Cerca Hotel al miglior prezzo

Dove andare con i bambini Toscana

Parchi divertimento ed attrazioni per bambini in Toscana

Il Giardino dei Tarocchi a Capalbio, in ...

Parco / Giardino / Natura / Il Giardino dei Tarocchi ideato da Niki de Saint Phalle si trova a Capalbio ...

Il Museo del Figurino Storico di Calenzano ...

Museo / Soldatini di stagno, piombo e in pasta: li potete ammirare al Museo del ...

News, idee, luoghi ed itinerari per famiglie in Toscana

  • 10 cose da fare e da vedere in Toscana con i bambini

    Se siete alla ricerca di una vacanza con tante declinazioni - green, slow, attiva, culturale, e sempre a misura di famiglia, la Toscana è una meta che si rivela uno scrigno di tesori. Noi l’abbiamo percorsa in lungo e in largo, seguendo a volte i desiderata dei più piccoli, altre volte i gusti dei grandi. E ogni meta si è rivelata un’esperienza invitante per tutti quanti. Si trovano paesaggi e orizzonti sempre diversi che vanno dalle grandi città d’arte alla costa con molte mete family friendly, fino ai luoghi del mito e del racconto tra le colline e le campagne, non da ultimo tante soluzioni coinvolgenti anche nelle giornate di pioggia. Ecco 10 idee che ci sentiamo di suggerire se avete in programma un viaggio o un weekend con i bambini, anche piccolissimi, in Toscana.

    Un fumetto di città

    Lucca, la città interamente abbracciata dalle mura cinquecentesche, è una meta che fin dalla prima esperienza ci si è rivelata piena di soprese. Noi l’abbiamo esplorata, partendo proprio dalle sue mura. Noleggiare una bicicletta è semplicissimo. Si trovano facilmente numerosi rent point in centro e in prossimità delle mura con bici anche per bambino o city bike con seggiolino se si viaggia con i più piccoli. Lo stesso Tourist Center Lucca, vicino alla stazione, è un punto noleggio ben fornito. Inforcate le biciclette ha inizio una bellissima passeggiata, di poco più di 4 km, lungo un viale alberato, dove spesso si incontrano cantastorie e giocolieri e tanti bar dove fermarsi per una merenda o un gelato. Se vi capita di essere da queste parti in autunno troverete la cittadina trasformata dal Lucca Comix and Games, un appuntamento internazionale che richiama appassionati di fumetti, cosplay, illustratori, artisti e tantissime famiglie. Durante tutta la rassegna le strade e le piazze si animano di tantissimi eventi con spettacoli, laboratori, sfilate e show.

    Pistoia

    Siamo arrivati a Pistoia incuriositi dal riconoscimento ricevuto dall’Unicef che l’ha definita “città amica delle bambine e dei bambini” ed effettivamente abbiamo scoperto una sensibilità particolare per i piccoli, oltre a tantissimi percorsi per le famiglie nei musei e palazzi storici. Il luogo che ci è rimasto nel cuore è il Giardino Volante, uno spazio verde di oltre 8000 metri quadrati, dove i bambini possono giocare e vivere avventure ispirati dalla natura e dall’arte con opere gioco, colline da scalare, casette dove nascondersi. Nei weekend è facile trovare proposte di atelier con artisti e laboratori. E per tutto l’anno la città, in occasione di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017 propone un ricco cartellone di spettacoli, workshop e laboratori dedicati anche ai più piccoli. Ad esempio al Teatro Bolognini, vanno in scena diversi spettacoli per le famiglie mentre a settembre e ottobre il teatro ospiterà il “Festival Infanzia e città: il futuro ti passa accanto”. Un’edizione questa dedicata a Pinocchio e i suoi fratelli di legno.

    Nella pancia del pescecane

    Proprio per andare a scoprire le atmosfere della celebre storia Pinocchio, tutt’oggi uno dei libri più venduti al mondo, abbiamo deciso di fare rotta su Collodi, che si trova a pochi chilometri da Pistoia, per raggiungere il Parco di Pinocchio. Qui ci siamo imbattuti nella grande balena, abbiamo attraversato il Campo dei Miracoli dove brilla l’Albero degli Zecchini d’oro, abbiamo incontrano il celebre burattino insieme alla Fata Turchina. E poi giochi (come quelli di Geppetto tutti in legno), giostre antiche, spettacoli di burattini e laboratori. E se viene fame? C’è l’Osteria del Gambero Rosso. Il percorso è adatto ai bambini di ogni età, se ci si muove col passeggino ci sono alcuni passaggi stretti, ma ci sono dei percorsi alternativi facilitano la vita senza dover rinunciare ad alcune tappe. Quando programmate la visita al parco, che può essere goduto in una mezza giornata abbondante, tenete del tempo anche per la coloratissima Butterfly House, un giardino tropicale ospitato in una struttura di vetro in cui vivono decine e decine di farfalle tropicali ed equatoriali. Ne vale la pena!

    Vita di corte nella città dei Medici

    Firenze, si sa, è una città che offre mille occasioni per essere visitata, tra mostre e festival. Ma forse non tutti sanno che è una delle città più attente ai bambini. Sono davvero tanti gli spunti family friendly per scoprirla con tutta la famiglia, piccolissimi compresi. A Palazzo Strozzi, ad esempio, ci sono le “visite in passeggino” dedicate alle famiglie o anche alle sole mamme con bebè, mentre a Palazzo Vecchio, siamo diventati i protagonisti di un’entusiasmante giornata a palazzo con la visita “Vita di corte” (per i bambini dai 4 ai 7 anni). Un percorso che porta a scoprire passaggi segreti, a divertirsi con i giochi usati dai bambini a palazzo e ad indossare abiti d’epoca. Se, invece, preferite girare la città autonomamente, passate all’info-point di Palazzo Vecchio e dell’Istituto degli Innocenti, per ritirare il “Family Tour”. Vi verranno dati dei veri e propri “zaini da esploratori”. I kit, gratuiti, propongono un itinerario a tappe con una mappa e delle cartoline che aiutano ad attraversare il centro osservando, immaginando, scoprendo tante informazioni curiose e interessanti. Alle mappe si uniscono le app, che in modo del tutto analogo, diventano una guida dedicata a chi è ormai abituato a guardarsi attorno grazie all’utilizzo dello smartphone o del tablet. Il tutto è declinato secondo due fasce d’età: 6/9 e 10/13 anni. E se volete fare scorta di fortuna, in pieno centro, accanto alla Loggia del Mercato Nuovo, c’è “un porcellino in bronzo di bella fattura”, come scrisse Hans Christian Andersen nel descrivere il piccolo cinghiale, la tradizione vuole che se, soprattutto i bambini, ne toccano il lucido muso il gesto porta buona sorte.

    Fiesole

    Da Firenze abbiamo deciso di raggiungere Fiesole, distante solo una manciata di chilometri dalla città dei Medici, dove, anche qui, come a Firenze, da un paio di anni è disponibile il Fiesole Family Tour, un kit e una app (noleggiabili gratuitamente) dedicati alle famiglie che vogliono visitare la cittadina in modo autonomo e scoprine la storia del territorio in maniera coinvolgente. Così per la nostra prima vista alla città ci siamo fatti guidare dalle 10 tappe suggerite dalla mappa e dalla app e la visita si è trasformata in una divertente caccia al tesoro tra palazzi e musei. Alla fine della giornata in vetta alla top ten delle cose più belle sperimentate i bambini hanno messo la passeggiata nell’area archeologica, con il tempio etrusco-romano, le terme e il teatro romano.

    In bicicletta in riva al mare

    Se siete alla ricerca di una giornata al mare alternativa vi consigliamo di percorrere tutti o una parte dei 28 chilometri della Ciclabile della Versilia che unisce Viareggio a Marina di Massa. Ai bambini è piaciuto molto pedalare vista mare, e ogni occasione è stata buona per fermarsi a giocare in spiaggia o per un tuffo in mare. Lungo tutto l’itinerario si trovano diversi punti noleggio. Ecco qui un paio di dritte: Nolo Cicli da Patrizia (Viale Capponi, 2, Pineta di Ponente, tel. 0584-944699) dove si trovano anche bici elettriche a pedalata assistita, oppure Bikers Viareggio (via Aurelia 186, Viareggio, tel. 0584/961384). Arrivati a Forte non potevamo rinunciare ad una sosta alla focacceria storica Pizzeria Da Valè, in piazza Garibaldi 4 (tel. 0584 89361), dove ci siamo gustati una buona pizza al taglio e le celebri focaccine.

    Mare for kids

    La Versilia, è uno dei must delle vacanze al mare. La scelta è ampia tra Forte dei Marmi, Viareggio, Lido di Camaiore e Pietrasanta, tutte località più volte insignite della Bandiera Blu oltre che di quella Verde dei Pediatri, che seleziona solo mete family friendly, con servizi ad hoc per i bambini e le famiglie. A Forte dei Marmi, ad esempio, c’è la “Spiaggia dei bambini” (vicino al Pontile di Forte dei Marmi) con spazi ed eventi dedicati durante tutta l’estate. Mentre a Viareggio, dove la celebre rassegna La Versiliana ha anche una declinazione kids con La Versiliana dei piccoli, abbiamo potuto sperimentare che davvero è carnevale tutto l’anno! Una delle cose da fare con bambini, anche d’estate, infatti, è visitare la Cittadella e il Museo del Carnevale, dove sono esposti i bozzetti della maggior parte dei carri che negli anni hanno vinto il concorso e dove durante tutto l’anno ci sono laboratori ed eventi dedicati ai più piccoli.

    A tutta natura

    Se invece siete alla ricerca di una giornata green a ritmi slow, il lago di Massaciuccoli è la meta perfetta. Il lago fa parte del Parco naturale di Migliarino S. Rossore Massaciuccoli, area protetta dalla LIPU. Armati di binocolo in una sola giornata abbiamo avuto la fortuna di incontrare aironi bianchi, cinerini e rossi, e poi, ancora, falchi di palude, il raro e bellissimo basettino, e molti altri. L’Oasi Lipu di Massaciuccoli offre l’opportunità di effettuare visite guidate a bordo dei tipici barchini da palude, oppure a bordo del battello o in canoa. Noi abbiamo scelto il barchino da palude, la tipica imbarcazione di queste acque, per scoprire gli angoli più suggestivi del Lago con un andamento slow. Una visita, di circa 1 ora, adatta anche ai più piccoli, con noi c’erano bambini dai 3 anni fino ai ragazzini di 15 anni. Per gli appassionati del birdwatching è una meta davvero consigliatissima.

    L’isola dei bambini

    Ebbene si, l’Elba è conosciuta anche come l’isola dei bambini. Da diversi anni ogni estate torna il festival Elba l’isola dei bambini con fiabe, spettacoli, animazioni e giochi in tutti i borghi dell’isola. Oltre agli eventi pensati per i piccoli, non sono da meno i percorsi e le spiagge family, come Marina di Campo, una delle più grandi e spaziose, con il fondale che digrada dolcemente, adatta a chi è in vacanza con i bambini più piccoli che fanno i primi esperimenti in acqua. Altrettanto grande e super attrezzata è anche la spiaggia di Procchio. Un po’ più piccole sono quelle di Cavoli e della Fetovaia, entrambe di sabbia. E all’Elba non mancano anche gli spazi dove giocare: un po’ ovunque si incontrano parchi gioco per tutte le età e i gusti, dai gonfiabili ai tappeti elastici. Ad esempio proprio nella pineta di Marina di Campo, dietro alla spiaggia, ogni anno ritroviamo un piccolo parco gonfiabili, con angolo baby e pista per minicar elettriche. Una gita molto affascinante con i bambini è stata alle miniere di Capoliveri, che, insieme alle miniere di Rio Marina, fanno parte del Parco Minerario dell’Isola d’Elba. In alta stagione ci sono tour guidati all’interno dell’unica miniera sotterranea visitabile dell’isola, tutti i giorni in partenza dal Museo della Vecchia Officina, che si trova nel centro storico di Rio Marina, a 30 minuti di auto da Capoliveri.

    Quando fuori piove, cosa fare con i bambini in Toscana?

    I musei, quando sono family friendly, sono una risorsa preziosa per trascorrere in modo divertente e stimolante una giornata uggiosa. E a Firenze non c’è che l’imbarazzo della scelta. Oltre a Palazzo Strozzi (che propone visite dedicate per mamme e bebè e poi a seguire per bambini e ragazzi dai 3 ai 15 anni e diversi laboratori) e al Museo dei Ragazzi di Palazzo Vecchio con visite e attività suddivise per fasce di età, dai 4 ai 14 anni, c’è anche l’Istituto degli Innocenti con la Bottega dei Ragazzi, da poco rinnovati con nuovi percorsi e laboratori creativi per i bambini dai 3 agli 11 anni che si ispirano alla filosofia dell’ “imparare facendo”. Se siete alla ricerca di una dritta per la pausa merenda, qui non perdetevi il Caffè del Verone, un caffè letterario sulla terrazza quattrocentesca, da cui si gode una bellissima vista sulla città. Vicino all’Arno ecco invece il Museo Galileo Galilei, qui i bambini hanno indossato i panni dei piccoli scienziati divertendosi tra esperimenti, visite guidate e attività organizzate per le famiglie, e suddivise per fasce d’età (dai 5 ai 12 anni).

    Laura Ogna

    loading...
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close