Cerca Hotel al miglior prezzo

Isola di Mauritius, vacanza nella perla dell'oceano indiano

Pagina 1/2

L'Isola di Mauritius vi incanterà, solleverà la vostra anima, vi farà sentire in un mondo paradisiaco. Il contrasto di una moltitudine di colori e di gusti, avvolti da un mare turchese, sazieranno la vostra anima e vi lasceranno un ricordo indimenticabile. Un gruppo di isole situato ad est del Madagascar che prende il nome di Isole Mascarene: tra esse c'è proprio l’isola di Mauritius (capitale Port Louis), che con la vicina isola de La Reunion rappresenta il punto di attrazione principale dell’arcipelago.

Quando andare a Mauritius? Una vacanza a Maurizio è quasi sempre baciata dal sole, ma ci sono periodi migliori a seconda delle proprie esigenze: per chi cerca giornate solari e luminose e vuole mettere a punto una bella abbronzatura, meglio concentrarsi sul periodo che va da fine maggio a fine novembre, la stagione più secca e relativamente fresca dell'isola (massime sui 27-28 gradi di norma). In realtà qualche rovescio è sempre possibile, fa parte della natura dei tropici, ma in prevalenza i cieli saranno dominati dall'azzurro e dalla calda luce del sole. Il periodo estivo mauriziano va da dicembre ad aprile, quando le temperature si alzano sopra i 30 gradi ma aumenta anche l'umidità. Il cielo diventa spettacolare perchè si trapunta di nuvole, che conferiscono colori struggenti ai tramonti, ma le piogge sono frequenti e aumenta il rischio delle tempeste e dei cicloni tropicali.

Per gli appassionati di immersioni ecco alcune informazioni utili per la scelta del periodo migliore. Tra ottobre e gennaio ci sono buona visibilità, buon mare, e il transito di grandi mammiferi marini come balene e megattere. La temperatura dell'acqua è tra i 28 e i 30 gradi. In febbraio il clima è lo stesso, ma aumenta il rischio cicloni. Aprile segna la fine della stagione dei cicloni, il vento inizia a crescere avvicinandosi a giugno e la temperatura diminuisce di 1 o 2 gradi. Tra giugno a luglio i forti venti possono rendere problematiche le immersioni al di fuori delle lagune orientali. In agosto il vento è più debole e il mare calmo, e la temperatura dell'acqua è compresa fra 23 e 24ºC .

Come arrivare all'Isola di Mauritius? I collegamenti aerei che congiungono Maurizio all'Europa, Italia compresa, sono numerosi. Ci sono voli da Milano Malpensa e da Roma Fiumicino con le compagnie Air Europe, Air Mauritius e Eurofly. Il volo ha una durata di circa 10-11 ore, variabile a seconda del tipo d'aereo e dei venti in quota.

Le isole Mascarene, di origine vulcanica, si affacciano ad ovest sulla vastità dell’Oceano Indiano (6.000 km per arrivare a Perth, Australia!) e Mauritius è un'isola di medie dimensioni, all’incirca come un'isola delle Canarie o delle Baleari, e quindi perfetta per una vacanza che non si accontenta del solo mare, peraltro eccezionale, ma che si nutre anche di scoperta del territorio, trekking e incontro con culture indigene. All’interno dell’isola si incontrano crateri vulcanici, montagne che superano gli 800 m di quota (Piton de la Riviere Noire), corsi d’acqua con cascate travolgenti (Tamarino Falls), piccoli villaggi caratteristici e una vegetazione lussureggiante e ricca di vita. Un tempo vi abitava un uccello unico al mondo, il Dodo, che purtroppo si è estinto a causa dello squilibrio dell’ecosistema introdotto dall’uomo.

... Pagina 2/2 ... Il fascino maggiore dell’isola risiede nell’incredibile trasparenza delle acque, nelle spiagge di sabbia bianca e finissima e nella barriera corallina, ingredienti perfetti per una vacanza all’insegna del relax, dello snorkeling e delle immersioni tra migliaia di pesci coloratissimi. Ma la giornata a Mauritus non finisce al tramonto. Le Mascarene, crocevia di culture e popoli tra Africa e Asia, offrono musiche e danze particolari come la séga, e nottate romantiche sotto il cielo stellato dell’emisfero australe.

Cosa vedere a Mauritius?
Compiendo un periplo dell'isola in senso anti orario dalla capitale Port Louis troviamo la spiaggia di Flic en Flac, Tamarin Bay affollata di surfisti, Black River Bay dove il reef si allunga fino alla meravigliosa penisola di Le Morne Brabant. La costa sud vi attende con la Baie du Cap e le belle spiagge di Souillac, che rappresenta la località più a sud di Maurizio; qui la costa si fa selvaggia e regala fenomeni spettacolari come Le Souffleur (i soffioni di acqua) ma anche scenari incantevoli come quello della Blue Bay, dove la barriera crea una laguna dai colori indimenticabili.

Proseguendo il periplo di Maurizio incontriamo la città di Mahébourg ed entriamo nella "Grande Reviere Sud Est" dove sorgono in successione luoghi famosi per le loro spiagge: l'Ile aux Cerfs, Trou d'Eau Douce e i resort di Centre de Flacq (Ambre plage, Le Palmar, Beau Rivage, plage Belle Mare e Coco beach).

Risalendo la costa orientale, oltre la baia di Flacq, il paesaggio si fa più basso ma frastagliato, con la Rivière du Rempart che si spinge oltre Grand Gaube fino ad arrivare a Cap Malheureux, oltre il quale iniziano le zone turistiche del nord, che vi aspettano con scintillanti complessi turistici. Il primo che incontriamo si trova a Bain Boeuf, affiancato dalla spiaggia di Pereybere e quella di Merville Beach. Siamo nella zona della Grand Baie, un semicerchio di straordinaria bellezza. Oltre Pointe aux Canonniers, bellissima con la sua laguna multicolore, si apre la spiaggia di Mont Choisy che precede la famosa zona di Troux aux Biches, ricca di hotel e resort. Scendendo verso Port Louis concludiamo il periplo con la Baie aux Tortues e la Baie Du Tombeau.

 Pubblicato da - 21 Maggio 2012 - © Riproduzione vietata

17 Settembre 2014 In funivia da Brooklyn a Manhattan in 4 ...

Che non sia una novità assoluta nel panorama dei trasporti americani ...

NOVITA' close