Europa e Russia

Geografia e clima del vecchio continente e della Russia

Il cosiddetto vecchio continente, agli occhi di un turista extra Europeo può rappresentare il sogno materializzato di ogni viaggiatore. Solo l'Europa può vantare un così straordinario patrimonio di bellezze naturali, che spaziano dai ghiacci artici fino alle zone desertiche dell'Andalusia, e il tutto condito da un patrimonio culturale ed artistico che non può avere rivali in qualsiasi altro continente sul pianeta Terra. Ma non sono solo questi i vantaggi di una vacanza in Europa: è da considerare la facilità di spostamento, con un fitta re te di ferrovie autostrade e collegamenti aerei low-cost. I livelli di sicurezza sono ottimi in pressoché tutte le nazioni, e l'Europa riesce a soddisfare ogni tipo di turismo e in qualsiasi stagione dell'anno.

Uno dei punti forti dell'Europa è il suo clima, decisamente mite e gradevole a dispetto delle latitudini delle varie nazioni. Le ragioni di un clima così favorevole, e che ha certo contribuito allo sviluppo delle civiltà in Europa, è la presenza della Corrente del Golfo, che lambisce le coste occidentali europee. La grande corrente oceanica riesce a garantire un apporto di calore su gran parte dell'Europa, Russia esclusa, lasciando di libere ad esempio le coste norvegesi dai ghiacci invernali, cosa che invece non riesce a parità di latitudine alle coste opposte dell'atlantico, tra Canada e Groenlandia. Quindi anche in pieno inverno l'Europa può offrire temperature mediamente miti sulle coste, sena però penalizzare più di tanto gli appassionati di sci che possono trovare montagne ricoperte di abbondanti manti di neve, per dedicarsi alle loro discese preferite.

A livello di orografia, l'Europa presenta numerose catene montuose, che oltre determinare variabilità nel clima europeo offrono importanti ecosistemi che valgono da soli il viaggio e consentono magnifici percorsi di trekking. A nord dell'Europa dominano le montagne norvegesi, un vero e proprio complesso che si estende in parte anche in Svezia, dalla fattezze alpine, che si tuffa nella parte terminale dell'Atlantico creando uno scenario unico: i fiordi. Sono molti i turisti che vengono a vedere queste valli glaciali inondate dal mare, con dei paesaggi incantevoli che hanno come rivali solamente le coste del Fiordland in Nuova Zelanda. Altre vecchie montagne si trovano nel nord Europa e più precisamente in Scozia dove troviamo le cime dei Monti Grampiani. Anche l'Islanda possiede dei rilevi imponenti, ma in questo caso si tratta di grandi vulcani: l'Islanda è un altro di quei territorio che per spettacolarità tutto il mondo invidia all'Europa. La spina dorsale Europea è quella però segnata dalla montagne generatesi nella grande orogenesi alpina: Pirenei, Alpi, Alpi Dinariche e zone balcaniche rappresentano il risultato dello scontro della placca europea con quella africana: il risultato è sicuramente spettacolare, con un serie di montagne di grande suggestione. Basti pensare che le Dolomiti non hanno pari al mondo per bellezza, oppure il canyon del fiume Verdon in Provenza, in grado di rivaleggiare con quelli americani.

Montagne molto spettacolari si trovano nel resto della penisola iberica, come ad esempio i Monti Cantabrici che al loro interno includono le cime dei Picos de Europa: queste vette sono state chiamate in tal modo perché erano le prime montagne avvistate dai navigatori in arrivo dall'Oceano Atlantico. La penisola iberica contiene altri importanti catene montuose al suo interno, chiamate sierre, di cui la più importante è la Sierra Nevada che supera i 3.400 m di altitudine con vista che domina fino al nord dell'Africa. Altre montagne che segnano la morfologia del continente europeo sono gli Appennini, interamente sviluppati in territorio italiano, e le catene più orientali: il Pindo in Grecia, i Sudeti e i Tatra tra Repubblica Ceca, Slovacchia e Polonia, i Carpazi in Romania e i Monti Urali che dal punto di vista meramente geografico chiudono ad est l'Europa dividendola dall'Asia.

Anche il turismo fluviale trova spunti interessanti in Europa. Il fiume più importante che attraversa la Mitteleuropa è senza dubbio il Danubio che si muove da ovest verso est, dalla Foresta Nera al Mar Nero. Le crociere Fluviali si muovono lungo questa importante linea di comunicazione che tocca il sud della Germania, l'Austria, la Slovacchia, l'Ungheria, la Serbia, la Bulgaria e la Romania. Un altro grande fiume, il Reno corre invece da sud verso nord e taglia in due l'Europa, come già faceva al tempo dell'impero romano che lo ha avuto anche come confine nel corso della sua storia. Dalla Svizzera si dirige in Germania per poi terminare la sua corsa in Olanda, gettando si nel mare del Nord. Altri fiumi da ricordare per importanza storica e geografica sono il Tago in Spagna e Portogallo, il Tamigi in gran Bretagna, mentre la Francia annovera la Loira, resa famosa dai suoi castelli e la Senna, il fiume di Parigi. Più verso est troviamo l'Elba e la Vistola, oltre che il fiume più lungo del continente europeo, e cioè il Volga che scorre interamente in territorio russo, come anche l'Ob e il Tunguska.

Oltre ai numerosi fiumi l'Europa presenta anche una serie importanti di laghi, alcuni particolarmente importanti sia in termini di estensione che volume d'acqua: la regione alpina annovera importanti esempi: il lago di Ginevra, creato dal fiume Rodano, il Bodensee anche conosciuto con il nome di lago di Costanza ed il Lago di Garda. A fianco delle Alpi, in Ungheria troviamo il lago Balaton. Salendo verso nord grandi laghi trapuntano le pianure della scandinavia e della vicina Russia: il Vättern e il Vänern in Svezia e il Ladoga e Onega in Russia sono quelli più estesi. La russia contiene inoltre la riserva d'aqua più grande del pianeta, costituita dalle acque del grande Lago Baikal. Da ricordare comunque la Finlandia che oltre ospitare il 4a lago per estensione, il Saimaa, è considerata come la terra dei laghi, per l'incredibile numero di specchi lacustri presenti in questa nazione.

Dal punto di vista artistico e culturale l'Europa offre poi una scelta in grado di spaziare oltre 7.000 anni di storia, con più di una grande civiltà che hanno lasciato fior di monumenti molti dei quali di incomparabile spessore artistico. Inoltre alcuni tra i musei più importanti del mondo si trovano proprio in Europa, e le capitali europee da sole offrono spunti sufficienti a programmare decine di vacanze per ammirare questo enorme numero di siti, tra monumenti, archeologie e musei di ogni genere. Si vanno da testimonianze antichissime, come dolmen e menhir nell'Europa occidentale, alle testimonianze della civiltà Minoica in Grecia, per poi scoprire un po' sparsi per il continente tutte le vestigia lasciate da antichi greci e romani. Templi, città, strade, le vere radici culturali dell'Europa affondano nelle eredità lasciateci da Atene e Roma e su cui si è formata la storia più moderna del continente europeo. Il medioevo ha lasciato borghi, castelli e fortezze in varie zone del centro Europa, mentre il Rinascimento ha costellato ogni nazione di sontuosi palazzi ed eleganti case patrizie. Una vacanza in Europa non potrà non arricchire il vostro bagaglio culturale ed il vostro amore per l'arte.
Condividi:

29 Ottobre 2014 10 parchi divertimento che apriranno prossimanente ...

Chi può dire cosa ci riserverà il futuro? Quali saranno ...

NOVITA' close