Cerca Hotel al miglior prezzo

Popoli (Abruzzo), week end tra terme e storia

Pagina 1/2

Piccola ma fiera rappresentante dell’arte umana, Popoli è una cittadina abruzzese immersa nella natura, incastonata tra i Parchi Nazionali del Gran Sasso, dei Monti della Laga e della Maiella: graziosa e gentile, ma ricca di monumenti imponenti, la località si fonde perfettamente con il paesaggio lussureggiante dell’Abruzzo in provincia di Pescara.

Popoli è un comune suggestivo, ricco di scorci pittoreschi, popolato da quasi seimila abitanti e abbarbicato a 260 metri di quota, spartiacque tra la Valle Peligna e la Val Pescara. Agghindato tutt’intorno di vigneti fruttiferi, il borgo medievale va fiero delle sue tradizioni agricole, testimoniate dall’ottimo vino, ma lascia spazio anche alla piccola industria e, soprattutto, al turismo. Ad attirare i visitatori c’è una grande quantità di monumenti appassionanti, percorsi naturalistici avventurosi, tradizioni schiette e genuine, senza dimenticare il moderno complesso termale di Popoli.

Sono numerose le sorgenti naturali che sgorgano dalla roccia, nella cosiddetta gola dei Tre Monti, ma le più importanti sono quelle della località De Contra, dove sorgeva lo storico stabilimento aperto nel 1885, malauguratamente distrutto durante la seconda guerra mondiale. A poche centinaia di metri è stato in seguito realizzato un nuovo edificio, immerso in uno scenario paesaggistico rilassante e suggestivo, pronto ad ospitare visitatori in ogni stagione dell’anno. L’acqua sulfurea De Contra, caratterizzata da un elevato grado solfidrometrico, è stata riconosciuta dal Ministero della Sanità efficace per il trattamento di diverse tipologie in ambito artroreumatologico, otorinolaringoiatrico, pneumologico, dermatologico, flebologico e gastroenterologico. Inalazioni, irrigazioni, insufflazioni, ventilazioni, fangoterapia, balneoterapia e cure idroponiche sono i principali trattamenti di cui si può usufruire, dietro prescrizione medica, durante il soggiorno nel moderno centro.

Spostandosi nel centro storico vero e proprio di Popoli troveranno pane per il loro denti gli appassionati di arte, storia e architettura: qui infatti abbondano gli edifici interessanti, tra cui numerose chiese. Le più affascinanti sono certamente la Chiesa di San Francesco, iniziata nel XV secolo, e la Chiesa della Santissima Trinità, eretta nel 1562 e impreziosita all’interno da uno splendido coro ligneo del 1745.

... Pagina 2/2 ...Ma i veri gioielli di Popoli sono la Taverna Ducale del trecento, uno dei monumenti civili più eleganti del medioevo abruzzese, e specialmente i resti del Castello, vero simbolo della città. La sua realizzazione cominciò intorno all’anno Mille con la torre settentrionale, di pianta pentagonale, e dal 1290 l’edificio ospitò la famiglia Cantelmo. Ampliato gradualmente col passare del tempo, il maniero venne dotato di un torrione circolare, a guardia dell’ingresso a nord, ma in seguito fu abbandonato dai Duchi, che si trasferirono nel palazzo ducale nel cuore del borgo. Oggi possiamo ammirare soltanto dei ruderi, perché il castello fu sottoposto alle intemperie a lungo e fu obiettivo di saccheggi. Un plastico, raffigurante la struttura com’era in origine, è conservato presso la Biblio-Mediateca Comunale di Popoli.

Del medioevo, oltre alle pietre e alle costruzioni del centro, rimane poi un’importante rievocazione: tra gli eventi più significativi che si svolgono ogni anno a Popoli, infatti, c’è il cosiddetto “Certame della Balestra”, una manifestazione in costume che si ripete di anno in anno verso la fine di settembre. Il fulcro della festa è costituito da un torneo di balestrieri esperti, ma fanno da contorno vari spettacoli e banchetti ricchi di pietanze tradizionali.

Fare un salto nel passato, dunque, non è così difficile: Popoli è infatti raggiungibile comodamente da ogni parte d’Italia, qualunque sia il mezzo scelto per gli spostamenti. Chi viaggia in auto, venendo da Pescara, deve percorrere la A25 fino all’uscita Bussi-Popoli, mentre chi viene da Roma dovrà uscire a Pratola Peligna-Sulmona. Se infine si viene da L’Aquila o da Teramo si consiglia di prendere la SS 17 in direzione Navelli e Popoli. Chi preferisce il treno troverà la stazione di Popoli-Vittorito lungo la linea Pescara-Roma, mentre l’aeroporto più vicino è quello di Pescara, a circa 52 km.

Giunti a destinazione si viene accolti da un clima piacevolissimo, sempre caratterizzato da temperature miti e giornate soleggiate. I valori medi del mese più freddo, gennaio, vanno da una minima di 2°C a una massima di 11°C, mentre in agosto variano tra i 17°C e i 29°C. Le precipitazioni si concentrano tra ottobre e dicembre, quando cadono in media 74-77 mm di pioggia, mentre il mese più soleggiato è luglio, con appena 34 mm di pioggia.
loading...
close