Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Malta

Clima di Malta: temperature e il periodo migliore per visitarla

Pagina 1/2

L'arcipelago maltese è immerso nel Mare Mediterraneo, a sud della Sicilia, e compreso nella fascia del 36° parallelo. L'isola principale è quella omonima, dove sorge anche La Valletta, ed ha estensione di poco superiore ai 300 kmq.
Il clima, data la bassa latitudine, è di tipo subtropicale mediterraneo con estate asciutta, ed inverno piovoso. Le zone interessate da questo tipo di clima hanno infatti estati calde e poco piovose, con gli eccessi termici tipici di queste latitudini mitigati dalle brezze marine. La figura barica dominante è l'alta pressione subtropicale che, guadagnando terreno verso nord nel periodo maggio-settembre, impedisce il transito, salvo rari casi, delle perturbazioni tipiche delle medie latitudini. Pertanto nell'isola è ben definita una stagione secca di 4 mesi.

In autunno l'alta pressione tende con gradualità a rintanarsi verso sud, consentendo alle perturbazioni atlantiche o più spesso mediterranee di raggiungere con maggiore frequenza queste latitudini, portando piogge significative, sovente a carattere temporalesco che si innescano a causa del contrasto tra l'aria già fresca che scende dalle latitudini superiori con il mare ancora molto caldo. L'incidenza di piogge e temporali si incrementa nel corso dell'autunno con i mesi di ottobre e novembre discretamente piovosi.

Nella stagione invernale la frequenza degli episodi perturbati aumenta sebbene le precipitazioni non raggiungano in genere l'intensità tipica della fase finale dell'autunno a causa delle temperature del mare più basse (e quindi con minore energia disponibile dal basso ai sistemi perturbati), mentre possono invece presentare carattere di elevata persistenza. Nel caso di profonde saccature nordatlantiche, nordeuropee o sporadicamente balcaniche, alimentate da aria molto fredda, si possono verificare effimere e moderate ondate di freddo, che molto raramente però fanno scendere il termometro in prossimità dello zero.

Col sopraggiungere della primavera il passaggio delle perturbazioni atlantiche si fa sempre meno frequente, mentre inizialmente buona parte della precipitazioni dell'isola vengono apportate da sistemi nuvolosi nordafricani, che se da un lato provocano ancora tempo saltuariamente instabile, dall'altro annunciano sempre più frequenti invasioni di aria subtropicale che andranno a caratterizzare il periodo estivo. Infatti in questa stagione le prime onde di calore subtropicali sono sovente accompagnate dal vento caldo e sabbioso di scirocco.

Approssimativamente intorno a metà maggio in genere si instaura definitivamente l'anticiclone subtropicale, dando inizio al lungo periodo di stabilità estiva con le temperature che raggiungono i massimi assoluti dell'anno qualora l'alta assuma caratteristiche africane.
Complessivamente le piogge annue oscillano nell'isola tra i 500 ed i 600 mm, delle quali un buon 75% occorrono tra ottobre e febbraio e oltre il 95% si ha da settembre ad aprile. Le temperature medie oscillano dai 12°C di gennaio ai 26°C di luglio, con escursione stagionale sostanzialmente modesta.

All'aeroporto di Luka, presso La Valletta, nonostante la serie storica non sia particolarmente continua, cadono circa 540 mm/anno di pioggia, con siccità estiva (20 mm da maggio ad agosto, 2 mm in luglio e agosto), piogge elevate e temporalesche in autunno (ottobre 80 mm, novembre 94 mm) e ad inizio inverno (dicembre 93 mm, gennaio 87 mm), per poi diminuire sensibilmente al termine della stagione fredda ed in primavera (dai 55 mm di febbraio ai 25 mm di aprile). Temperature medie di La Valletta: gennaio 12.1°C, aprile 15.4°C, agosto 26.3°C, ottobre 21.0°C, anno 18.9°.

Di seguito alcune caratteristiche climatiche della località di Malta-Balzan che presenta una serie storica di osservazioni più continua ed approfondita:
... Pagina 2/2 ...
Malta-Balzan (area centrale):
Il mese più freddo dell'anno risulta quello di febbraio (temperatura minima media 9.9°C; temperatura massima media 16.0°C); mentre quello più caldo è agosto (temperatura minima media 23.6°C; temperatura massima media 31.8°C). Temperatura media annua di 19.7°C.
Il periodo più caldo dell'anno si manifesta in genere nella prima decade di agosto; quello più freddo nella prima decade di febbraio.
Record di temperatura minima assoluta: 0.0°C nel gennaio 1858
Record di temperatura massima assoluta: 43.1°C

Nuvolosità: per gli amanti dell'abbronzatura e della tintarella il periodo che va da aprile ad ottobre appare davvero molto indicato, con nuvolosità assai scarsa e con picco minimo di copertura media in luglio oscillante solamente tra l'8 ed il 9% ad indicare un'altissima percentuale di giornate completamente serene. Maggiore nuvolosità occorre in genere tra novembre e marzo con picco massimo nella terza decade di dicembre (ma non oltre il 50% di copertura nuvolosa media giornaliera).

Precipitazioni: La probabilità di giorni con pioggia è assai diversificata nel corso dell'anno, con un periodo secco ben definito ed uno piovoso altrettanto strutturato. Le precipitazioni hanno alte probabilità di manifestarsi tra novembre e febbraio, con picco massimo in dicembre (58% di giorni piovosi). Rischio molto basso nel periodo che va da maggio a settembre e con picco minimo in luglio, quando abbiamo solo il 5% di probabilità di dover usare l'ombrello. L'attività temporalesca è presente durante tutto l'anno con massimi generalmente tra ottobre e febbraio e con picco massimo nella prima decade di novembre. In merito ai quantitativi medi climatologici di precipitazione essi sono riassunti come segue:
La piovosità media annua è di circa 603 mm (bassa), con massimo autunnale-invernale (ottobre-febbraio e picco in novembre con 108.6 mm medi), mentre quella più secca appare quella primaverile-estiva (aprile-agosto) con i minimi in luglio (0.2 mm medi in zero giorni di pioggia, mese meno piovoso dell'anno). In media 90 giorni all'anno sono interessati da pioggia, con massimi tra autunno ed inverno (dicembre 16 giorni piovosi).
La temperatura media annuale delle acque superficiali marine è 20°C (il più alto di tutto il continente europeo), oscillando da 15°C nel mese di febbraio a ben 26°C nel mese di agosto. Nel semestre che va da giugno a novembre la temperatura media del mare si mantiene superiore a 20°C, ideale per i bagni e le immersioni.

Cosa mettere in valigia
Data la particolarità del clima maltese il suggerimento è di visitare l'arcipelago nella stagione asciutta, quindi portando con noi abbigliamento comodo e facile da lavare come ad esempio jeans e maglieria in cotone. Consigliabile comunque portare un K-way e un maglioncino per le serate più fresche che si possono manifestare in primavera o alla fine dell'estate. È’ fondamentale inoltre mettere in valigia l’abbigliamento adatto per le attività sportive (tuta e scarpe da ginnastica) e l’occorrente per il mare e la piscina, senza dimenticare ciabatte o scarpe da mare, così come spray o pomate repellenti contro gli insetti. In caso di visite nel periodo piovoso non dovrà mai mancare l'ombrello così come farmaci utili in caso di patologie da raffreddamento, sebbene il freddo non sia affatto la “specialità della casa”.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close