Cerca Hotel al miglior prezzo

Il Castello di Praga (Prazsky Hrad): visita al cuore storico della Boemia

Il Castello di Praga è considerato il castello antico più grande del mondo. Domina Praga dall'alto e si raggiunge a piedi risalendo dal Ponte di Carlo. Al suo interno si trova la Cattedrale di San Vito e il Vicolo d'Oro simboli della città di Praga.

Praga ed il suo Castello vivono in una perfetta simbiosi. Due mondi diversi, ma compementari, tenuti divisi dalla Moldava, ma uniti in modo romantico dalla linea del Ponte di Carlo, che funge da magnifica passerella che collega le due zone più antiche della Città di Praga. Il vero nucleo storico di Praga risiede proprio nel Castello, su quella collina a nord della capitale boema delle cronache pongono la nascita del primo insediamento, verso l'880 dopo Cristo, anche se una leggenda vuole la sua nascita additittura 150 anni prima, per opera della figura leggendaria di Libuše.

Quello che colpisce il visitatore oggi è sicuramente la grandiosità di questo complesso, che se ammirato dagli spalti del Ponte di Carlo assume una connotazione quasi fiabesca, specialmente durante le prime ore della sera, quando viene illuminato in modo caldo e delicato, e le sue mura si riflettono nelle placide acque della Modava.

Il Castello di Praga, in ceco Prazsky Hrad, fu eretto, in origine, dai Premyslidi utilizzando come materiale il legno, e quindi non abbiamo che alcune traccie di queste prime costruzioni. Certo è che oggi è la pietra a dominare, che fu introdotta dopo che nel decimo secolo la fortezza passò ai Principi di Boemia fino ad arrivare a metà del 1300 il punto centrale dell'attività dell'Imperatore Carlo IV che trasformò completamente la costruzione, ampliandola e fornendole il suo aspetto gotico e monumentale che possiamo ammirare ancora oggi.

Fu proprio nel corso della seconda metà del 14 ° secolo che l'imperatore Carlo dette il massimo sviluppo al Castello di Praga . Per far ciò si servì di Mathieu d'Arras, un architetto francese, e Peter Parler, un costruttore tedesco, che dettero al complesso l'eleganza di un monumentale stile gotico. Fu sopratutto la costruzione della Cattedrale di San Vito divenuta un vero simbolo della Città di Praga. Poi altre aggiunte importanti, di tipo rinascimentale, furono commissionate da Rodolfo II degli asburgo, ma l'imporonta di Carlo IV risulta ancor oggi la più spettacolare.
Una curiosità: il Castello di Praga, secondo il Guinnes dei Primati, con i suoi oltre 74 ettari di estensione, è il più grande castello antico del mondo. Tra le sue mura vive il Presidente della Repubblica Ceca.

Una visita del Castello di Praga si svolge solitamente secondo il percorso classico: l'ingresso principale è posto in alto, sulla piazza Hradacanske namesti, da qui si visitano le varie corti e progressivamente si perde di quota scendendo verso la Moldava, godendosi ipasso passo il magnifico panorama.
L'ingresso vi accoglie con una grande cancellata barocca in ferro battuto, presso cui, ad ogni ora, avviene lo spettacolare cambio della guardia. Non potrete non notare le sculture di Titani, realizzate da Platzer nel 1770. Da qui si entra nella prima corte, in cui noterete la bella Porta di Matthias datata 1614 ed in stile barocco, oltre la quale si trovano le scale che conducono alle sale di rappresentanza del Castello di Praga, come la Sala del Trono e la Sala Spagnola. Queste camere sono accessibili al pubblico solo in via eccezionale, due volte l'anno.

Su si passa oltre si accede al secondo cortile. Al centro si trova la Fontana di Leopoldo, in stile barocco. Eventualmente si puà visitare la Cappella della Santa Croce del 18 ° secolo che possiede all'interno una seriedi pitture murali con scene dalla Bibbia. L'ingresso della Galleria del Castello di Praga è situata sul lato opposto. In questa colezione ci sono pregevoli opere d'arte realizzate da Rubens, Tiziano e Veronese, oltre che molti altri importanti artisti. Anche le scuderie imperiali, situate nel lato nord sono anch'esee un luogo di mostre ed esposizioni nelle gallerie Rodolfine.

Quando si accee al terzo cortile la vista viene catturata dall'imponete Cattedrale di San Vito.
Fu l'imperatore Carlo IV che la fondò nel 1344 come chiesa per le incoronazioni. Fu un lavoro duro e costoso, tanto che una parte di essa fu terminato solamente nel 20 ° secolo. Al suo interno si trova il mausoleo dei re cechi e la preziosa cappella di San Venceslao, decorata con splendidi affreschi gotici e pietre semi-preziose. Una porta nella cappella conduce alla Camera della Corona, dove sono conservati i gioielli della corona ceca. Per meglio vedere lo sviluppo gotico della chiesa potete recarvi a destra della cattedrale, dole il cortile risulta più ampio e consente una vista allargata del complesso. Qui si trova il palazzo dell'Antica Prepositura, del '600. Da non perdere poi la staua gotica di San Giorgio e il Drago, una scultura del '300, prima di recarvi dietro alla Cattedrale verso la quarta corte del Catello di Praga. In sua corrispondenza si trova la Chiesa di San GIorgio e l' Antico Palazzo reale di Praga.

E' stata questa la sede dei re cechi per diversi secoli e si possono visitare le sue belle sale gotiche. Una delle più importanti è la Sala Vladislao, elegante con le sue nelle vetrate, di epoca riscanimentale. Nella attigua Cancelleria di Boemia si trovano le finestre dove avvenne la seconda defenestrazione di Praga, quella del 1618. La visita include altre sale, come la Cancelleria del Consiglio, la Sala della Dieta e l'enorme Scalone dei Cavalieri.
La Basilica di San Giorgio, è invece la seconda chiesa più antica di Praga: venne fondata nel 920, e si tratta di un importante edificio romanico storico, anche se lo stile barocco e l'ardita tinta rossa della sua facciata lasciano un poco sorpresi. La chiesa Appartiene al Convento di San Giorgio, fondato come il primo monastero in Boemia nel 973. All'interno del convento si trova una mostra permanente della Galleria Nazionale di Praga.

Da qui la visita prosegue tuffandosi nel celebre Vicolo d'Oro, raggiungibile percorrendo la via Jirska, che vi condurrà alla celebre “Golden Lane”. Si tratta di una vecchia e suggestiva stradina, fiancheggiata da case molto piccole e colorate. Alcune abitazioni risalgono al 16 ° secolo. Ci sono varie leggende su questo luogo, che parlano di alchimisti, che sarebbero stati costretti a vivere e lavorare nel Vicolo d'Oro. Per altri l'oro è il colore delle urine, che le strade di questa zona malsana ricevevano dagli scoli inadeguati delle fognature. Di certo c'è che lo scrittore Franz Kafka è vissuto qui, nella casa N° 22 tra il 1916 e il 1917. Si può visitare la Torre Bianca cui si accede nel lato ovest del vicolo. Questo luogo fu usatocome una prigione nel 16 ° secolo, proprio come avvenne nella celbre torre Daliborka, quest'ultima situata all'altra estremità est del vicolo d'Oro, nei pressi del Palazzo Lobkowicz, ora un museo storico.

Un'altra torre (Mihulka - Torre delle Polveri) è accessibile attraverso un passaggio nella via Vikarska. Costruita come una parte della fortificazione del Castello di Praga, fu utilizzata tra l'altro come deposito di polvere da sparo e secondo una leggenda nella torre si trovava un laboratorio di alchimisti, il 16° secolo. Si trova a fianco della Cattedrale di San Vito. L'ingresso est del castello, da dove invece potete uscire è sormontato dalla imponente Torre Nera (Cerna Vez) che rislae al 12° secolo che supererete non prima di aver dato una occhiata al Palazzo dei Burgravi.

Usciti dal Castello passando sotto la Torre Nere, non perdetevi il punto panoramico dello splendido Belvedere dei Giardini Reali: sotto di voi una vista magnifica di Mala Strana, sulla Moldava, su parte del Ponte Carlo e tutto il quartiere di Stare Mesto, con uno dei panorami pià spettacolari dell'intera Europa, che vi farà scattare numerose fotografie fino ad esauriemnto della vostra scheda di memoria! Da qui potrete scendere a piedi fino in centro Città a Praga

Informazioni utili
L'ingresso al Castello ed ai Gairdini  è gratuito, mentre è necessario munirsi di biglietto per accedere alla zona più interna della Cattedrale di San Vito, al Palazzo Reale, nella Basilica e Convento di San Giorgio e per la Torre di Dalibor. Il costo per un tour di tutte le zone a pagamento del Castello costa 350 corone, equivalenti a 12 euro circa.  E' possibilie acquistare i singoli biglietti per delle visite mirate. 
Per raggiungere il Castello si può partire dal quartiere di  Malà Strana salendo per la Via Nerudova. Mentre la fermata della metro migliore è la  è Malostranskà Hradcanske.Si possono utilizzare i i tram 12, 22, 23 con fermate sempre a  Malà Strana. 

 Pubblicato da il 24/12/2015 - 29.286 letture - ® Riproduzione vietata

close