Cerca Hotel al miglior prezzo

Malta cosa vedere nell'arcipelago dei Cavalieri

Pagina 1/2

Centro geografico del Mediterraneo, da sempre crocevia di popoli e commerci, Malta è una delle mete turistiche più affascinanti del Mare Nostrum: 7.000 anni di civiltà, un'anima un po' italiana, un po' sicula e un po' africana che si integra al pragmatismo anglosassone, una natura severa e spettacolare dove rocce e mare offrono spettacoli grandiosi come in poche altre parti del Mediterraneo. La Repubblica di Malta è in realtà un arcipelago e conta, oltre all'isola principale che dà il nome alla nazione, altre due isole importanti come Gozo e Comino, ma esistono ulteriori isole minori come Cominotto, Filfla (Filfola) e le isole di San Paolo.

La storia di Malta è particolarmente affascinante: già mille anni prima delle piramidi, intorno al 5.000 a.C. qui esisteva una civiltà molto evoluta. A causa della sua posizione strategica, nel centro effettivo del Mediterraneo, su Malta si sono succeduti popoli e dominazioni: dai fenici ai greci, dai cartaginesi ai romani, dai bizantini ai vandali, dai normanni agli spagnolli, tutti erano interessati ad impossessarsi dell'arcipelago. Malta fu anche data in affitto ai Cavalieri dell'Ordine dell'Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme (che da allora vennero chiamati Cavalieri di Malta). Caduta in mano francese, passò poi sotto la protezione della Gran Bretagna da cui si affrancò nel 1964, pur rimanendo parte del Commonwealth.

La proposta turistica di Malta, a dispetto delle ridotte dimensioni (appena 315 km²), è davvero variegata: è infatti ricca di interessanti cittadine da scoprire, luoghi per splendide escursioni di trekking, spiagge incantevoli, mare caldo ottimo per lo snorkelling, siti archeologici e altre infinite occasioni di apprezzare la natura di questo arcipelago situato tra la Sicilia e la Tunisia.

Sull'isola di Malta, la visita non può che cominciare da La Valletta, la capitale.
I vicoli i monumenti, gli edifici storici e i tanti punti d'interesse l'hanno resa Patrimonio dell'Umanità dichiarato dall'UNESCO nel 1980.
La fondazione di La Valletta è piuttosto recente: la sua prima pietra venne posta il 28 marzo 1566, per ricordare il Gran Maestro Jean Parisot de La Valette, l'uomo che aveva guidato l'anno prima i Maltesi e i cavalieri di S.Giovanni alla vittoria contro i turchi. Ottomila operai, per più di cinque anni, lavorarono alla costruzione delle fortificazioni, lunghe oltre tre chilometri. In tempi successivi la città sostituì Mdina, la vecchia capitale dell'isola.
Una visita a La Valletta non può prescindere dai suoi luoghi simbolo: la St.John's Co-Cathedral (Concattedrale di San Giovanni), il Palazzo del Gran Maestro, una passeggiata agli Upper Barrakka Gardens per ammirare il suggestivo panorama sul Grand Harbour (la grande baia su cui sorge la città) o alcuni dei più interessanti musei come il National Museum of Fine Arts e il National Museum of Archaeology.

Negli immediati dintorni della capitale, non si può assolutamente perdere l'opportunità di scoprire l'Ipogeo di Hal Saglieni: nella cittadina di Paola si trova questa incredibile struttura sotterranea – anch'essa Patrimonio dell'Umanità dichiarato dall'UNESCO – dalle origini misteriose. Si tratta di una necropoli sotterranea rinvenuta casualmente nel 1902 e che s estende su una superficie di circa 500 m2. La sua costruzione avvenne oltre 5000 anni fa (probabilmente nel 3600 a.C.) e gli studiosi ritengono che vi siano state sepolti fino a 7000 persone. Oggi è possibile visitare questa che è l'unico tempio sotterraneo del mondo prenotando con largo anticipo online o anche presso il Museo Nazionale di Archeologia che abbiamo citato sopra. Non distanti dall'Ipogeo si trovano anche i Templi di Tarxien, strutture megalitiche scoperte nel 2014 e all'incirca coeve dell'Ipogeo.

Chi invece è alla ricerca di vita notturna e divertimenti, può puntare alla zona di Sliema, cittadina ad appena 6 km da La Valletta: alberghi, locali notturni, passeggiate sul lungomare e stabilimenti balneari sono ciò che si può trovare in città e nelle vicine località di St Julian e Paceville.

La parte più settentrionale di Malta è quella della natura e delle spiagge per eccellenza: Mellieha, Ghajn Tuffieha Bay, Gnejna Bay, Golden Bay sono solo alcuni dei nomi più conosciuti.
A chi interessa approfondire l'argomento, segnaliamo il nostro articolo sulle spiagge più belle di Malta, Gozo e Comino.
... Pagina 2/2 ... Chi ama le profondità marine può immergersi al largo della Marfa Peninsula, mentre chi preferisce un'escursione a terra può visitare lo spettacolare Il-Majjistral Nature & History Park, la Ghadira Nature Reserve o godersi il panorama dal promontorio di Ras il-Qammieh.

Sempre in tema di vedute mozzafiato, cosa c'è di meglio di una passeggiata sulle Dingli Cliffs per ammirare lo spettacolo di queste scogliere a picco sul mare? A pochi km da qui, nella cittadina di Rabat (solo omonima della capitale marocchina), meritano una visita anche le catacombe di Sant'Agata con i loro affreschi medievali, mentre nella parte più meridionale di Malta le principali attrazioni sono i templi megalitici di Hagar Qim e Mnajdra e una gita in barca all'arco naturale di Blue Grotto, che si apre tra le scogliere nei pressi della città di Zurrieq.

A quanti decidono di spostarsi nell'isola di Gozo (Ghawdex) segnaliamo come punti d'interesse i vicoli de Il-Borgo, nella zona storica della cittadina di Victoria (Vittoriosa), le splendide rovine del complesso di Ggantija, ma anche un mare spettacolare con rocce e scogli dalle erosioni particolari. Le acquee cristalline del Mediterraneo che circondano l’isola sono ideali per le immersioni subacquee e sono facilmente raggiungibili da qualsiasi zona delle isole. Tanto Malta quanto Gozo e Comino offrono ai sub opportunità di scoprire scogliere, grotte e reperti di varie epoche (dalla seconda guerra mondiale fino all'epoca romana) che rendono le immersioni uniche e tra le più interessanti del Mediterraneo. La tranquillità del mare rende le acque estremamente visibili.
Gli scenari sono diversi ma tutti molto suggestivi: la profondità delle acque varia dai 12 m della caletta di Ghar Lapsi, sull'isola di Malta, al Lantern Point (presso Comino) che porta i sommozzatori in un tunnel subacqueo che raggiunge i 50 metri.

Come arrivare
Per i cittadini italiani (o più in generale dei paesi membri dell'UE), per viaggiare a Malta è sufficiente essere in possesso della carta d'identità. Esistono collegamenti aerei diretti dalla maggior parte dei paesi europei. Dall'Italia si può volare direttamente sul Malta International Airpport partendo da Bologna, Pisa, Bergamo, Roma, Milano, Torino, Treviso, Bari e Trapani, tra le altre città.
Chi sceglie di viaggiare via mare, può prendere un traghetto in Sicilia (da Pozzallo e Catania), da Civitavecchia o da Livorno. Molte navi da crociera includono Malta come tappa del proprio viaggio.
L'aeroporto di Malta si trova in località Luqa, a circa 8 km da La Valletta. Una volta giunti a destinazione si può noleggiare un'automobile oppure utilizzare gli autobus che servono Malta e l'isola di Gozo. Le due isole sono collegate da un servizio traghetti e la traversata ha una durata di circa 20 minuti. L'isola di Comino è piuttosto piccola e può essere esplorata a piedi, in bicicletta o anche con lo scooter.
Ricordiamo che a Malta la guida è a sinistra.

Altre informazioni
  • Nell'arcipelago esiste una situazione di bilinguismo (inglese e maltese) e molte persone parlano o comprendono anche l'italiano. Proprio grazie al suo bilinguismo, Malta è meta di numerosi studenti che scelgono l'isola per le proprie vacanze studio.
  • Dal 2008 a Malta è in vigore l'euro.
  • Per informazioni sul clima, segnaliamo il nostro articolo sul clima di Malta.



loading...
27 Giugno 2016 La Fiera Nazionale del Fungo Porcino ad ...

Benvenuti ad Albareto, nella provincia di Parma, un piccolo ma delizioso ...

NOVITA' close