Cerca Hotel al miglior prezzo

Praga, visitare la capitale della Repubblica Ceca

Pagina 1/2

Chiunque sia stato a Praga non si scandalizza di certo a sentire che la capitale della Republica Ceca viene inserita tra le 5 più belle città d'Europa, e sicuramente il suo centro storico entra di diritto nella top ten mondiale, sia per la bellezza dai suoi monumenti principali che per l'armonia affascinante degli stili architettonici, che rendono una semplice passeggiata, liberamente lungo le sue strade, una esperienza indimenticabile. La sua posizione al confine tra est ed ovest Europa, la presenza del fiume Moldava, che si snoda tra una serie di dolci colline, ha da sempre reso Praga un crocevia tra popoli e nazioni, che hanno creato la sua storia complessa, ma ne hanno arricchito di arte e cultura le sue strade.

Sulla nascita di Praga si narrano due leggende: la prima ne attribuisce la costruzione alla principessa Libuse, la seconda agli Ebrei cacciati nel 70 d.C. dalla Palestina. Di sicuro si sa che questo punto di facile guado della Moldava era abitato fin dalla preistoria. Se la zona del Castello di Praga, è la più antica, e fu eretta a partire dall'ottavo secolo, Il periodo di maggiore sviluppo della città coincide col regno di Carlo IV di Lussemburgo, che riunì le tre città, quella vecchia o Starè Mesto, con il borgo di Malà Strana ed il Castello e creando la città nuova di Nove Mesto. Carlo IV fondò inoltre l'Università, e nel 1355, ottenuta la corona imperiale col nome di Carlo IV, ne fece la capitale del Sacro Romano Impero, dandole una magnifica connotazione Gotica. Praga era, prima di divenire capitale della Cecoslovacchia, il centro politico-commerciale più importante della zona ceca. Definita da alcuni «città d'oro», da altri «città dalle cento torri», per la sua bellezza è anche chiamata la Roma del Nord. Dopo la prima guerra mondiale, con il crollo dell'Impero asburgico, divenne capitale del nuovo Stato cecoslovacco, e dopo la caduta del muro di Berlino, ka capitale della Repubblica Ceca.

La singolare posizione naturale e più di mille anni di continuo sviluppo architettonico rendono Praga una delle più belle città europee. La capitale della Repubblica Ceca è costruita su alcuni colli e si estende sulle due rive del fiume Moldava che la bagna dal sud al nord. Fin dal primo medioevo Praga fu un importante incrocio commerciale e luogo dove si incontrarono gli scienziati e gli artisti di tutto il mondo, ma ogni epoca ha lasciato una traccia nelle sue vie ed il centro storico è una galleria eterogenea, ma assolutamente armonica di tutti gli stili architettonici, dal gotico fino al presente.

Per visitare Praga potete dimenticarvi la vostra automobile: certo la città si raggiunge abbastanza facilmente dall'italia, dal passo del Brennero occorrono circa 6 ore di automobile, ma in virtù dei voli low cost, e del fatto che il centro storico si percorre facilmente a piedi, o con i mezzi pubblici, consigliamo di lasciare l'auto a casa, evitando stress di parcheggi e sensi unici, e godendosi il centro storico nel modo più rilassante possibile. Per visitare tutta la città, in modo abbastanza completo anche se superficiale, serve almeno una settimana, ma basta anche solo un week end per innamorarsi della città.

Un itinerario ideale per avere una infarinata del centro storico di Praga può essere il seguente: arrivare nella grande piazza Venceslao, detta anche i Campi Elisi di Praga, che si trova al confine tra la città vecchia e la città nuova, anche se poi la città nuova ha invero più di 650 anni di storia! Qui potete ammirare le architetture moderne della piazza, con palazzi liberty, rococò e in stile cubista, coronati a sud dalla statua equestre di San Venceslao e dall'imponente Museo Nazionale alle spalle.

Se invece ci muoviamo dalla piazza verso nord-est, in via Na Prikope, via interessante anche per le opportunità di Shopping, possiamo arrivare in Piazza della Repubblica (Republiky namesti), ed entrare nella Città Vecchia dalla Torre delle Polveri. Da qui seguirete la strada Celetna, che conduce direttamente nel cuore di Praga, la piazza di Staromestske namesti. Si tratta di uno dei luoghi più incantevoli del pianeta, vuoi per la bellezza degli edifici, dall'aspetto quasi di fiaba delle guglie della chiesa di Santa Maria di Tyn, per il grande monumento bronzeo a Jan Hus, la chiesa barocca di San Nicola e il Municipio della Città Vecchia (Staroměstská radnice), che ospita, sotto la grande torre, il celebre Orologio Astronomico che richiama ad ogni ora una folla di curiosi.

Dopo esservi previ il vostro tempo per metabolizzare questo luogo meraviglioso, ed ammirato i suoi eleganti palazzi, potete decidere di muovervi verso ovest o verso nord: nel primo caso il vostro obiettivo sarà il Ponte di Carlo, raggiungibile seguendo il sinuoso percorso della via Karlova, che costeggia anche il Clementinum, prima di raggiungere il fiume Moldava. Se invece seguite una direttrice più settentrionale giungerete nel quartiere ebraico di Josefov, dove non potete mancare la visita della Sinagoga Pinkasova e del vecchio cimitero ebreo.

... Pagina 2/2 ... Il Ponte di Carlo rimarrà sicuramente uno dei vostri ricordi più belli di Praga. La sua posizione sospesa tra il Castello ed il centro, resa ancora più affascinante dalla cornice di grandi statue barocche, e dalla presenza di artisti di strada e bancarelle, che rendono questo luogo quasi magico. Per chi è appassionato di fotografia, il momento migliore per visitarlo è all'alba, quando il ponte risulta pressoche deserto, oppure al tramonto, con le luci accese del Castello, che rendono l'atmosfera simile ad una fiaba. Se proseguite e attraversate tutto il ponte arrivate nel quartiere di Mala Strana e potete salire al Castello.

Il Castello di Praga (Hradcany) e la cattedrale di San Vito sono situati sul rialto sulla riva sinistra della Moldava e dominano la città. Vanno assolutamente visitati, sia per il bagaglio storico e culturale che possiedono, sia perchè da lassù il panorama di Praga è memorabile. Nell'area del castello si trovano oggi gli uffici del Presidente della Repubblica e risiedono sede molte istituzioni culturali. La Cattedrale di San Vito offre le sue architetture gotiche, mentre il palazzo reale racconta la storia del periodo d'oro di Praga, durante il regno degli Asburgo e delle famose anche se tragiche defenestrazioni. Al pubblico sono aperte anche le sale dell'ex palazzo reale ed i giardini del castello, quelli che offrono una bellissima veduta della città. Non perdetevi poi il celebre Vicolo d'Oro, con le sue minuscole casine colorate, tra cui l'abitazione dove visse Franz Kafka. Sempre in zona del Castello non dimenticate di visitare la Chiesa di Loreto (Loreta) ed il Monastero di Strahov, che ospita due interessanti e storiche biblioteche.

Ritornati verso la moldava potrete passeggiare lungo le strade lastricate di Mala Strana, magari scendendo lungo la strada Nerudova con sosta alla Cattedrale di San Nicola che si trova la centro della piazza di Malostranske namesti, e poi recarvi alla vicina chiesa del Bambin Gesù di Praga, una classica meta dei pellegrini italiani. Ritornati oltre la Moldava, in Nove Mesto avrete da visitare ancora l'enorme piazza di Karlovo namesti, dotata di grande parco verde e coronata a nord dal Municipio Nuovo, e nelle vicinanze la particolare Casa Danzante (Tancici Dum), chiamata anche in modo informale "Ginger e Fred", il capolavoro di Frank Gehry e Vlado Milunić.

Nei locali tipici si possono gustare piatti boemi, che risentono dell'influsso della gastronomia tedesca e di quella austriaca. Fra le minestre segnaliamo quella con gli gnocchetti di fegato. Fra i secondi domina il maiale: consigliabile l'arrosto con i knedliky (palline di pane); da ricordare anche il famoso prosciutto affumicato, noto in tutto il mondo come prosciutto di Praga: obbligatorio mangiarlo nella Piazza della Città Vecchia, acquistato dalle bancarelle ambulanti! Dessert famoso è la palacinka, una crepe al cioccolato o alla fragola. L'acquisto tradizionale è il cristallo di Boemia; i prezzi sono molto convenienti e trovate molti negozi in centro.

Praga diventa ancora più magica durante l'Avvento, quando i Mercatini di Natale si accendono in varie zone della città. Il più grande di tutti si svolge a Staromestske namesti, la Piazza della Città Vecchia, e il primo sabato d'Avvento tutta Praga si reca qui per vedere, nel tardo pomeriggio, l'accensione dell'Albero di Natale. Un altro mercatino si svolge in Piazza della Repubblica, come anche uno all'apice settentrionale di Piazza Venceslao. Qualche isolato più lontano, a Praga est, vicino alla chiesa di S. Ludmilla, trovate un altro mercatino, come anche in Mala Strana. Anche durante le vacanze di Pasqua, Praga vede fiorire dei tradizionali Mercatini.

Praga sicuramente merita l'attenzione e l'ammirazione da parte dei visitatori che ci si recano da tutto il mondo, ma è possibile visitare molti monumenti interessanti anche nei suoi dintorni. Tra i luoghi più frequentati ricordiamo il castello di Karlstejn e Kutna Hora, città dei minatori. Kutna Hora, raggiungibile da Praga in un'ora di macchina, nel medioevo fu chiamata tesoro del Regno di Boemia. Vi si estraeva l'argento ed un tempo era seconda in grandezza ed in ricchezza dopo Praga. Una delle più popolari attrattive dal punto di vista turistico sono le ormai abbandonate miniere d'argento sotto la città. I visitatori, muniti di lampada, elmetto e tradizionale camiciotto con cappuccio, passano nei pozzi sotterranei lunghi circa 250 metri dell'originaria miniera medievale. Altra meta nei dintorni da non perdere è il borgo di Cesky Krumlov, ad ovest di Praga,una magnifica città Patrimonio UNESCO.

Il Clima di Praga è di tipo continentale: gli inverni sono quindi rigidi, e decisamente più secchi dell'estate, il periodo più piovoso dell'anno. A gennaio le minime si presentano mediamente su valori di 4 - 5 gradi sottozero ma spesso si raggiungono valori inferiori ai -10°C durante le irruzioni più intense da est. A Praga da metà dicembre fino a fine febbraio le piogge in genere lasciano spazio alle nevicate. Le massime si posizionano in questa stagione, intorno ai +2 gradi. D'estate le massime raggiungono di media i 24-25 àC e le minime valori intorno ai 13-14 °C con temporali e rovesci frequenti, circa 14 giornate al mese di pioggia. Forse il periodo migliore per visitare Praga sono la primavera o l'inizio dell'autunno, con condizioni intermedie, temperature gradevoli e piogge meno abbondanti.

 Pubblicato da - 19 Settembre 2012 - Riproduzione vietata

24 Ottobre 2014 I Mercatini di Natale a Monaco di Baviera ...

Il periodo dell'Avvento è un momento molto bello per viaggiare ...

NOVITA' close