Cerca Hotel al miglior prezzo

Eventi Piemonte

Eventi in corso in Piemonte

Cosa fare oggi, questa sera o questo weekend in Piemonte? Date e programmi di tutti gli appuntamenti più importanti a cui assistere. Sagre, mostre d'arte, festival, fiere ...

Prossimi eventi in Piemonte

Manifestazioni che prenderanno il via prossimamente in Piemonte di cui conosciamo già date e programmi ...

Conosci altri Eventi? Segnalaceli

Eventi annuali Piemonte

Elenco degli appuntamenti annuali che verranno aggiornati con le date della prossima edizione appena saranno rese note.

Conosci le date della prossima edizione? Segnalacele

Le sagre, i festival e gli eventi in Piemonte pił importanti

Situato al confine con Francia e Svizzera il Piemonte è una delle regioni più estese ed importanti di tutta Italia e propone al turista un patrimonio artistico-culturale d’eccellenza che testimonia il ruolo da protagonista che ha avuto nell’evoluzione storica del paese.
Come il nome suggerisce è una terra di montagne, qui si trovano le vette più alte ed i ghiacciai più spettacolari, ma altrettanto spettacolari sono le colline delle Langhe e del Monferrato, puntellate da castelli medievali e ordinati filari di viti, qui si producono tra i migliori vini DOC e DOCG d’Italia, i raffinati e suggestivi borghi del Lago di Garda, i palazzi risorgimentali e la straordinaria eleganza delle strade, dei portici e delle piazze di Torino, prima capitale d’Italia e vero simbolo dell’Unità.
Siamo in una regione tutta da visitare e conoscere che offre anche itinerari enogastronomici prelibati, basti citare il pregiato tartufo d’Alba, i gianduiotti torinesi o il Barolo, l’indiscutibile re del preziosissimo patrimonio vinicolo che lo Stivale vanta, e proprio grazie ai numerosi eventi in Piemonte, sagre, festival culturali, rievocazioni storiche che hanno origini antiche, mercati tipici,è possibile scoprire le caratteristiche più affascinanti e seducenti della regione più elegante e signorile del nostro paese.

Cominciamo con il Carnevale, importante festa tradizionale che forse più di altre sa raccontare le diversità tra le varie zone geografiche italiane visto che ogni regione lo festeggia a modo suo; il Carnevale d'Ivrea è infatti non solo uno degli eventi di carnevale del Piemonte più rinomati ed attesi, ma, per la sua particolarità, è riconosciuto addirittura come "manifestazione italiana di rilevanza internazionale".
Ci troviamo molto probabilmente di fronte al carnevale più antico di tutto il Bel Paese, l'unico che affonda le sue radici in tradizioni medievali che tutti gli anni vengono rievocate durante i giorni di festa; la famosa "Battaglia delle Arance", durante la quale gli agrumi vengono usati come proiettili scagliati dai partecipanti al corteo in direzione dei figuranti che sono sui carri allegorici e viceversa, simboleggia ad esempio le lotte di emancipazione portate avanti dai cittadini nei confronti dei governanti, o ancor peggio dei tiranni, dai quali venivano sfruttati.
Molti sono i turisti curiosi che arrivano ad Ivrea per assistere a questa singolare usanza, a costo di correre il rischio di venire colpiti da un'arancia vagante.

Con l'arrivo della primavera ci spostiamo in provincia di Vercelli, esattamente a Buronzo; è qui infatti che si svolge nel mese di aprile il Castello delle Sorprese, una delle più importanti feste del Piemonte dedicate ai più piccoli: cantastorie, spettacoli di burattini, postazioni con giochi del passato, "installazioni narrative" e le visite al Castello hanno infatti finora incantato tutti i "bambini", al di là dell'anagrafica, che hanno partecipato.
Nel suggestivo centro storico del borgo, ubicato in posizione strategica sulla direttrice che collega Torino a Milano, vengono inoltre allestiti spettacoli di musica e danza antica, concerti di canzoni popolari ed un grande Mercato di Primavera di prodotti artigianali e di specialità gastronomiche della zona compresa tra Vercelli, Novara ed il Lago di Garda, come la panissa vercellese e la pasta rustìa ossolana.

Maggio apre invece le porte alla prima delle rievocazioni storiche del Piemonte che meritano di essere ricordate; stiamo parlando del Torneo di Maggio alla Corte di Re Arduino di Courgnè, chiamato confidenzialmente dai cittadini “Il Torneo”, un evento che ha visto la sua prima edizione nel 1987 e da allora ogni anno riesce a coinvolgere un numero sempre maggiore di visitatori.
La manifestazione è dedicata alla vicenda storica del marchese Arduino d'Ivrea, considerato un leggendario avversario del potere papale, il quale da Courgnè passò, trionfante, dopo aver vinto Enrico II ed essere stato incoronato Re d'Italia nel 1002.
Il programma prevede cortei composti da centinaia di figuranti vestiti con costumi medievali che animano i borghi Courgnatesi, balli, spettacoli, gare di destrezza, tra le quali la “Corsa di Butaj”, un'appassionata competizione in cui i vari partecipanti devono far rotolare delle pesanti botti sulle strade del centro storico illuminato da fiaccole, è una delle più coinvolgenti ed il “Grande Torneo Equestre” che si svolge nei pressi del Ponte Vecchio e durante la quale si sfidano i cavalieri dei vari borghi per conquistare l'agognata "Spada di Arduino".
Ampio spazio è dedicato infine all'enogastronomia locale: vengono allestite in stile medievale infatti le "Bettole dei Borghi", le sette taverne sotto i portici, presso le quali è possibile degustare specialità del Canavese, quali le tigelle, gli gnocchi fritti, gli agnolotti e le pesche ripiene con amaretti.
Sempre a maggio Torino diventa la capitale culturale grazie al blasonato Salone del Libro.

Spostiamoci a giugno, a cavallo tra la primavera e l'estate, per presentare una manifestazione che a Torino non può che essere trionfante: il Salone dell'Auto, uno dei più prestigiosi di tutta Europa, che dal 2015 si tiene all'aperto, nella splendida cornice del Parco del Valentino.
Le più rinomate case automobilistiche si danno appuntamento nello splendido giardino storico della capitale sabauda per esporre le novità, le innovazioni, le concept car ed I prototipi più all'avanguardia richiamando un numero impressionante di visitatori.
Numerose anche le iniziative collaterali, come le sfilate di veicoli che hanno fatto la storia del rally, le esposizioni di auto d'epoca o di Supercar, la possibilità di partecipare a test drive e molto altro ancora, tutto declinato su misura per chi ama il seducente ruggito delle quattroruote.

Più o meno in contemporanea in provincia di Novara si svolge la storica rievocazione della Battaglia di Marengo, avvenuta 14 giugno del 1800 quando Napoleone Bonaparte sbaragliò in modo inaspettato l'esercito austriaco consacrandosi come uno dei condottieri più potenti di tutta la storia.
Il Marengo Museum ed il suggestivo parco circostante sono le sedi dei numerosi eventi che vengono organizzati, tutti legati in qualche modo alla mitica figura del grande imperatore: vengono allestiti accampamenti delle truppe, organizzate cacce al tesoro per i più piccini e ricordati episodi bellici, quali il guado del torrente Scrivia da parte delle truppe francesi o l'arrivo di Napoleone nel borgo di Marengo che fece ripiegare le truppe austriache ad Alessandria.
Nel giorno finale ha infine luogo la vera e propria rievocazione della battaglia cruciale, grazie alla partecipazione di più di 400 figuranti che mettono in scena gli episodi salienti del grande scontro tra le truppe napoleoniche e quelle austriache.
Ovviamente non mancherà l'occasione di poter partecipare ad eventi enogastronomici ad hoc, dal picnic con prodotti tipici locali alla cena di gran gala presso i ristoranti della zona.

L’estate dà il via ad una serie di eventi musicali in Piemonte di grande importanza che tengono compagnia a cittadini e turisti per tutta la stagione vacanziera. Una delle manifestazioni musicali estive più importanti di tutto il nord-ovest d'Italia, ad esempio, è GruVillage, meta ambita da tutti i migliori artisti nazionali ed internazionali. Da metà giugno a fine luglio infatti si avvicendano sul palco dell'arena esterna del grande Centro Commerciale Le Gru di Grugliasco big del calibro di Anastasia, Pat Metheny, Fiorella Mannoia, Fedez e molti altri ancora.
GruVillage ha visto la sua prima edizione nel 2006 ed ha saputo affermarsi in pochi anni come uno degli eventi del Piemonte più prestigiosi, in grado di richiamare in pubblico appassionato e numeroso che volentieri spende la serata nell'attrezzatissima ed accogliente area verde esterna, perfetta per passare le serate più calde.

Per gli appassionati di danza nello stesso periodo si svolge il Vignale Monferrato Festival: per più di 20 giorni vengono presentati spettacoli suggestivi che spaziano dall'arte circense a quella più specificatamente tersicorea, passando anche per performance di danza sperimentale, etnica, urban dance e flash mob che animano le strade e le piazze non non solo di Vignale Monferrato ma anche di Moncalvo e Casale.
Fanno da suggestiva cornice le dolci colline del Monferrato, riconosciute Patrimonio Mondiale Unesco, le quali meritano indubbiamente una visita sia per la grande bellezza storico-paesaggistica di questa terra di vigneti e castelli che per le specialità enogastronomiche proposte, basti pensare che qui si producono vini di fama internazionale come Barbera, Grignolino e Bonarda.

Ancora estate e ancora musica con lo Stresa Festival, una delle manifestazioni simbolo per gli appassionati di musica classica e sinfonica e di jazz; sin dal 1961 nella celebre "perla" del Lago Maggiore ed in altre località lacustri nelle vicinanze si svolge per tutta l'estate una stagione di concerti in cui si esibiscono artisti di fama internazionale e giovani talenti del panorama musicale più prestigioso all'interno di chiese antiche ed edifici storici, come il Palazzo Borromeo dell'Isola Bella, ad esempio; più di 20 concerti animano tutta la stagione estiva di Stresa e dintorni mescolando molti linguaggi musicali, dal barocco più istituzionale al contemporaneo più all'avanguardia, e richiamano turisti e visitatori attirati anche dalle numerose attrazioni turistiche presenti sul famoso lago, da molti considerato il più bello d’Italia.

A metà luglio l'appuntamento è ad Usseaux, piccola cittadina di poco più di 200 abitanti situata nella Val Chisone, nell'estremo nord-ovest della regione, a pochi chilometri dal confine con la Francia. Siamo in uno dei borghi più belli del Piemonte, tant'è che è stato premiato con la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, ed è a 16 km da qui, sul Colle dell'Assietta, a 2500 m di altezza, che si svolge quella che è considerata la vera e propria "Festa del Piemont"; si tratta di una rievocazione storica della battaglia che su questo monte si svolse il 19 luglio del 1747 quando 7500 soldati piemontesi guidati dal generale Cacherano di Bricherasio riuscirono a contrastare ed a respingere 20.000 soldati francesi, conquistando il territorio ed allargando i confini della regione.
La giornata di festeggiamenti si apre con la rievocazione della battaglia durante la mattina e continua nel pomeriggio con canti, giochi per bambini, picnic sull'erba e tante iniziative che coinvolgono piacevolmente tutti i visitatori, i quali possono anche godere dei magnifici panorami che si aprono sulla Val di Susa e sulla Val Chisone.

Se si vuole invece parlare di sagre del Piemonte un'attenzione particolare va riservata alla Festa della Nocciola di Cortemilia, piccolo borgo della Langa cuneese situato al centro della principale zona di produzione della Nocciola del Piemonte IGP; qui si trovano infatti le più antiche fabbriche di sgusciatura e di lavorazione del prezioso frutto e si narra addirittura che questa sia la patria della famosa “torta alla nocciola” che ha conquistato il mondo.
La prima edizione ha visto la luce nel lontano 1955 e da allora nell'ultima quindicina di giorni del mese di agosto si può assistere e prendere parte ad eventi culturali, aperitivi a tema, mostre fotografiche, passeggiate enogastronomiche imperdibili, siamo nella terra del Barolo, del Barbaresco e del Dolcetto, spettacoli pirotecnici serali, giochi organizzati per grandi e piccini, balli, gare di dolci, sfilate storiche e ovviamente stand gastronomici presso i quali si può assaggiare la nocciola in tutte le sue varianti nelle innumerevoli preparazioni locali.

Le prime settimane del settembre piemontese le accogliamo invece con una delle manifestazioni folkloristiche del Piemonte più sentite ed apprezzate dalla cittadinanza: il Palio dij Sëmna-Sal di Pianezza.
Indubbiamente originale la gara vede sei squadre, una per ogni "canton", di quattro aitanti partecipanti, chiamati "coreur", i quali dopo aver svuotato 50 kg di sale su una sorta di lettiga chiamata "sivera" devono correre per le vie della cittadina a tutta velocità, facendo attenzione a non far cadere il prezioso carico.
La gara trae origine da un'antica leggenda secondo la quale un ingenuo contadino di Pianezza, avendo notato le rigogliose vigne di un amico del limitrofo comune di Alpignano, chiese a quest'ultimo il segreto di tanta ricchezza; Il vicino rispose che aggiungeva abbondante sale alla terra che ospitava le piante, un po' per prendersi gioco del vicino ed un po' per l'antica rivalità che c'era sempre stata fra i due borghi. Il giovane agricoltore pianezzese si fece trasportare da quattro amici su una portantina per poter spargere il sale lungo i filari delle sue viti senza calpestare la terra, e senza neanche considerare che i portantini calpestavano molto più di quanto avrebbe potuto fare lui.
Da allora i cittadini pianezzesi si sono guadagnati il soprannome di Sëmna-Sal, che starebbe ad indicare “l’eccesso di ingenuità” della popolazione, anche se va detto che hanno avuto l'intelligenza di trasformare questo poco edificante riconoscimento in uno degli eventi folkloristici del Piemonte più originale, ironico e divertente.

L'autunno, tempo di vendemmia, è una stagione importantissima per questa regione, patria di straordinari vini che hanno conquistato la ribalta mondiale; tra tutti il re indiscusso e sicuramente il Barolo ed è proprio nel borgo omonimo che si celebra a settembre la sua festa, uno delle più attese sagre enogastronomiche del Piemonte.
L'appuntamento clou di tutto il fine settimana dedicato alla Festa del Barolo è l'Itinerario del Gusto durante il quale strade e piazze del delizioso borgo vengono invase da bancarelle presso le quali è possibile degustare le specialità culinarie della zona, agnolotti al plin, salumi al Barolo, il peperone di Carmagnola, tanto per fare degli esempi, nonché ovviamente le migliori etichette DOCG del grande vino locale.

Va detto tuttavia che nel settembre piemontese l'evento protagonista è sicuramente il Palio di Asti che ha un'origine antichissima: si svolge infatti ininterrottamente, se si escludono alcune pause dovute principalmente a conflitti bellici, dal XII secolo in onore di San Secondo, patrono della città.
Evento storico che appassiona non solo i cittadini ma anche i turisti che accorrono numerosi da tutta Italia, il palio propone durante la settimana di festeggiamenti numerosi eventi, tra cui merita sicuramente di essere ricordato il Corteo Storico, a cui partecipano più di 1200 figuranti in costume medievale e durante il quale vengono rievocati gli episodi più significativi della storia medievale della città, che hanno il loro culmine con la celebre corsa di cavalli montati "a pelo", ovvero senza sella, nella piazza centrale di Asti. Ventuno sono i partecipanti, suddivisi fra rioni, borghi cittadini e comuni della provincia, che si sfidano in tre velocissime batterie, tenendo il pubblico con il fiato sospeso, per conquistare il Sendallo, il prezioso drappo raffigurante San Secondo.

Dobbiamo arrivare alla fine di novembre per trovare Torino Film Festival, uno degli eventi culturali del Piemonte più raffinati ed attesi; si tratta infatti di un festival cinematografico di risonanza internazionale dedicato al cinema indipendente, di genere e d'autore il cui riconoscimento è ambito sia da tutti gli artisti, sia gli esordienti che i big:
Il Torino Film Festival ogni anno propone più di 150 titoli, moltissimi dei quali in anteprima, che vengono proiettati nelle sale storiche della capitale sabauda: vecchi film storici restaurati, cortometraggi e retrospettive, documentari e docufilm, pellicole realizzate senza la partecipazione della grandi case cinematografiche e rassegne horror che incollano alle poltrone gli spettatori. Imperdibile evento per gli appassionati di cinema.

Intorno a metà novembre, a dispetto delle tradizioni più classiche, a Govone, piccolo borgo in provincia di Cuneo arroccato sulle colline di Langhe e Roero, prendono il via i festeggiamenti natalizi, con l'allestimento del Magico Paese di Natale che con i suoi 30.000 visitatori ed i suoi 40 giorni di festa rappresenta uno degli eventi natalizi del Piemonte più attesi
Musica, spettacoli, luci colorate, musical, laboratori a tema, workshop, giostre e parchi avventure sono solo alcune delle numerose iniziative che hanno luogo ai piedi del bel castello medievale simbolo del borgo, oggi sede del Comune; imperdibili la vera casa di Babbo Natale, con tanto di laboratorio di giocattoli, e il Mercatino di Natale che si snoda lungo le stradine nel centro storico che propone i manufatti dell'artigianato locale e le specialità gastronomiche della zona, una delle più ricche di tradizioni di tutta la regione.

Concludiamo la nostra panoramica sugli eventi più importanti con quello che tra i mercatini natalizi del Piemonte è sicuramente il più tradizionale: il Mercato di Borgo Dora al Cortile di Maglio. Nel folkloristico rione torinese dove si trova anche l'antico Balon di Porta Palazzo - lo storico mercatino delle pulci torinese - vengono allestite più di 100 bancarelle e più di 50 casette in legno che propongono il meglio dell'artigianato nazionale per soddisfare chi si vuole dedicare allo shopping di Natale, ma non mancano gli stand per poter degustare un bicchiere di vin brulé caldo, magari accompagnato da una fetta di strudel di mele o un assaggio di uno dei sontuosi dolci della tradizione pasticcera piemontese.

loading...
07 Agosto 2017 Cinecittą World: biglietti per ingresso ...

Il parco divertimenti di Cinecittà World ha appena iniziato la ...

NOVITA' close