Cerca Hotel al miglior prezzo

Viaggi a Malta, Gozo e Comino, nell'arcipelago dei Cavalieri

Pagina 1/2

Centro geografico del Mediterraneo, da sempre crocevia di popoli e commerci, Malta si candida ad essere una delle isole turistiche più affascinanti del Mediterraneo, offrendo 7.000 anni di storia, un anima italiana e sicula che si integra al pragmatismo anglosassone, e una natura severa e spettacolare dove rocce e mare offrono spettacoli grandiosi come in poche altre parti del Mediterraneo. Malta è in realtà un arcipelago e conta altre due isole importanti, Gozo e Comino, ed altre isole minori come Cominotto, Filfla e le isole di San Paolo. Per arrivare fin qua si può utilizzare l'aereo, ci sono collegamenti da moltissimi aereoporti europei, mentre durante la stagione estiva ci sono traghetti che collegano Malta con la Sicilia, ad esempio da Catania. Una volta arrivati potete noleggiare un automobile, oppure utilizzare i ben organizzati autobus che servono Malta e l'isola di Gozo. Le due isole sono collegate da un servizio traghetti e l'attraversata ha una durata di circa 20 minuti. L'isola di Comino è piuttosto piccola e può essere esplorata a piedi, se siete buoni camminatori, o in bicicletta. o con l'ausilio dello scooter.

La storia di Malta è molto affascinante, già 1.000 anni prima delle piramidi, intorno al 5.000 avani Cristo, qui esisteva una civiltà di un certo spessore, ma grazie alla sua posizione strategica, al centro effettivo del Mediterraneo, su Malta si sono succeduti popoli e dominazioni, dai fenici ai greci, dai cartaginesi ai romani, dai bizantini ai vandali, ai normanni e infine sotto dominazione spagnola. Fu poi data in affitto ai Cavalieri dell'Ordine dell'Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme, che da allora vennero chiamati Cavalieri di Malta,. Caduta in mano francese, passo poi sotto la protezione della Gran Bretagna da cui si affrancò nel 1964 quando si rese indipendente, pur rimanendo inserita nel Commonwealth.

Da visitare sono sicuramente l'isola di Malta, e La Valletta, sua capitale con viuzze e monumenti storici importanti, inserita in una baia molto bella, che la rende uno degli approdi naturali più sicuri del Mediterraneo. La fondazione di La Valletta è piuttosto recente; la sua prima pietra venne posta il 28 marzo 1566, per ricordare il Gran Maestro Jean Parisot de La Valette, l'uomo che aveva guidato l'anno prima i Maltesi e i cavalieri di S. Giovanni alla vittoria contro i turchi. Ottomila operai, per più di cinque anni, lavorarono alla costruzione delle fortificazioni, lunghe oltre tre chilometri. In tempi successivi la città sostituì Mdina, la vecchia capitale dell'isola. Nei ristoranti tipici vale la pena di assaggiare le specialità locali: il pasticcio di Lampuki (fatto con un appetitoso pesce del Mediterraneo), il ross filforn (riso al forno con uova e carne tritata), il qaqocc mimli (cuore di carciofo ripieno di olive tritate, pane ammollato e prezzemolo). La Valletta ha un Casinò abbastanza noto, il Dragonara Palace. Uno dei monumenti più interessanti della città è il palazzo dei Gran Maestri, costruito nel 1569. Nella sua armeria c'è una delle collezioni più complete del mondo: ha 7000 pezzi, alcuni dei quali rarissimi. Molto bella anche la cattedrale di S. Giovanni, progettata dall'architetto maltese Girolamo Cassar e costruita come chiesa conventuale dell'Ordine di S. Giovanni. La facciata della Cattedrale è sormontata dalla croce dell'Ordine di Malta.

Da segnalare sono le scogliere di Dingli oltre che le innumerevoli spiagge e le falesie rocciose spettacolari. A Gozo ci sono le splendide rovine del complesso di Ggantija, antichissime, ma anche mare spettacolare con rocce e scogli dalle erosioni particolari. Le acquee cristalline del Mediterraneo che circondano l’isola sono ideali per le immersioni subacquee e sono facilmente raggiungibili da qualsiasi zona delle isole. Tutte e tre le isole offrono scogliere, grotte e altri reperti che rendono le immersioni uniche e tra le più interessanti del Mediterraneo. La tranquillità del mare rende le acque estremamente visibili e il rischio di arrecare danni alla fauna e alla flora marina è minimo. È il luogo ideale per principianti e per chi prova le immersioni per la prima volta. Per i sommozzatori più esperti, vi sono siti con manufatti archeologici, alcuni della seconda guerra mondiale, altri risalenti all’epoca romana. La profondità delle acque varia dai 12 metri della caletta di Ghar Lapsi al Lantern Point che porta i sommozzatori in un tunnel subacqueo che raggiunge i 50 metri.
... Pagina 2/2 ...
Dato il bilinguismo dell'isola (Inglese e Maltese), l'arcipelago è meta delle vacanze studio dei ragazzi di mezza europa. Viaggi studio vengono organizzati da ben 40 scuole di lingua inglese in tutti i periodi dell'anno.

Il clima di Malta è fortemente condizionato dal mare ed è quello tipico mediterraneo. Le isole sono spesso soleggiate, per un totale giornaliero di ore che può variare da una media di 5-6 ore in pieno inverno, a una di 12 ore durante l’estate. Gli inverni sono miti, con brevi periodi occasionalmente più freddi a causa dei venti dell’Europa centrale che spirano da nord e da nord est. L’estate è calda, secca e molto soleggiata. Le temperature estive, durante il giorno, sono spesso mitigate dalle fresche brezze marine; in primavera e in autunno, però, il vento caldissimo dell’Africa porta talvolta temperature più alte (fuori stagione) e umidità. Questo vento è lo Scirocco o, in maltese, Xlokk: è un vento che soffia sulla Grecia e sull’Italia; a Malta l’aria è generalmente più secca a causa della breve distanza che la separa dalla costa africana. La piovosità media annua è bassa, di circa 568 mm, e la durata della stagione secca, durante l’estate, è più lunga rispetto quella della vicina Italia. La balneazione spesso è possibile anche durante i mesi ‘invernali’, e il picco della stagione balneare può durare fino a tardo ottobre.


28 Agosto 2014 Eruzione tra vulcano Bardarbunga e Askja ...

E' ufficiale: in Islanda una nuova eruzione vulcanica è in ...

NOVITA' close