Asia

Geografia e clima del Continente Asiatico

Non c'è nessun altro continente capace di offrire i record dell'Asia: il tetto del mondo si trova qui, con le maestose cime dell'Himalaya, ma anche le zone più basse del pianeta, come la depressione del Mar Morto e l'incredibile “Deep Challenger”, il punto più basso della crosta terrestre, nella fossa delle Marianne alla profondità di 10.911 m sotto il livello del mare! Asia significa comunque una sintesi di tutti gli ambienti del nostro pianeta, un concentrato di natura selvaggia che spazia dai ghiacci delle montagne e la tundra della Mongolia fino alle foreste equatoriali che pullulano di vita, dai grandi deserti di Arabia e Cina fino alle isole coralline del sud-est asiatico, il tutto condito da un intreccio di popoli e culture che rendono questa porzione del mondo di un interesse turistico ineguagliabile.

Asia è anche sinonimo di immensi popoli: qui vive oltre la metà (60%) della popolazione dell'intero pianeta, quasi 4 miliardi di persone, la maggior parte delle quali vivono entro i confini dell'India e della Repubblica Cinese, ma anche l'Asia si può vantare di essere stata la culla delle principali religioni del mondo. Sicuramente lo è stata per la totalità delle religioni monoteistiche che si sono sviluppate nel cosiddetto Medio Oriente, la porzione più occidentale, e quindi più vicina a noi, di tutto il continente asiatico. La Turchia rappresenta il baluardo occidentale dell'Asia, anche se una parte del suo territorio, la Tracia ricade geograficamente in Europa, trovandosi ad ovest dello stretto del Bosforo. Il Medio Oriente è una delle porzioni più affascinanti del pianeta terra, ricco di scenari naturali e soprattutto culla della storia moderna dell'umanità: qui è stata inventata la scrittura, e qui si trova Gerusalemme una delle città più contese della storia dell'umanità. Il Medio Oriente è ricco di deserti colorati, mari cristallini dove fare immersioni, città storiche e grandi fiumi, fino a possedere alte montagne, ricoperte da boschi come si trovano in Libano, Turchia ed Iran. Sempre nel Medio Oriente si trova la Penisola Araba, capace di sorprendere i viaggiatori per l'austerità delle tradizioni musulmane di Yemen, Oman e Arabia Saudita, ma al contempo stupire i turisti per la modernità tecnologiche di luoghi come Dubai, Doha e Abu Dhabi.

Le montagne più elevate però iniziano a partire dall'Iran per poi proseguire verso levante in Afghanistan e con la catena dell'Himalaya, la vera Mecca degli alpinisti. Solo questa dorsale è capace di vantare cime più alte di 8000 m, che spartisce in vari territori, dal Pakistan alla Cina, dall'India al Nepal, toccando gli 8848 m del monte Everest. L'Himalaya, ricca di piogge grazie ai Monsoni è anche la zona di origine di importantissimi fiumi che hanno fatto la storia del Lontano Oriente e del Sud-Est Asiatico: l'Indo, il Gange, il Mekong, il Fiume Giallo e il Fiume Azzurro. Forse l'unica attrattiva naturale e turistica che l'Asia non può vantare è la presenza di grandi laghi. In realtà dal punto di vista puramente geografico, il Lago Baikal dovrebbe fare parte dell'Asia, anche se politicamente appartiene all'europea Russia. Altro grande specchio d'acqua interno è il Mar Caspio, bacino antico che possiede acque salate e ed è compreso principalmente tra i territori del Kazakhstan e dell'Iran.

Una ricchezza turistica dell'Asia è sicuramente la presenza di mari caldi e isole perfette per chi vuole rilassarsi con delle vacanze al calduccio di una spiaggia tropicale: acque calde lambiscono le sue coste nella zona del Golfo Persico, e lungo le coste dell'India, bagnata dall'Oceano Indiano, al largo della quale troviamo delle vere icone del turismo di mare: Isole Maldive, Laccadive ed Andamane sono luoghi privilegiati per praticare lo snorkeling e le immersioni. Altri luoghi dove il mare diventa una importante risorsa turistica sono le coste e le isole dello Sri Lanka, Thailandia e della vicina Malesia, mentre nelle regioni equatoriali troviamo le spiagge dell'Indonesia, che includono la magica isola di Bali, Filippine e Vietnam.

Sono comunque la cultura e la grande storia dell'Oriente una delle attrattive più appassionanti di una vacanza in Asia: ad esempio il Giappone offre tantissimo da questo punto di vista, oltre che ad un patrimonio naturale non indifferente, anche se ricco di insidie come vulcani, terremoti e tsunami. La Cina in questo è straordinaria, ci sono luoghi imperdibili come la Grande Muraglia Cinese e l'esercito di terracotta di Xian, ma poi luoghi ricchi di fascino come la città proibita a Pechino e i numerosi villaggi fluviali del suo territorio. La Cina poi offre la tecnologia di città emergenti come Hong Kong e Shanghai, e bellezze naturali straordinarie, fino ai paesaggi montani del Tibet. La cultura buddista permea la storia di nazioni come la Cambogia, Myanmar e la Thailandia, dove troviamo templi e palazzi da favola, come del resto l'India offre la spiritualità e cultura Indù e dove si trova forse l'attrazione turistica più famosa del pianeta, il mausoleo di Taj Mahal.

Il clima dell'Asia è molto variabile, in funzione della latitudine e dell'altitudine della porzione di territorio che viene considerata. Però una delle sue caratteristiche è quello di avere in larga parte del suo territorio una connotazione stagionale. Parliamo dei Monsoni, i venti generati tra le differenze di temperature delle zone meridionali, marine, e quelle settentrionali invece continentali. In estate la parte continentale, cioè Himalaya, Pamir ed altri altopiani asiatici, si scalda e genera una zona di basse pressioni che richiama venti umidi da sud, con grande abbondanze di piogge. In inverno il flusso si inverte e i venti settentrionali regalano periodi di clima più secco anche nelle regioni della fascia tropicale.

Condividi:

23 Ottobre 2014 Feste di Halloween nei parchi divertimento ...

Da qualche decennio la moda di Halloween impazza anche in Italia, ed il ...

NOVITA' close