Cerca Hotel al miglior prezzo

Rifugi ski gourmet in Trentino: mangiare bene sulle piste

Cosa c'è di più appagante e gratificante di una cena luculliana dopo una giornata intera passata sugli sci? Per recuperare le energie, ma anche per rilassarsi, ci si può concedere una tappa in un rifugio ski gourmet: ecco quali sono i più apprezzati in Trentino.

Nella Skiarea Trento Monte Bondone, per esempio, c'è il Rifugio Rocce Rosse, che propone una ricca varietà di piatti tradizionali che vanno dai canederli con la verza e la fonduta di Puzzone di Moena al classico Tortel di patate, passando per le lucaniche con crauti e polenta o le tagliatelle di pane secco al ragù di selvaggina. Un buon vino trentino è quel che ci vuole per innaffiare le deliziose zuppe che fanno parte del menù di questo rifugio, amato anche per la vista straordinaria che offre sulle Dolomiti di Brenta.

La cucina più invitante del territorio si può assaggiare anche al Rifugio La Roda della Skiarea Paganella, dove non si può fare a meno di provare i piatti aromatizzati al pino mugo, fantastici anche per le proprietà benefiche di questo ingrediente: un rifugio all'avanguardia che mischia modernità e tradizione, grazie alla sua caratteristica struttura in legno. Chi ha voglia di assaporare i piatti dello Chef Lorenzo Tiberio, sempre sulla Skiarea Paganella per fermarsi al Rifugio Meriz, sul versante che guarda Fai: le pietanze proposte sono state concepite per soddisfare i palati più ricercati. Un rifugio inaugurato da poco ma già entrato nel cuore degli appassionati.

Spostandosi nella Skiarea Folgarida Marilleva ci si imbatte nel Rifugio Malga Vigo, che può essere raggiunto anche dalle piste di Madonna di Campiglio: la sua ambientazione rustica è quella di una classica malga di montagna, con legno e pietre a vista. L'ideale è arrivarvi passeggiando, ma chi lo desidera può approfittare anche di un servizio di trasporto con la motoslitta.

Nella Skiarea Lusia Bellamonte il rifugio da non perdere è il Ciamp dele Strie, che deve il proprio nome alle streghe protagoniste della leggenda di Re Laurino: anche in questo caso è disponibile il transfer in motoslitta per la sera. Il punto di forza non può che essere il sangue delle streghe, vale a dire un infuso aromatizzato alle radici e alle erbe che costituisce la degna conclusione per una cena a base di pizza.

Il Rifugio Chalet Fiat si trova, invece, nella Skiarea Madonna di Campiglio, a cui si può giungere passando anche dalle piste del Grostè: in cima al Monte Spinale, è il punto più prossimo al Crozzon e offre una straordinaria vista del Brenta. L'apertura al sabato sera è indice di una location in cui l'atmosfera è modaiola e giovane al tempo stesso.

Si dimostra caldo e accogliente l'ambiente del Rifugio Tana Incantata della Skiarea Lavarone Alpe Cimbra: il vero peccato di gola lo si commette assaggiando il cosiddetto Piatto del Ghiotto, ma tra secondi di carne e cannelloni dorati ci si può realmente sbizzarrire. Non mancano le birre artigianali e i panini, da addentare mentre ci si siede su una sdraio facendosi scaldare dai raggi del sole. Nella Skiarea Col Verde di San Martino di Castrozza vale la pena di fermarsi al Rifugio Col Verde, che può vantare una lunga storia alle spalle, essendo stato inaugurato negli anni Quaranta del XX secolo. La Tosèla, i mirtilli con la ricotta e le zuppe sono solo alcune delle leccornie che fanno venire l'acquolina in bocca.

La rassegna non può che concludersi con una doppia menzione per il Rifugio Fienile Monte e per il Rifugio Passo Feudo: il primo, nella Skiarea Belvedere in Val di Fassa, è aperto la sera su prenotazione e si fa ammirare per l'ambientazione, essendo stato ricavato da una stalla ristrutturata. Il secondo, d'altro canto, è ospitato dalla Skiarea Ski Center Latemar, e rappresenta la dimostrazione più evidente di come si possa sperimentare l'alta cucina anche ad alta quota. Innovazione e creatività vengono mescolate in tutti i piatti proposti in questo rifugio, da cui si può godere di una visuale straordinaria sulle Pale di San Martino e sulla catena del Lagorai. La presenza di una terrazza solarium è un'ulteriore chicca per chi ha voglia di combinare il piacere degli sci con la buona cucina: premiarsi dopo le fatiche sulla neve è semplice e piacevole con i piatti della tradizione del posto.

Scopri di più su Visit Trentino
  •  

 Pubblicato da il 28/11/2016 - 199 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
09 Dicembre 2016 I mercatini di Natale a Campitello di Fassa ...

I più suggestivi prodotti artistici, i più invitanti manufatti, ...

NOVITA' close