Cerca Hotel al miglior prezzo

Escursioni alle isole Tremiti, tour in barca dell'arcipelago e del parco marino

Pagina 1/2

Le isole Tremiti sono un arcipelago eccezionalmente isolato nel Mare Adriatico a circa 40 km a est di Termoli e 20 km a nord della Penisola del Gargano e cioè il “malleolo” sulla costa orientale della penisola italiana. Le isole possono essere classificate come aride o semi-aride scogliere di calcare fratturato, ricche di pini come San Domino oppure, come le isole minori, prive di significative sezioni di superfici boschive. Ogni isola è molto piccola e la più grande di queste può essere attraversata a piedi in una camminata di meno di due ore. Le isole abitate sono due: S.Domino e S.Nicola con una popolazione residente di circa 400 persone. La maggior parte delle attività commerciali si trovano sull'isola di San Domino. I meravigliosi fondali delle Tremiti sono riccamente popolati sia da vegetazioni che da comunità animali che qui trovano le migliori condizioni per insediarsi e riprodursi. Per meglio valorizzare questo patrimonio naturale è stata instituita la Riserva Marina delle Isole Tremiti facente parte del Parco Nazionale de Gargano. Grazie alla limpidezza delle acque si possono osservare spugne colorate, anellidi dai variopinti tentacoli, stelle marine, particolari anemoni e la gorgonia rossa. Se sarete fortunati potrete avvistare delfini e tartarughe marine!

Create secondo la leggenda da Diomede, furono abitate già in epoca preistorica. Colonizzate dai Greci e dai Romani nell'XI secolo le Tremiti furono scelte dai Benedettini di Montecassino per costruirvi la splendida e gloriosa Abbazia di Santa Maria a Mare che sovrasta l'isola di San Nicola. Dopo molti secoli di vita religiosa, alla fine del 700 le Tremiti divennero colonia penale e nel 900 il Governo Fascista vi istituì il confino di Polizia. A partire dagli anni '50 con la chiusura del carcere, iniziò lo sviluppo turistico.

Le isole offrono soprattutto un mare limpido e pulito, insignito più volte del titolo di bandiera blu, con un'acqua turchese tra le più spettacolari di tutto il mare Adriatico. San Domino è l’isola più estesa ed è caratterizzata dalla presenza dei pini d’Aleppo, la varietà usata dagli antichi romani per la costruzione delle loro imbarcazioni. E’ circondata da acque trasparenti e presenta una costa frastagliata oltre che i rilievi più elevati di tutto l’arcipelago.

San Nicola è il centro storico, culturale e se vogliamo religioso dell'arcipelago, e possiede moltissimi resti archeologici. L’isola ha una superficie di poco meno di mezzo chilometro quadrato con una forma stretta ed allungata. Già da lontano, come ad esempio da San Domino, l’isola appare affascinante per la presenza del Castello. Da non perdere il Torrione "Cavaliere Crocifisso", il Bastione del Cannone, la già ricordata chiesa di Santa Maria a Mare dove si trovano ottimi esempi di mosaici pavimentali e una croce dipinta e gli splendidi chiostri (in fase di restauro).

Tra San Domino e San Nicola si trova la piccola isola di Crepaccio, poco più di uno scoglio è disabitata, ma molte barche attraccano intorno all’isola che rimane circondata da acque davvero spettacolari e lo scoglio "La Vecchia". Leggermente più estesa è l’isola di Capraia (o Caprara), il nome deriva dai capperi selvatici che crescono sull'isola, anch’essa disabitata e con una distesa di rocce assolate. Sulla punta orientale si trova un bel faro ed anche un arco di roccia imponente, l'archetiello di Capraia. Da visitare anche la cala dei Turchi, sulla parte occidentale dell’isola.

L'ultima isola del gruppo è quella di Pianosa, praticamente senza rilievi, isolata a ben 22 Km di distanza dalle altre isole.

Alle isole Tremiti si possono fare immersioni. Qui si trova un diving center abbastanza famoso il Blu Tremiti diving center che organizza immersioni nei siti più spettacolari in tutto l’arcipelago. Ricordiamo che le Tremiti fanno parte del Parco del Gargano e sono una riserva marina. Altra attività tipica alle Tremiti è il Trekking, con belle passeggiate tra cui segnaliamo quella alla tomba di Diomede.

... Pagina 2/2 ...Visitare l'arcipelago in barca:
La maggioranza dei turisti opta per la soluzione "tutto compreso" (45 euro), ovvero biglietto comprendente il traghetto fino all'isola di San Nicola (dal Peschici, Rodi o Vieste), il tour in barca attorno all'Isola di San Domino e all'Isola di San Nicola, per ammirare le grotte marine e le formazioni rocciose (Pagliai, Grotta Rondinelle, Bue Marino, Grotta delle Viole, Scoglio dell'Elefante). Bagno all'isola di Capraia, dove è stata immersa la statua di Padre Pio. Ritorno con sosta di circa un'ora e mezza all'Isola di San Dominio. Consiglio di chi vi scrive, la massa dei turisti si fermerà sulla piccola Cala Arene, voi proseguite verso Cala Spido. Il poco tempo a disposizione non vi permetterà di andare oltre. Ritorno all'isola di San Domino, sosta di un'ora prima di riprendere il traghetto. Il nostro consiglio, se siete un gruppo di amici, è di non fare questo biglietto, ma limitarvi al traghetto. Una volta arrivati a San Domino affittate un gommone (non è necessario una patente nautica) il costo varia dai 120 e i 200 euro in base alla domanda (anche meno se trattate). Questo vi permetterà di visitare in pace le isole e fermarvi in una delle tante calette semideserte ed evitare i numerosi tempi morti del tour "all-inclusive".

Dove alloggiare alle Tremiti?
Dal punto di vista delle possibilità d’alloggio le Tremiti offrono un certo numero di appartamenti ed alberghi, ma considerando la tutto sommato scarsità dell’offerta, è assolutamente consigliato prenotare per tempo. Le serate sulle tremiti trascorrono tra piccoli ristoranti e pizzerie dove viene servita la pizza, così come ottimi menu a base di pesce.

Come arrivare?
Le tremiti sono raggiungibili dal Molise, la Puglia e l'Abruzzo. In traghetto da Termoli (50'), Rodi Garganico o Peschici (1h 40'), Vieste, Capoiale, Manfredonia (2h) da Vasto o Pescara (3h). Il costo del solo traghetto andate e ritorno si aggira attorno ai 25 euro dalle località del Gargano, 20 euro da Termoli. L’auto, non è normalmente ammessa sui traghetti per le Tremiti.

In Elicottero, con la compagnia Alidaunia che effettua voli giornalieri di collegamento tra Foggia e le Isole Tremiti (20' se volo diretto) con importanti località del promontorio garganico quali San Giovanni Rotondo, Peschici e Vieste (50' con scali). Il Servizio Helibus, ha un costo per singola tratta, in Alta Stagione, di 50 euro (biglietto adulto ) e di 25 euro (ragazzi). In alta stagione sul biglietto Andata e Ritorno viene applicata una riduzione del 12%. Il collegamento in Elicottero permette di raggiungere l'arcipelago anche in condizioni di mare mosso.

Il clima delle Tremiti è tipicamente mediterraneo, con precipitazioni invernali, periodo che rappresenta il momento meno indicato per visitare le isole, sferzate dai venti nord-orientali e con la possibilità del blocco dei servizi marittimi di collegamento, in caso di mareggiate.
In estate il tempo è in genere soleggiato, le precipitazioni sono praticamente assenti e le temperature perfette per le lunghe giornate in spiaggia e le gite in barca.

 Pubblicato da - 15 Agosto 2009 - © Riproduzione vietata

20 Ottobre 2014 Sagra della Castagna a Savelli, nel Parco ...

E’ la trentunesima edizione di un appuntamento impedibile a Savelli, ...

NOVITA' close