Cerca Hotel al miglior prezzo

Terme Abruzzo

Terme in Abruzzo

L’offerta termale abruzzese non è vasta ma tuttavia di buon livello, soprattutto per quanto concerne il profilo terapeutico-curativo, grazie alle differenti sorgenti di acqua di alta montagna, purissima da bere eppure ricca di minerali benefici in sospensione. Sono presenti in effetti quattro stabilimenti termali a pagamento, tutti focalizzati principalmente nel proporre agli utenti cicli di terapie termali. L’offerta termale regionale si concentra nelle provincie dell’Aquila, in cui si trovano le terme di Canistro, Raiano e Rivisondoli, e di Pescara, in cui si trovano le terme di Caramanico e Popoli.

Cifra comune di tutte queste località termali è la collocazione in quota, o comunque una certa vicinanza con importanti stazioni sciistiche regionali, fatto che assimila il panorama termale abruzzese a quello delle principali regioni alpine, come Lombardia, Piemonte e Trentino-Alto Adige. In effetti, dalle poche centinaia di metri di Popoli e Raiano, si arriva infatti agli oltre 1.300 metri di altitudine di Rivisondoli e, in ogni caso, le principali vette del massiccio del Gran Sasso e della Majella.

Itinerari termali in Abruzzo

L’occasione più ghiotta per fare le Terme in Abruzzo è rappresentata dalle vacanze natalizie e dal periodo della classica Settimana Bianca: è d’inverno infatti che la maggior parte dei turisti arriva in Abruzzo per godersi la stagione della neve sui famosi impianti della regione che si concentrano all’interno del Parco del Gran Sasso e dei Monti della Laga e nel comprensorio sciistico della Majella. Anche se il mare è a pochi passi dalle Terme della provincia di Pescara, infatti, l’Abruzzo rimane nell’immaginario collettivo una regione “montuosa” e quindi particolarmente adatta per gli amanti di sci e snowboard.

Chi visita gli stabilimenti termali di Popoli e Caramanico potrà comodamente raggiungere con un breve tragitto in auto i principali comprensori sciistici della Majella, che sono Campo Giove, il più alto di tutto il Parco, quello di Passo Lanciano e quello della Majelletta, ciascuno con 10-15 km di piste a disposizione. Canistro e Raiano, invece, per quanto a quote abbastanza modeste, si trovano a pochi minuti di distanza dalla celebre stazione sciistica di Ovindoli, nel Parco del Sirente e del Velino mentre, con un’oretta di auto in più si può raggiungere via l’Aquila, anche Campo Imperatore, forse la meta sciistica più celebrata di tutta la regione.

La migliore collocazione in assoluto per l’accoppiata sci-benessere termale se la aggiudica però lo stabilimento Terme Alte di Rivisondoli che si trova a meno di tre kilometri dalle famosissime piste di Roccaraso, e a pochi km in più da quelle altrettanto prestigiose di Pescocostanzo e di Capracotta nel Molise.

I migliori stabilimenti termali in Abruzzo

Per gli amanti del benessere termale a scopo di relax e wellness a prescindere da implicazioni curative, il migliore stabilimento della regione è quello di Rivisondoli. Non grandissimo e senza una lunga tradizione alle spalle, ma proprio in quanto “ultimo arrivato”, è lo stabilimento che ha saputo cogliere i trend del termalismo attuale, diretti inesorabilmente verso il concetto di “spa termale”. Risulta di conseguenza quello con le strutture più moderne e l’unico in Abruzzo esclusivamente votato al concetto di “termalismo ludico” fatto di trattamenti wellness ed estetici efficaci grazie all’utilizzo delle acque della fonte Strapunzo.

Per quanto riguarda le patologie curabili con le terapie termali, mentre Canistro e Popoli rappresentano in assoluto i centri di eccellenza per le acque minerali impiegate come bibite termali nell’ambito della cura idropinica, Raiano e Caramanico sono i migliori centri abruzzesi ma anche fra i migliori stabilimenti termali del Centro Italia per quanto riguarda l’efficacia della fango-balneoterapia grazie alle acque fortemente solforose. Caramanico in particolare si fa preferire per la lunghissima tradizione termale, che risale addirittura al 1576, e per la particolare qualità dei fanghi termali impiegati, che vengono impiegati sia a scopo curativo che estetico in ben due reparti di applicazione (uno per gli uomini ed uno per le donne), ciascuno dotato di 20 cabine.

Terme per la famiglia in Abruzzo

La proposta termale più completa per le famiglie che viaggiano con bambini al seguito è offerta dallo stabilimento delle Terme di Caramanico, una delle eccellenze per la cura dei bambini grazie al proprio reparto di terapie inalatorie pediatrico. Vi si possono curare principalmente patologie ORL e respiratorie, sordità rinogena, patologie dermatologiche e vi si pratica inoltre la riabilitazione tubarica pediatrica. Per rendere più piacevole i cicli di cura ai bambini degenti, Terme di Caramanico mette a disposizione una sala d’attesa dedicata ai giochi all’interno del Reparto Pediatrico e postazioni per le cure inalatorie con proiezioni di cartoni animati. Il grande parco delle Terme che circonda gli impianti termali è inoltre dotato di una grande area-giochi attrezzata immersa nel verde, provvista di scivoli, altalene e giochi gonfiabili in cui bambini dai 3 ai 12 anni possono divertirsi fra un ciclo di inalazione e l’altro sotto l’occhio vigile di babysitter qualificate.
Anche lo stabilimento delle Terme di Popoli risulta fra gli stabilimento migliori per le cure inalatorie in età pediatrica: non solo infatti sono disponibili trattamenti inalatori, irrigativi o insufflativi appositamente dedicati a patologie tipiche del bambino quali l’otite catarrale cronica e le disfunzioni tubariche da ipertrofia delle adenoidi, ma anche una serie di cure e trattamenti accessori, sia fisioterapici che riabilitativi, per rendere meno sgradevoli gli interventi ai piccoli pazienti. Inoltre, all’interno dell’attiguo Parco Naturale de Contra, i bambini in cura possono usufruire di una grande area gioco attrezzata.

Vantaggi e svantaggi delle terme in Abruzzo

Per gli amanti della natura e di una vacanza all’insegna della scoperta di un ambiente naturale ancora quasi completamente intatto e, sicuramente suggestivo dal punto di vista panoramico, un viaggio di benessere presso gli stabilimenti termali abruzzesi è un sogno. Il beneficio psico-fisico apportato dalle calde acqua ricche di minerali, che sgorgano purissime fra i monti di questa regione rappresentano infatti solo un tassello di un’esperienza wellness “olistica” che include anche la bellezza dei luoghi visitati e la salubrità dell’aria, senza contare l’autentica rigenerazione mentale dallo stress di tutti i giorni che si può ottenere in località come Raiano, Canistro o Caramanico, dove lo scorrere del tempo appare dilatato, non ci sono rumori, e la frenesìa del traffico e degli impegni quotidiani svanisce nel lento incedere di una vita d’altri tempi.

La pace e la serenità di cui si gode presso le principali località termali abruzzesi rappresenta naturalmente uno svantaggio per chi ama invece l’animazione, lo shopping, gli eventi e le possibilità di svago delle grandi città. D’altra parte, considerato il territorio prevalentemente montuoso e la scarsità di collegamenti pubblici, bisogna viaggiare sempre in auto o con un altro mezzo autonomo, e ci vogliono diverse ore di viaggio da tutte le principali città d’Italia, come Roma, Napoli oppure Ancona.



19 Gennaio 2018 La mostra su Alighiero Boetti a Milano, ...

Dal 28 febbraio al 28 aprile la galleria Dep Art di Milano ospita la mostra ...

NOVITA' close