Cerca Hotel al miglior prezzo

La Spagna e le sue isole: clima, temperature e quando andare

Pagina 1/2

Complessivamente in Spagna possono essere individuate 4 principali aree climatiche determinate in massima parte dal profilo costiero e dalle catene montuose: 1) Fascia costiera mediterranea ed isole Baleari; 2) Meseta; 3) Galizia e costa del Golfo di Biscaglia; 4) Andalusia; 5) Isole Canarie.

La fascia costiera mediterranea (1) presenta mediamente estati calde e secche ed inverni miti ed alquanto umidi con massimo di piovosità stagionale collocato in autunno. Le aree litoranee che rimangono sottovento alle catene montuose rispetto alla traiettoria delle correnti dominanti, ad esempio Costa del Sol e Costa Brava, presentano maggiori elementi di mitezza, ma in generale risultano più piovose nel caso di afflusso di masse d'aria umida di provenienza meridionale (oscillanti tra le direzioni SW e SE) mosse dall’approfondimento di depressioni mediterranee in seguito ad irruzioni fredde ed instabili atlantiche o nord Europee; tali flussi attivano un ben noto vento conosciuto col nome di Vendaval, talora intenso e rafficoso.

La Meseta (2), è un esteso altopiano, disposto da est a ovest che comprende l’intera Castiglia, subisce gli effetti climatici modificatori a piccola scala di alcune catene montuose disseminate lungo il comparto. Prevale in ogni caso un clima continentale moderato o a tratti forte, con precipitazioni in genere scarse (inferiori a 500 mm/anno sul settore centrale), con estate molto secca ed apporti pluviometrici prevalenti nelle stagioni di transizione (autunno leggermente più piovoso della primavera), mentre in inverno si ha il minimo pluviometrico stagionale secondario. Le estati presentano temperature massime molto alte, con elevata escursione termica giornaliera; mentre l’umidità relativa è decisamente bassa, specie nelle ore centrali della giornata; attività temporalesca moderata a prevalente innesco pomeridiano per il surriscaldamento dei bassi strati troposferici. Gli inverni sono al contrario freddi o molto freddi, con un discreto numero di giorni con nebbia; in ogni caso la nevosità è bassa con valori significativi solo oltre gli 800-900 m di quota. .

La costa del golfo di Biscaglia e la Galizia (3), presentano tratti climatici che invece si avvicinano molto alle peculiarità del clima oceanico delle latitudini temperate, sottoposte alle correnti dominanti occidentali oceaniche con giornate ventose e umide, sovente piovose, e con elevato numero di giornate con nebbia (avvettiva). La costa basca e quella delle Asturie sono leggermente più calde e comunque su tutto il comparto le precipitazioni superano i 950/1000 mm annui e anche in luglio ed agosto la temperatura media non supera i 20°C.

L'estate risulta come la stagione meno piovosa, soprattutto nei mesi di luglio ed agosto, per la protezione sovente offerta dall’alta pressione delle Azzorre che, alzandosi di latitudine, dirotta più a nord le onde depressionarie atlantiche. L’inverno è generalmente mite sempre grazie alle più tiepide correnti oceaniche che prevalgono su quelle continentali europee, e le temperature medie di gennaio sono in genere comprese tra 7°C/8°C, con modesta escursione termica annua. Le tempeste equinoziali (forti depressioni atlantiche), frequenti in autunno ma talvolta anche in primavera, sono accompagnate da intensi venti e la risalita orografica accentua la piovosità su galizia.. I Pirenei, (con cime che sfiorano i 3500 metri) sono contraddistinti da clima in prevalenza più freddo ed alquanto piovoso e nel periodo estivo abbondano i temporali, talora violenti, allorquando afflussi di aria fresca riescono a scavalcare il crinale; in tal caso possono manifestarsi episodi alluvionali, specie a fine estate od inizio autunno.

L'Andalusia (4) è situata sull’area sudoccidentale del comparto iberico; gli inverni sono decisamente miti e le estati assai calde con frequenti condizioni di afa talvolta opprimente, segnatamente nel bassopiano tracciato dal fiume Guadalquivir ove il disagio fisico può superare con una certa ricorrenza la soglia di massimo rischio. Le precipitazioni sono in genere scarse, con massimo stagionale in autunno (ottobre e novembre). Il calore estivo è invece mitigato sulla costa atlantica, grazie alle brezze oceaniche, e sul comparto pedemontano, dove si ha il prevalere di caldo torrido associato a bassi tassi igrometrici.

Canarie (5)
Qui domina incontrastato il clima subtropicale, con la fascia degli anticicloni semipermanenti che determina, specie da aprile a settembre, tempo stabile ed asciutto con precipitazioni praticamente assenti da aprile a settembre, le quali non raggiungono i 200 mm/anno con un massimo stagionale in autunno (ottobre ma soprattutto novembre).
Da segnalare, in questo comparto, un particolare vento, il calima, che, con direzione SE-NW, oltre a determinare sensibili rialzi termici, porta con sé la sabbia sahariana, con visibilità talora scarissima.

Di seguito si annota qualche numero climatico esemplificativo di alcune località:

Madrid (Area continentale)
Temperature massime medie: si va dai 9.7°C di gennaio ai 31.2°C di luglio.
Temperature minine medie: oscillano tra 2.6°C di gennaio e 18.4°C di luglio.
I valori minimi assoluti possono scendere sotto -10°C in inverno (record storico -14.8°C), mentre durante le più intense ondate di caldo si superano i 40°C (record 44.3°C).
Precipitazione media annua: 436.0 mm, con massimi in dicembre (57 mm in 11 gg) e novembre (56 mm in 9 gg); mesi più secchi agosto (10 mm, in 3 gg); luglio (15 mm, in 3 gg); giugno (25 mm in 7 gg), in pratica il trimestre estivo. Tali caratteristiche denotano spiccati caratteri continentali.

Barcellona (Catalogna, area costiera mediterranea)
Temperature massime medie: si va dai 13.4°C di gennaio ai 28.0°C di agosto.
Temperature minine medie: oscillano tra 4.4°C di gennaio e 19.3°C di agosto.
I valori minimi assoluti possono toccare i -10°C in inverno (record storico -10.1°C), mentre durante le più intense ondate di caldo si sfiorano i 40°C (record 39.8°C).
Precipitazione media annua: 628.0 mm, con massimi in ottobre (91 mm in 8 gg) e settembre (85 mm in 6 gg); mesi più secchi luglio (20 mm, in 3 gg); febbraio (29 mm, in 5 gg); gennaio (41 mm in 6 gg), minimo quindi sostanzialmente invernale. Tipico profilo termopluviometrico costiero di tipo mediterraneo.

Bilbao (Paesi baschi, costa nord vicino a Pirenei)
Temperature massime medie: si va dai 13.2°C di gennaio ai 25.5°C di agosto.
Temperature minine medie: oscillano tra 4.7°C di gennaio e 15.2°C di agosto.
... Pagina 2/2 ... I valori minimi assoluti possono sfiorare i -10°C in inverno (record storico -8.6°C), mentre durante le più intense ondate di caldo si superano i 40°C (record 42.5°C).
Precipitazione media annua: 1191.0 mm, con massimi in novembre (141 mm in 15 gg) e gennaio (126 mm in 16 gg); mesi più secchi luglio (62 mm, in 11 gg); giugno (64 mm, in 12 gg); agosto (82 mm in 12 gg), minimo pertanto estivo sebbene non si possa definire a scarsa piovosità. Area molto umida e piovosa, decisamente influenzata dalle correnti atlantiche e dal rilievo pirenaico.

Siviglia (Andalusia, entroterra meridionale)
Temperature massime medie: si va dai 15.9°C di gennaio ai 35.3°C di luglio.
Temperature minine medie: oscillano tra 5.2°C di gennaio e 19.5°C di agosto.
I valori minimi assoluti possono scendere sotto -5°C in inverno (record storico -5.8°C), mentre durante le più intense ondate di caldo si superano addirittura i 45°C (record 47.0°C).
Precipitazione media annua: 533.0 mm, con massimi in dicembre (95 mm in 9 gg) e novembre (84 mm in 8 gg); mesi più secchi luglio (2 mm, in 1 gg); agosto (6 mm, in 1 gg); giugno (13 mm in 2 gg), in pratica il trimestre estivo. Spiccano tratti climatici tropicali con carattere di moderata continentalità ed estate molto calda e secca.

La Coruna (Galizia, costa nordoccidentale)
Temperature massime medie: si va dai 13.1°C di gennaio ai 22.5°C di agosto.
Temperature minine medie: oscillano tra 7.6°C di gennaio e 13.1°C di agosto.
I valori minimi assoluti possono scendere talvolta sotto lo 0°C in inverno (record storico -3.0°C), mentre durante le più intense ondate di caldo si sfiorano i 40°C (record 39.6°C).
Precipitazione media annua: 1008.0 mm, con massimi in dicembre (135 mm in 18 gg) e gennaio (128 mm in 17 gg); mesi più secchi luglio (30 mm, in 8 gg); agosto (35 mm, in 9 gg); giugno (42 mm in 10 gg), minimo estivo alquanto spiccato. Zona comunque assai umida e con elevato numero di giorni piovosi (171 gg annui) sebbene l’intensità media sia piuttosto bassa.

Palma di Maiorca (isole Baleari)
Temperature massime medie: si va dai 15.1°C di gennaio ai 31.0°C di agosto.
Temperature minine medie: oscillano tra 3.5°C di gennaio e 18.2°C di agosto.
I valori minimi assoluti possono scendere talvolta sotto lo 0°C in inverno (record storico -4.0°C), mentre durante le più intense ondate di caldo si sfiorano i 40°C (record 39.8°C).
Precipitazione media annua: 406.0 mm, con massimi in ottobre (68 mm in 9 gg) e novembre (48 mm in 8 gg); mesi più secchi luglio (7 mm, in 2 gg); agosto (15 mm, in 3 gg); giugno (16 mm in 3 gg), minimo estivo con cumulato stagionale inferiore a 40 mm. Area tipicamente mediterranea ad influsso subtropicale marittimo.

Cosa mettere in valigia:
Per vacanze al mare: si raccomandano ciabatte di gomma e sandali, crema abbronzante viso e corpo stik proteggilabbra, spray anti-zanzare e pomata antistaminica per le punture. Abbigliamento chiaro e leggero; su costa atlantica indispensabile avere con sé impermeabile o k-way causa scrosci di pioggia sempre in agguato. In Andalusia avere sempre a portata di mano scorte di acqua, per fronteggiare il disagio fisico causato dalle alte temperature estive; evitare sforzi o faticate nelle ore centrali del pomeriggio.

Per escursioni o in montagna:
scarpe da trekking, maglioni di lana o pile, giacche a vento, impermeabile o k-way ed attenzione ai forti temporali estivi su area pirenaica, specie a fine stagione quando possono assumere notevole violenza e persistenza.
Kit antiveleno (le vipere non mancano negli assolati pomeriggio estivi, specie nelle aree montane e continentali), antistaminici e spray repellente contro gli insetti.

Fonte: Ufficio Spagnolo del Turismo
Milano 02/72004617 - Roma 06/6783106
Visita Spain.info
 



22 Ottobre 2014 Quali cittÓ visitare nel 2015 secondo Lonely ...

Quelle edite da Lonely Planet sono probabilmente le guide turistiche più ...

NOVITA' close