Cerca Hotel al miglior prezzo

Terme Campania

Stabilimenti termali e Centri Benessere in Campania

Dove andare alle Terme in Campania? Guida agli stabilmenti con trattamenti termali e proprietÓ terapeutiche.

Terme Stufe di Nerone

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Fonte delle Ninfe di Nitrodi

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Terme della Cavascura

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Terme di Castiglione

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Hotel Terme Cappetta

Hotel con fonte termale con ingresso a pagamento

Terme Vulpacchio

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Giardini Poseidon

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Terme libere del Sorgeto

Fonte termale con ingresso gratuito

Parco termale Negombo

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Terme di Agnano

Stabilimento termale con ingresso a pagamento

Terme in Campania

Anche se spesso trascurata come località di vacanza termale, la regione Campania è la terza regione in assoluto in Italia per numero di impianti termali, dato che vanta quasi trenta stabilimenti, ed inoltre una delle prime anche per numero di sorgenti termali naturali. Questo importante primato deriva soprattutto dalla grande concentrazione di impianti termali nell’isola di Ischia e presso la località di Contursi in provincia di Salerno, che si aggiungono a tutti gli stabilimenti sparsi nel resto della regione.
Fare le terme in Campania è quindi sinonimo di grandi possibilità di scelta fra decine di trattamenti, di piscine, e di location termali diverse, anche se la regione sconta attualmente una promozione piuttosto scarsa del suo enorme potenziale di benessere naturale.

Itinerari termali in Campania

Considerata la straordinaria attrattiva delle località balneari della regione, il principale motivo di attrazione che porta migliaia di persone ogni anno a fare le terme in Campania, è proprio quello di abbinare il relax termale o un soggiorno curativo, alla tradizionale vacanza di mare. Sotto questo punto di vista, meta privilegiata in assoluto rimane l’isola di Ischia, che offre al contempo approdi suggestivi, bellissime spiagge e lussuosi parchi termali perfettamente attrezzati per ogni tipo di esigenza, sparsi un po' su tutta l’isola e ciascuno con la propria discesa al mare. Così, solo per citare i principali, si può scegliere, a seconda della località isolana che si predilige, fra i Giardini Termali Aphrodite Apollon di Sant’Angelo, l’Idroterme Olympus e le Antiche Terme Romane di Cavascura, entrambi a Barano d’Ischia, o i tradizionali Negombo (a Lacco Ameno), Giardini Poseidon (Forio) e Parco Termale Castiglione (a Casamicciola), senza tralasciare le due località termali libere che sorgono direttamente sulla spiaggia, cioè le Fumarole e il Sorgeto, entrambi collocate sul lato sud dell’isola, nel comune di Sant’Angelo.
Appena sbarcati sulla terraferma da Ischia, si prosegue direttamente con le terme di Pozzuoli, forse le più prestigiose di tutta la Campania per la loro antichità e la rinomata tradizione: si tratta delle Stufe di Nerone di Bacoli, che oltre ad affacciarsi direttamente su un panorama del golfo omonimo che da solo vale il viaggio, presenta il vantaggio di trovarsi a pochi minuti da spiagge famose come quella del Castello di Baia, nei pressi dello storico Capo Miseno. Oltre che per i classici bagni in piscina termale, questo stabilimento è famoso per le tradizionali “stufe” ovvero per i bagni a calore secco di cui è possibile usufruire in grotte naturali per un trattamento paragonabile alla moderna sauna. A pochi kilometri di distanza, anch’esso collocato all’interno del suggestivo Parco dei Campi Flegrei, si trova anche lo stabilimento delle Terme di Agnano, il cui grandissimo pregio è dovuto alle acqua sorgive caldissime e ricche di minerali in quanto riscaldate direttamente dalle attività vulcaniche sotterranee che sono tipiche di questo comprensorio.

I migliori stabilimenti termali in Campania

La migliore proposta termale della Campania dipende da ciò che si sta cercando all’interno del panorama benessere della regione, che è molto diversificato. Così, chi visita la regione per curarsi o migliorare la propria salute con le acque benefiche del sottosuolo, le mete privilegiate saranno Castellammare di Stabia, che vanta ben 28 sorgenti termali differenti, in rado di coprire praticamente ogni necessità curativa del corpo umano, Telese, in cui si effettua una efficace cura idropinica grazie all’acqua termale da bere che si acquista anche imbottigliata per l’uso quotidiano, ed il Parco termale Negombo di Ischia, da più di cent’anni famosissima non solo per il clima salubre ma soprattutto per le virtù terapeutiche delle sue acque radioattive e sulfuree contro le malattie della pelle.
Chi invece cerca nelle terme un’esperienza soprattutto piacevole e rilassante preferirà invece i parchi termali spa di Ischia come il Giardini Poseidon e il Castiglione, oppure le famose Stufe di Nerone di Bacoli affacciate direttamente sul golfo di Pozzuoli. Molto gettonati anche i numerosi stabilimenti collocati nella località termale di Contursi, fra cui le Terme del Tufaro, le Terme Rosapepe e le terme dell’Hotel Capasso, che si caratterizzano fra l’altro per l’elevato livello della proposta alberghiera abbinata al soggiorno termale.

Terme per la famiglia in Campania

Anche se gli stabilimenti termali campani possiedono in generale una limitata vocazione per il turismo termale delle famiglie, ci sono almeno un paio di località che si fanno comunque apprezzare dai genitori che vogliono gustarsi una vacanza di relax e benessere con bimbi al seguito. Si tratta in primo luogo dell’isola di Ischia, che può vantare numerosi parchi termali attrezzati per utenti di tutte le età ed anche delle due sorgenti termali libere che sorgono (Sorgeto e Fumarole) che sorgono direttamente sulla spiaggia, e consentono quindi di gustarsi il piacere dell’acqua calda mentre i bambini si divertono sulla battigia. Per lo stesso motivo, cioè la possibilità di abbinare terme e vacanza al mare, si fa apprezzare dalle famiglie in cerca di benessere anche lo stabilimento delle Stufe di Nerone presso Bacoli, che consente di raggiungere in pochi minuti le spiagge del comprensorio di Pozzuoli come la spiaggia dello Schiacchetiello e la spiaggia di Miliscola.

Vantaggi e svantaggi delle terme in Campania

Il principale vantaggio delle Terme in Campania è rappresentato dal fatto che, ad una grandissima varietà di scelta fra trattamenti e piscine, soprattutto ad Ischia e a Contursi, si abbina una promozione territoriale molto limitata e quindi è relativamente facile godersi le terme senza trovare eccessiva calca di gente e spendendo cifre solitamente abbordabili rispetto a località termali italiane più rinomate. La grande concentrazione di stabilimenti nelle due zone citate consente inoltre di poter provare esperienze termali diversificate senza doversi spostare di molto.
Il più grande svantaggio delle Terme in Campania è rappresentato solitamente dallo stato di conservazione degli impianti e degli stabilimenti: una concezione del termalismo rimasta ancorata alle classiche terapie termali curative non ha permesso a molte strutture di evolvere verso un concetto di termalismo più moderno focalizzato sul benessere e su strutture spa. Questo è particolarmente evidente purtroppo presso strutture come le Terme di Agnano e le Terme di Castellammare di Stabia (fra le maggiori), in cui sono evidenti i segni del tempo ed i servizi oggi richiesti dagli utenti sono spesso carenti.