Cerca Hotel al miglior prezzo

Berlino, visitare la Capitale della Germania: cosa vedere e sapere

Pagina 1/2

Un week end a Berlino è una esperienza assolutamente da provare, si respira un atmosfera unica rispetto a tutta l'Europa, magari non c'è la bellezza straordinaria di una Roma e lo stile impeccabile di una Londra, ma chiaro traspare il mito di un luogo di frontiera che ha fatto la storia d'Europa con la sua posizione scomoda, in bilico tra occidente ed oriente, a metà strada tra Parigi e Mosca. Berlino è indissolubilmente legata ad eventi storici di grandissima portata e rispecchia il veloce susseguirsi di influssi e tendenze. È questa coesistenza, e talvolta confusione di stili, a rendere la città così attraente e forse anche a farne una delle metropoli europee più vivaci, stimolanti e poliedriche. Lo stile di vita, l’atmosfera ineguagliabile, le offerte culturali e per il tempo libero: sono questi i segni distintivi di Berlino.

Per arrivare a Berlino il Turista consiglia un volo low cost. Berlin è servita da molti areoporti europei e si trovano tariffe convenienti in molti periodi dell'anno che raggiungono i 3 principali aereoporti della città, Schonefeld, Tegel e Tempelhof e da qui prendere il taxi per il centro. In alternativa si possono utilizzare i veloci ed efficienti treni tedeschi, oppure affrontare il lungo percorso, circa 12 ore di guida dalle città del nord Italia attraverso gran parte del territorio tedesco. Qualunque sia la vostra scelta Berlino non vi deluderà, con il suo patrimonio culturale e umano che impregna una città viva e pulsante di oltre 3 milioni e mezzo di individui. La grande guerra distrusse quasi completamente Berlino ma a distanza di oltre 60 anni la città ha rimarginato le sue ferite e si candida ad essere uno dei cuori pulsanti della nuova Europa.
Una visita a Berlino inizia sicuramente dal Reichstag uno dei siti storici più importanti, situato vicino alla famosa Porta di Brandeburgo. Dopo la riunificazione delle due germanie è stata ripristinata la cupola che in breve è diventata il nuovo simbolo della città, con la caratteristica struttura in vetro.

La porta di Brandeburgo rimane comunque il simbolo della riunificazione tedesca, dopo oltre 44 anni di divisione simbolizzati dal muro, che passava non distante da qui. La porta ha un origine quale simbolo di pace, ma pochi anni dopo la sua realizzazione, nel 1806 Napoleone fece trasferire a Parigi la quadriga che sormontava la porta. Dopo Waterloo, la quadriga è tornata al suo posto e la Porta di Brandeburgo da simbolo di pace si è trasformata in icona della vittoria.Da non perdere a Berlino la cosiddetta Isola dei musei, 5 magnifici edifici compresi tra il fiume Spree e il Kupfergraben, patrimonio dell'umanità UNESCO che racchiudono interessantissime collezioni d'arte. Moderna, con un mix particolare di architetture, ma non per questo meno interessante, è Alexanderplatz dominata dal profilo della Fernsehturm, l'altissima torre, 365 m, destinata alle telecomunicazione ma con un ristorante rotante ottimo per farvi gustare la cucina tedesca con un panorama superlativo della città. Nella piaza altri due interessanti monumenti, il Weltzeituhr un orologio mondiale e la fontana dell'amicizia internazionale.

Concludiamo la nostra visita con i quartiere di St. Nicholas o per meglio dire il Nikolaiviertel, vicino a Alexanderplatz, un piccolo distretto nel centro storico. Sembra vecchio ma non lo è, si tratta di una ricostruzione moderna di ciò che la battaglia di Berlino spazzò via nella primavera del 1945. Anche la chiesa, Nikolaikirche è stata completamente riedificata ma in origine era del tredicesimo secolo. Ora ospita un museo che racconta la storia della città. La storia della città passava attraverso luoghi come il muro di berlino e il Checkpoint Charlie, uno dei punti di passaggio tra est ed ovest, un simbolo della città, ma ora dei due rimane una sottile fila di mattoni e una ricostruzione della postazione di frontiera, stretta ormai tra centri commerciali e negozi, che un po' alla volta stanno cancellando la memoria di un passato molto difficile di Berlino.

Berlino è una mecca per gli amanti della musica classica: oltre alle otto grandi orchestre sinfoniche - tra queste anche la nota Berliner Philarmoniker - che caratterizzano la vita musicale cittadina, va ricordata la variegata offerta lirica, straordinaria grazie a ben tre grandi teatri dell’opera. A Berlino ha una lunga tradizione anche la cultura dell’intrattenimento, inscindibile dal mito della città e dai "Roaring Twenties", i ruggenti anni Venti. Oggi Berlino vive un nuovo boom della musica leggera con un’offerta di intrattenimento senza paragoni.

Berlino è un paradiso per lo shopping che riesce a conquistare anche l’acquirente più ritroso. Capi eleganti di stilisti, eccentrici di tendenza o di pregiati pezzi d’antiquariato, qui ognuno trova gli articoli di ultimo grido o l’occasione che sta cercando. Oltre una dozzina di centri commerciali, numerose vie dello shopping come la famosa Kurfürstendamm e la Friedrichstrasse, invitanti negozietti nei quartieri Kreuzberg, Mitte e Prenzlauer Berg propongono tentazioni irresistibili. Due volte l’anno la capitale si apre alla lunga notte dello shopping e offre una particolare esperienza di acquisti e divertimento fino a mezzanotte! Dai moderni centri commerciali ai negozietti di seconda mano e ai rigattieri, qui c’è di tutto. Il leggendario Kaufhaus des Westens o KaDeWe, il più grande magazzino in Europa dopo Harrods, propone sei piani di grande shopping, e le Galeries Lafayette nella Friedrichstrasse affascinano con uno charme tutto francese. Centri commerciali come l’Arkaden sulla Potsdamer Platz e l’Europa Center nella piazza Breitscheidplatz permettono di fare shopping in tutta tranquillità, anche quando il tempo fa i capricci.
... Pagina 2/2 ...
Nella capitale si gustano specialità culinarie di ogni tipo: dalla cucina più semplice consumata nei chioschi, ai menù ricercati in ristoranti per gourmet. La varietà dell’offerta rispecchia quella della popolazione cittadina. La tradizionale cucina berlinese è sostanziosa e rustica e le specialità regionali sono servite in ambienti accoglienti. Accano alle Bulette (polpette), i Currywurst (wurst al curry) e una Berliner Weisse (specialità di birra aromatizzata con sciroppo di lamponi), si può provare anche l’alta arte culinaria. Che siano piatti australiani, asiatici o francesi, ristoranti a tema o al buio più assoluto, l’offerta è davvero ricca!

L’attrazione principale nei dintorni è Potsdam, la capitale del Brandeburgo, una meta da non mancare quando si visita Berlino. Qui ci si imbatte nella grande storia ad ogni piè sospinto: dal castello Sanssouci con i suoi sontuosi giardini, un tempo residenza estiva dei sovrani prussiani, al centro cittadino settecentesco restaurato con cura, fino al quartiere olandese. Lo zoo Berlin Friedrichsfelde è il parco paesaggistico zoologico più grande d’Europa che, incastonato nell’ex parco del castello Friedrichsfelde, ospita una moltitudine di specie rare. Il lago Müggelsee, il più grande di Berlino, si estende all’estremità di un’ampia area ricreativa ed è una meta ideale per passeggiate, gite in bicicletta, bagni rinfrescanti.

I giovani d’oggi hanno idee ben chiare riguardo a cosa rende affascinante una città e cioè "grinta" in ogni tipo di divertimento, possibilmente 24 ore su 24. Per una visita della città ricordatevi di utilizzare la Berlin WelcomeCard che è disponibile in tagli di 48 e 72 ore, molto utile soprattutto per le visite durante un weekend. Visite turistiche guidate, vita notturna, cultura, shopping, feste e musei: ce n’è proprio per tutti i gusti. Per molti il "must" assoluto è assaporare completamente anche la Berlino di moda e dei consumi. Le mete predilette sono Prenzlauer Berg, Mitte, Kreuzberg, Schöneberg e Friedrichshain: ogni quartiere ha la sua atmosfera caratteristica e inconfondibile. Consigli e informazioni all’indirizzo Internet www.bockaufberlin.de

Fonte: Ente Nazionale Germanico per il Turismo
Per maggiori informazioni: Tel. 02-2611.1730
Visita Vacanzeingermania.com
 



22 Ottobre 2014 Quali cittą visitare nel 2015 secondo Lonely ...

Quelle edite da Lonely Planet sono probabilmente le guide turistiche più ...

NOVITA' close