Cerca Hotel al miglior prezzo

Livorno (Toscana): cosa fare e cosa vedere nella cittą portuale

Livorno, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Livorno dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

Colorita, odorosa di mare, affollata di barche e invasa dagli sbuffi delle navi: come tutti i porti che si rispettino, anche Livorno presenta tutte le caratteristiche vivaci del luogo di passaggio, dove tra una partenza e un arrivo la monotonia non trova mai spazio.

Brulicante di ben 160 mila abitanti, Livorno è uno dei maggiori porti italiani, arrivo e partenza dei traghetti sulle tratte verso la Sardegna, la Corsica e l'Elba, collocato lungo le belle coste toscane che si affacciano sulle acque limpide del Mar Ligure. Scalo commerciale e turistico di crescente importanza, la città è divenuta nel tempo un polo industriale emergente e si è fatta riconoscere tra le località toscane per modernità e voglia di migliorare.

Storia

L’indole giovane di Livorno, città di mare aperta agli scambi col resto del mondo, non deve trarre in inganno sul suo aspetto: lo slancio al futuro non significa che in città siano assenti le testimonianze storiche del passato, o manchino attrattive culturali interessanti. Sviluppatasi a partire dal XVI secolo ad opera dei Medici, la città è stata in parte distrutta dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, ma i monumenti superstiti costituiscono tutt’ora un patrimonio di pregio.

Famosa per aver dato i natali a vari personaggi di spicco, tra cui Amedeo Modigliani, Giovanni Fattori e Carlo Azeglio Ciampi, sin dai primi anni del Novecento Livorno è stata un’amata meta turistica internazionale, specialmente per la presenza di stazioni balneari e termali che le valsero il soprannome di “Montecatini al mare”.

Nei i confini comunali di Livorno rientrano anche l’isola di Gorgona e le Secche della Meloria, preziosi gioielli dell’Arcipelago Toscano.

Cosa vedere a Livorno

Tra le attrazioni che spiccano a Livorno c’è il simbolo della città, il Monumento ai Quattro Mori: si tratta di una statua di Ferdinando I De Medici, circondata da altre statue di pirati incatenati, costruita nel 1595 da Giovanni Bandini e Pietro Tacca. Ma il cuore pulsante del centro è costituito dalla suggestiva Piazza Grande, su cui si eleva il Palazzo Grande, dal Duomo e dal Palazzo Comunale, tutti ricostruiti in seguito ai bombardamenti della guerra.

Da non perdere la Fortezza Nuova e la Fortezza Vecchia di Livorno, imponenti monumenti cittadini dall’aspetto pittoresco.
La Fortezza Nuova, parte dell’antica città pentagonale progettata da Bernardo Buontalenti, si innalza al centro di un grande bacino d’acqua ed è unita al resto della città mediante un piccolo ponte. Le mura, praticamente intatte, hanno la forma complessa tipica della prima architettura militare, mentre l’accesso principale è sormontato dalle caratteristiche torrette angolari.

La Fortezza Vecchia si erge all’estremità del porto mediceo, e simboleggia la storia più antica della città e delle sue tradizioni. Di forma asimmetrica, resa imponente da tre bastioni, la struttura ha subito varie modifiche e rimaneggiamenti nel corso dei secoli, ma conserva ancora tutto il suo fascino.

Un luogo elegante dove ammirare i tramonti di Livorno è la Terrazza Mascagni, edificata negli anni '20 del secolo scorso, e successivamente dedicata la celebre compositore concittadino. Si affaccia sul lungomare ed è caraterizzata da una spettacolare balaustra che si muove sinuosa retta da 4.100 colonne bianche. Se avete voglia di contarle, le piastrelle bianoco/nere del rivestimento sono quasi 35.000!

Infine una escursione molto gettonata è quella al Santuario della Madonna delle Grazie di Montenero, o più semplicemente Santuario di Monte Nero che si erge a sud-est del centro, in posizione rialzata, raggiungibile anche con la Funicolare di Montenero. Si tratta di una Basilica Minore del 14 secolo, che richiama pellegrini e curiosi in cerca di un pò di relax al fresco della collina.

Ancora più a sud, lungo la costa frastagliata in direzione dell'Elba, troviamo il Castello del Boccale, uno dei punti panoramici più intriganti di livorno, che rende unico il paesaggio di Cala dei Pirati.

Eventi, sagre e manifestazioni

La vivacità tipica della città portuale è ben rappresentata anche dal gran numero di manifestazioni ed eventi che vengono organizzati a Livorno nell’arco dell’anno. Alcune feste hanno importanza internazionale, come il famoso concorso musicale “Premio Ciampi” che valorizza i talenti emergenti ma comprende ogni anno grandi ospiti di fama affermata. Particolarmente sentiti sono poi gli appuntamenti sportivi legati al Trofeo Accademia Navale: si tratta di un punto di riferimento importante per gli amanti della vela.

I cittadini dei vari rioni livornesi si sfidano invece nelle regate remiere estive, che si tengono la seconda domenica di giugno, l’ultimo sabato di giugno e la seconda domenica di luglio.

Clima e quando andare

A garantire un’atmosfera vacanziera spensierata, dove i visitatori possono godere del mare e del litorale toscano, contribuisce il clima mediterraneo di Livorno, caratterizzato da estati calde ma mitigate dalla brezza marina, e inverni non eccessivamente rigidi. Il mese più freddo, con una minima media di 2°C e una massima media di 11°C, è gennaio, mentre in luglio e agosto si va dai 17°C ai 29°C. Al caldo estivo si accompagnano scarse precipitazioni, concentrate invece soprattutto in inverno, quando piove in media per 11 giorni al mese.

Come arrivare

Per raggiungere Livorno si può scegliere tra varie possibilità. Chi si sposta in auto e viene da nord deve percorrere l’Autostrada A15 Parma-La Spezia o la A12 Genova-Livorno-Firenze, mentre chi viene dal sud deve prendere la A1 fino a Firenze nord, poi prendere la A11 verso Pisa e infine la A12 da cui bisogna uscire a Livorno. La stazione ferroviaria della città si trova lungo la linea che collega Roma a Torino e Genova, mentre gli aeroporti più vicini sono quello di Pisa, a circa 19 km, e quello di Firenze a 112 km. Infine partono da Livorno dei collegamenti navali che permettono di raggiungere le isole dell’Arcipelago Toscano, la Sicilia, la Sardegna e la Corsica.
  •  

 Pubblicato da - 08 Settembre 2020 - © Riproduzione vietata

25 Settembre 2020 Tour di 5 giorni nel Cilento: dove andare ...

Nel 2019 avevamo visitato il meraviglioso Cilento nell’ambito di ...

NOVITA' close