Cerca Hotel al miglior prezzo

Terme Piemonte

Stabilimenti termali e Centri Benessere in Piemonte

Dove andare alle Terme in Piemonte? Guida agli stabilmenti con trattamenti termali e proprietÓ terapeutiche.

Gran Hotel Nuove Terme

Hotel con fonte termale con ingresso a pagamento

Lago delle Sorgenti

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Nuove Terme

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Stabilimento Hotel Regina

Hotel con fonte termale con ingresso a pagamento

Stabilimento Fons Salutis

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Oniro Terme

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Terme Libere

Terme libere con ingresso gratuito

Parco delle Terme

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Istituto Idrotermale

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Stabilimento Termale

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Terme Reali

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Bagni di Vinadio

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Terme in Piemonte

Il Piemonte è la regione in Italia che vanta il maggior numero di stabilimenti e località termali di alta montagna. Non solo infatti può vantare con i 1370 metri di quota delle Terme di Valdieri, lo stabilimento termale più alto di tutta Italia, ma può inoltre fregiarsi di una serie di altri centri di eccellenza come Vinadio, Bognanco, Premia, Garessio, Lurisia ed altri che si trovano tutti sui versanti dell’arco alpino piemontese. Questo significa che fare le terme in Piemonte è sinonimo in primo luogo di abbondanza di sorgenti d’acqua purissima e particolarmente leggera, e in secondo luogo che le principali località termali della regione sono solitamente anche stupendi centri di vacanza sia per l’estate quando il clima alpino risulta particolarmente piacevole per sfuggire la canicola, che nel corso dell’inverno, quando si trasformano in punti di partenza ideali per fare la classica Settimana Bianca fra piste da sci, impianti di risalita e relax termale.
Con i suoi 14 impianti termali il Piemonte non è certamente la regione con la più vasta gamma di trattamenti wellness, spa e curativi, ma ciò non toglie che grandi nomi come Acqui Terme e Terme Reali di Valdieri rappresentino comunque mete di eccellenza per quanto riguarda i più avanzati trattamenti non solo terapeutici ma anche spa e wellness, e siano fra le località termali più famose in Italia e in Europa.

Itinerari termali in Piemonte

Le acque termali che sgorgano in Piemonte sono prima di tutto, ed imprescindibilmente, acque ottime da bere. Utilizzate sia per come bibita termale nella cura idropinica, che come efficace fattore di prevenzione delle principali patologie digestive e metaboliche, o anche semplicemente come ottime acque da tavola, per il consumo quotidiano in modo da favorire la digestione e la funzionalità intestinale ed epatica, le acque termali piemontesi sono famose a livello nazionale ed internazionale come acque purissime, leggere, gradevoli al palato ed estremamente benefiche. Impossibile non ricordare in primo luogo l’acqua Lisiel di Crodo, che viene impiegata anche per l’imbottigliamento del celeberrimo Crodino, o quella di Lurisia, utilizzata sia come acqua da tavola che come base per la produzione della famosa linea di bevande analcoliche dello stesso nome, o, ancora, la Sant’Anna di Vinadio, quella che sgorga a maggiore altitudine e possiede uno dei residui fissi più basso in assoluto. Da non dimenticare, nondimeno acque da bere a scopo curativo o per uso quotidiano come Ausonia e Gaudenziana di Bognanco, la Lindos della stessa località utilizzata anche come integratore alimentare e la pregiata acqua di Premia della sorgente Longia.

Altro interessante modo di visitare le terme in Piemonte è quello di recarvisi nel corso della stagione invernale, quando i principali centri curativi della regione si trasformano in ottimi punti di partenza per divertirsi sulle piste di alcuni dei comprensori sciistici più famosi d’Italia.
Lurisa e Valdieri ad esempio, situate in provincia di Cuneo, rappresentano la base ideale per utilizzare le piste del complesso sciistico Cuneo Ski 2000, o anche del vicino Frabosa Ski 2000 a Frabosa Soprana, delle pistye di Limonte Piemonte o di quelle di Artesina a Prato Nevoso. Allo stesso modo, località termali come Crodo, Premia e Bognanco beneficiano della prossimità di grandi parchi sciistici della Valdossola come quello dell’Alpe Devero, quello di Domobianca, quello di Macugnaga e quello della Val Vigezzo. Vinadi, infine, è il centro termale migliore per usufruire sia delle benefiche acque termali che delle piste e degli impianti di risalita del comprensorio sciistico di Valle Stura – Demonte.

I migliori stabilimenti termali in Piemonte

Quando si pensa alle terme in Piemonte, ci sono alcune località che saltano in mente subito, in quanto possiedono una tradizione curativa e di benessere talmente radicata da essere molto più famosa di tutte gli altri, pur numerosi, centri termali della regione: si tratta naturalmente di Acqui, di Valdieri, di Crodo e di Vinadio.
La cittadina di Acqui ha bisogno di ben poche presentazioni, dato che rappresenta non solo la regina indiscussa del termalismo in Piemonte, ma anche una delle località termali più importani dell’intero arco alpino e d’Italia. Oltre alla millenaria tradizione benefica delle acque curative, fra cui quella celeberrima che sgorga dalla fonte “Bollente”, Acqui si fa ricordare per l’elevato calore natuale delle sue acque sorgive, particolarmente piacevole soprattutto nel periodo invernale e per la vasta gamma di strutture termali a disposizione, ben quattro, di cui due annesse ad altrettanti hotel di lusso, ed una, il Lago delle Sorgenti, provvista di lago termale e dedicata unicamente ai trattamenti spa e wellness.
Subito dopo Acqui vengono inevitabilmente le Terme Reali di Valdieri: già il nome basta a ricordare come queste venissero preferite dai reali di casa Savoia per gli stessi motivi per cui si fanno preferire ancora oggi, cioè per la grande efficacia terapeutica delle sue acque e per lo straordinario contesto ambientale di alta quota, bello paesaggisticamente e prediletto dagli amanti delle attività venatorie, con in più la singolare distinzione di rappresentare le terme più alte di tutta Italia con i loro 1370 metri di altitudine.
Crodo e Vinadio, come anche Lurisia, vanno ricordate se non altro per la fama delle acque di alta montagna che vi sgorgano, talmente pure ed apprezzate in tutto il mondo, da essere oggetto di una florida industria dell’imbottigliamento come acqua da tavola. Una menzione speciale merita naturalmente Crodo, che è patria oltre dell’acqua in bottiglia a marchio Liesel, anche del celeberrimo “Crodino”.

Terme per la famiglia in Piemonte

Gli stabilimenti termali piemontesi, in quanto più focalizzati verso il profilo curativo, soprattutto per ciò che riguarda le cure idropiniche, sono più adatti per una fascia di visitatori più maturi rispetto alle famiglie con bambini. Tuttavia, anche se il Piemonte non sembra essere la regione di elezione per passare una giornata di relax con tutta la famiglia, è pur vero che i centri termali di maggiori dimensioni come Acqui e Valdieri dispongono comunque di piscine ed altre strutture ludico-termali adatte a visitatori di tutte le età e quindi anche ai bambini. Da segnalare quale migliore centro termale in assoluto della regione per le coppie che viaggiano con figli al seguito, lo stabilimento di Premia, che mette a disposizione ben due piscine a bassa profondità per i bambini, una interna ed una esterna, ed inoltre corsì di acquaticità, uno scivolo e numerosi giochi d’acqua per far divertire i più piccoli. Interessanti per le famiglie anche lo stabilimento Oniro di Bognanco, provvisto di piscina per i bambini e spazio giochi e il Fons Salutis di Agliano, centro di eccellenza in  Italia per le cure inalatorie in età infantile grazie all'apposito reparto ORL pediatrico.

Vantaggi e svantaggi delle terme in Piemonte

I vantaggi e gli svantaggi di fare le Terme in Piemonte non rappresentano altro che due facce della stessa medaglia. Da un lato infatti, le principali località termali del Piemonte si trovano quasi tutte in contesti di grande pregio ambientale, solitamente in mezzo ad importanti parchi naturali ricchi di foreste incontaminate, silenzio ed aria pulita, cosa che testimonia, in caso ce ne fosse bisogno della superiore qualità e purezza delle acque che alimentano i vari stabilimenti. Località di montagna come Vinadio, Valdieri, Crodo e Acqui sono un vero e proprio toccasana inoltre per chi vuole andare alle terme per “staccare la spina” dai ritmi frenetici della quotidianità, rilassandosi o curandosi con le acque termali nella più completa tranquillità. Allo stesso tempo, capita non di rado, ed è il caso ad esempio di tutte le località termali del Canavese e della Valdossola, di trovare uno stabilimento termale adatto alle proprie esigenze di benessere in località collocate nell’ambito di importanti comprensori sciistici, rendendo così possibile coniugare wellness termale ad intense sessioni di sport sulle piste e sugli impianti di risalita.
Corollario imprescindibiledi questi vantaggi è naturalmente la minore comodità di raggiungere i principali centri termali del Piemonte: collocati in alta montagna, spesso in piccole vallette laterali delle Alpi, ci vogliono di solito alcune ore di macchina per arrivare anche dai principali capoluoghi piemontesi come Torino, figuriamoci dalle altre regioni, e d’altra parte, i mezzi pubblici sono in tal caso un’alternativa praticamente impercorribile. A questo si aggiunga che certamente le località termali d’alta quota del Piemonte non sono proprio il massimo come movida e nightlife, dunque non fanno al caso di chi cerca divertimento anche oltre le terme e le eventuali piste da sci. Infine, proprio per la risalente vocazione all’imbottigliamento di acque minerali, le terme piemontesi sono solitamente centri speializzati più nell’erogazione di trattamenti terapeutici con la cura idropinica che all’erogazione di servizi spa e wellness, privilegiando quindi gli utenti in cerca di guarigione a quelli in cerca di relax e svago nel classico centro benessere.