a quelle di Alì che si trovano proprio alle pendici del famoso cono eruttivo.

I migliori stabilimenti termali in Sicilia

Caso raro e assai curioso, i migliori siti termali della Sicilia, quelli che uan volta visitati si consigliano ad amici e conoscenti come veri e propri paradisi in terra, sono due località termali gratuite, ed entrambe sorgono non sull’isola principale, bensì su due piccole isolette, cioè Vulcano e Pantelleria. Pur nelle loro diversità, i motivi che rendono straordinarie e gettonatissime le due località termali sono più o meno le stesse. In primo luogo, l’unicità del contesto paesaggistico, veramente da sogno: d’altra parte, sia Vulcano nelle Eolie che Pantelleria, a metà strada fra Sicilia e Tunisia rappresentano di per sé famosissime destinazioni turistiche balneari e, mentre Vulcano propone addirittura uno dei pochi vulcani ancora in attività in Italia, Pantelleria non è da meno, punteggiata com’è da piccoli laghetti, crateri e sorgenti termali sparsi su tutta l’isola, che culminano nello spettacolo naturale del cosiddetto “Specchio di Venere”. In secondo luogo, l’attrattiva termale è di altissima qualità, nonostante si tratti di fenomeni e strutture completamente naturali: sia a Vulcano che a Pantelleria si assiste ad un fenomeno di maturazione e fuoriuscita naturale di fango termale dal sottosuolo, ricchissimo di zolfo e che i visitatori possono liberamente spalmare su tutto il corpo per ottenere una pelle liscia e tirata; inoltre, al classico bagno in termale che sgorga libera, si abbina un piacevole effetto idromassaggio garantito dai getti di gas che fuoriescono dalle polle termali e massaggiano delicatamente le gambe dei bagnanti quando entrano in acqua. Infine, se questo non bastasse, si aggiunga l’enorme vantaggio di godere di tutto questo senza spendere un euro; in più, trattandosi di due isolette, è relativamente semplice, evitando i periodi di altissima stagione, ritagliarsi momenti di relax termale in cui le vasche termali naturali per il bagno o i fanghi sono veramente poco affollate.

Per quanto riguarda gli stabilimenti presenti sull’isola principale della regione Sicilia, che sono peraltro anche i più facili da raggiungere, bisogna ricordare almeno le Terme Segestane di Castellammare del Golfo e le Terme di Sciacca. Le Terme Segestane prendono il nome dall’opulenta colonia greca di Segesta, di cui rimangono nelle immediate vicinanze impressionanti rovine e si caratterizza oltre che per il valore paesaggistico della zona anche per la presenza, accanto allo stabilimento a pagamento, di bagni liberi che prendono il nome di “Polle del Crimiso”. Le Terme di Sciacca, a loro volta, si caratterizzano per affacciarsi direttamente sul mare della costa agrigentina ma soprattutto per la possibilità di curarsi o rilassarsi, oltre che con le acque terapeutiche, anche con i fanghi e addirittura con i bagni di vapore con cui si effettua l’esclusivo trattamento dell’antroterapia nelle grotte naturali di San Calogero all’interno delle viscere del Monte Kronio.

Terme per la famiglia in Sicilia

Fra le piccole pecche del termalismo siciliano c’è anche la quasi totale assenza di specifiche iniziative volte ad incentivare la frequentazione degli stabilimenti termali da parte delle famiglie: per i genitori che vogliono rilassarsi con figli al seguito sono previsti solo alcune riduzioni all’ingresso in ragione dell’età e poco altro. Nondimeno, considerato l’elevato numero di stabilimenti termali che si affacciano direttamente sul mare, non c’è dubbio che sia possibile far contenti i bimbi portandoli al mare in una località balneare e al tempo stesso termale. La scelta migliore sotto questo profilo è senza dubbio Vulcano, che presenta l’incomparabile vantaggio di avere i trattamenti termali gratuitamente incorporati all’interno della vacanza di mare, con in più un aspetto di divertimento supplementare per i bambini rappresentato dalle bollicine effervescenti che si sprigionano nell’acqua calda marina e dai bagni di fango termale: mare, terme e divertimento tutto in uno, e tutto gratis!

Vantaggi e svantaggi delle terme in Sicilia

Il principale vantaggio di fare le Terme in Sicilia è che gli stabilimenti e i bagni liberi sono distribuiti in maniera pressochè omogenea su tutta l’isola: ovunque ci si diriga, è facile trovare nelle vicinanze un’interessante proposta termale. Risulta particolarmente piacevole anche la collocazione dei principali centri termali regionali nei pressi di famose località balneari, cosa che consente di abbinare facilmente una vacanza di mare e benessere. Infine, anche se fattore non certo secondario, la Sicilia è la regione del Sud che presenta il maggior numero di bagni liberi termali, ed è quindi meta di elezione per gli appassionati di benessere naturale che viaggiano con budget contenuti.

Anche se di rilevanza minore per gli appassionati di benessere termale, sono presenti anche alcuni svantaggi nel fare le Terme in Sicilia: il primo e principale è rappresentato senza dubbio dalla strutturale carenza dei trasporti pubblici che rende molto difficile raggiungere la maggior parte degli stabilimenti termali se non dispone di un mezzo di spostamento proprio. In secondo luogo, la relativa trascuratezza in cui viene relegato l’enorme potenziale attrattivo delle terme siciliane, a tutto favore di altre esperienze come le classiche vacanze al mare. Questo comporta un certo livello di degrado delle strutture, i cui standard a livello di servizio e strutture si potrebbe decisamente migliorare.