Cerca Hotel al miglior prezzo

Stiria (Steiermark): tour tra castelli e terme in Austria

Pagina 1/2

Che sia quello profondo e intenso dei boschi, o invece quello tenero e fresco dei pascoli, il colore che domina la regione della Stiria è il verde, padrone assoluto del paesaggio in qualunque direzione si rivolga lo sguardo. Secondo land dell’Austria in termini di grandezza, la Stiria (Steiermark in tedesco) è un’importante zona di transito tra il bacino del Danubio e dell’Adriatico, anticamente postazione difensiva contro l’impero turco e strategicamente incastonata tra la Slovenia e i Lander dell’Alta Austria, della Bassa Austria, del Salisburghese, del Burgenland e della Carinzia.

Ad illuminare di ulteriori riflessi il verde dominante ci pensano le vigne, cariche di pepite dorate e rubini, scintillanti al sole lungo le colline dolci; costellazioni di osterie campagnole, villaggi e mulini, invece, sono cosparse sul territorio a spezzarne la monocromia. Proprio le osterie e i mulini parlano dello stretto legame che gli abitanti della Stiria hanno stabilito con la natura: le prime sono come fattorie agrituristiche, segnalate all’esterno da una frasca o un mazzo di fiori posto all’ingresso, per invitare i visitatori ad accomodarsi; i mulini invece lavorano incessantemente macinando i semi di zucca e producendo un olio pregiato e odoroso.

Un’articolata trama di piste ciclabili rende la regione perfetta per i tour in bici: dai percorsi più rilassanti a quelli più ardui e impegnativi, gli appassionati di sport e benessere hanno l’imbarazzo della scelta, indecisi tra le piste che costeggiano il fiume Mur o l’Enns o la pista dell’Alpentour, la più lunga del mondo. Ma le parole chiave per descrivere questo magico territorio sono castelli e terme, tratti caratteristici del paesaggio e dell’offerta turistica.

Linea delle terme” è infatti il soprannome della zona orientale, disseminata di località termali rinomate tra cui quella di Bad Blamau, la più nota in Austria e in Europa. Si tratta di un villaggio pittoresco e affascinante, che l’originale intervento dell’architetto Hundertwasser ha dotato di una miriade di cupole dorate a sormontare le abitazioni e gli edifici del luogo. Ma questo paese-gioiello non ha sacrificato la funzionalità in nome delle bellezza e dei preziosismi: l’aspetto elegante è infatti supportato da una grande funzionalità, per cui le case sono realizzate all’insegna del massimo risparmio energetico. In estate si mantengono fresche e in inverno calde, così come le acque termali del posto: le temperature massime dell’acqua arrivano a sfiorare addirittura i 100°C, per cui un bagno risulta estremamente piacevole specialmente in inverno.

I castelli sono invece preziosi testimoni della storia della Stiria, quando le fortificazioni e i manieri erano necessari per la difesa dalle invasioni nemiche. Oggi che l’utilizzo originario è andato perduto, le costruzioni hanno mantenuto l’antico splendore e l’aspetto imponente: 19 edifici, tra castelli e fortezze, si dispongono con fierezza lungo la cosiddetta “strada dei castelli”, che attraversa l’area termale e offre la possibilità ai turisti di alloggiare in queste dimore d’altri tempi.

... Pagina 2/2 ... I più famosi e degni di nota sono certamente il castello di Herberstein, che accoglie al suo interno esposizioni d’arte, congressi e degustazioni di vino; la Fortezza di Riegersburg, uno dei complessi meglio conservati e più sofisticati tra le strutture difensive dell’Europa centrale, anch’esso sede di frequenti conferenze e assaggi enologici; infine il Castello di Kornberg, particolarmente imponente e raffinato grazie al gusto tipico seicentesco.

Molte sono poi le città della Stiria che meritano di essere esplorate, prima fra tutte Graz, il capoluogo nonché Capitale Europea della Cultura nel 2003. Particolarmente interessante è il cuore storico della città, pulsante di una vivacità sempre sorprendente che contrasta piacevolmente con le linee medievali antiche ed austere, dichiarato patrimonio culturale dell’umanità dall’UNESCO.

Aldilà del dinamismo culturale, della ricca cultura culinaria ed enologica e dell’attenzione all’arte e alla natura, nella Stiria un posto d’eccezione è riservato alle manifestazioni sportive, soprattutto invernali. Soprattutto intorno a Schladming, dove si tengono i campionati mondiali degli sport sulla neve, si snodano ben 860 km di piste splendide, da cui si gode un panorama che toglie il fiato. Una volta all’anno, poi, i più fortunati potranno assistere alla manifestazione più attesa, lo slalom maschile in notturna di Coppa del Mondo. Non saranno delusi neppure gli appassionati di sci di fondo: sono 18 le località della regione ad essere state insignite del sigillo di qualità per le piste di questa disciplina.

In un paesaggio sciistico come si deve non può mancare, ovviamente, una neve candida e perfetta, che in Stiria viene decisamente favorita dalle condizioni climatiche. Le forti escursioni termiche tra una stagione e l’altra regalano infatti inverni freddi e nevosi, con temperature spesso al di sotto dello zero, ed estati fresche con frequenti e rapidi temporali. Il mese più freddo dell’anno è gennaio, quando le minime variano tra -5°C e -2°C e le massime vanno da 1°C a 3°C; in estate le massime medie passano invece dai 22°C ai 25°C e le minime dai 12°C ai 14°C. Da giugno a settembre si concentrano le piogge, per una media totale di 870 mm annui in pianura, ma i temporali non rovinano la possibilità di fare lunghe e piacevoli passeggiate nella natura: molte volte i nuvoloni arrivano, rinfrescano l’aria e il verde del paesaggio, e lasciano posto a un sole frizzante e luminoso.

Chi decide di recarsi in Stiria può viaggiare in aereo e atterrare all’aeroporto di Graz, il Flughafen Graz-Thelerhof. I collegamenti con la città sono rapidi ed economici, tramite una stazione dei treni collocata a 300 metri dall’aeroporto, che porta direttamente alla stazione di Graz Hauptbahnhof. In alternativa si può atterrare all’aeroporto di Maribor, Klagnfurt, Ljubljana o Vienna. Cortesia foto: Ufficio Turistico Stiria

 Pubblicato da - 25 Marzo 2009 - Riproduzione vietata

loading...
23 Gennaio 2017 La Festa del Cardo dolce di Cervia

Il Cardo dolce di Cervia è il protagonista di una festa gastronomica ...

NOVITA' close