Cerca Hotel al miglior prezzo

Graz: week end nella città austriaca, cosa vedere e sapere

Pagina 1/2

  • Rathaus
  • Schloss Eggenberg
  • Kunsthaus
  • Herrengasse
Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dal 1999 e Capitale europea della Cultura nel 2003, Graz è una prestigiosa sede universitaria dove l’attenzione alla cultura si respira a pieni polmoni, nella fitta trama di strade eleganti, ricchi musei e affascinanti edifici storici. Graz è chiamata in sloveno Gradec, ovvero “piccola città”, nonostante sia la seconda località austriaca per numero di abitanti e il capoluogo della Stiria. Gioiello dell’Austria sud-orientale, si affaccia alle rive del fiume Mur ed è abbracciata dalle colline su tre lati, che la rendono protetta dai venti ma carica di nebbie.

Sono sempre le colline a rendere il clima di Graz di tipo mediterraneo, con un maggior numero di ore di luce rispetto a Vienna e Salisburgo e, viceversa, indici inferiori di precipitazioni. Anche le temperature sono più miti e tiepide di quanto ci si aspetterebbe a una simile latitudine, e favoriscono una vegetazione rigogliosa e caratteristica di aree più calde. Un’esplorazione della città può iniziare dalla Hauptplatz, la piazza principale e cuore indiscusso della vita del luogo: qui una schiera elegante di abitazioni antiche orla l’ampio piazzale, facendo da teatro al mercato di fiori e legumi che vi si svolge ogni settimana. Una fontana circondata da belle statue allegoriche segna il centro esatto, e i visitatori possono ammirarla indisturbati grazie all’assenza di macchine in quest’area pedonale. Da qui ha origine la Herrengasse, la strada più importante di Graz, ricca di negozi e edifici storici di pregio.

Da vedere anche la Domkirche, la cattedrale simbolo della città, realizzata nel XV secolo per volere dell’Imperatore Federico III. Tre navate costellate di tombe famose e sormontate da volte eleganti costituiscono l’interno della chiesa, tutta in stile tardo-gotico ma resa originale dalle numerose scritte incise nel coro, nelle cappelle laterali e sulle pareti. In stile barocco del XVII secolo è invece la cappella funeraria di Ferdinando II, il Mausoleom, che testimonia gli stili diversi delle varie personalità artistiche che si sono succedute nella sua lunga costruzione.

La storia militare di Graz è raccontata nel Zeughaus, un arsenale del XVII secolo che in passato conteneva le armi necessarie alla difesa della città contro i turchi: arricchito da più di 30 mila oggetti, l’edificio è un esemplare unico nella nazione. Un baluardo fortificato è in parte conservato sulla Schlossberg, una collina a nord del nucleo urbano: dopo la pace di Vienna l’edificio venne quasi completamente distrutto, fatta eccezione per due torri e i bastioni del XVI secolo. Merita una visita lo Schloss Eggenberg, il castello più importante di Graz, nella zona più occidentale del centro. Oltre ad essere un fine esempio di architettura barocca del XVII secolo, l’edificio ospita alcune sezioni museali tra cui quella di preistoria, caccia e numismatica, e presenta splendidi affreschi e dipinti decorativi.

... Pagina 2/2 ... A testimonianza della vivacità culturale del posto, si può assistere durante l’intero arco dell’anno a numerosi eventi e manifestazioni. Dalla prima settimana di maggio alla prima di ottobre si svolgono ad esempio le Fiere Internazionali, mentre nella prima metà di luglio la città fa da scenario allo Styriarte, prestigioso festival di musica classica. Lo Steirischer Herbst è una famosa manifestazione d’arte d’avanguardia che si tiene in ottobre, mentre in novembre i locali più pittoreschi si animano di note jazz in occasione dei Jazz-Weekends.
Altro periodo indicato per vivere Graz al meglio delle sue possibilità è sicuramente l'avvento: I mercatini di Natale vengono realizzati in pieno centro storico, e rimangano tra loro abbstanza vicini, tutti raggiungibili comodamente a piedi: troviamo un mercatino presso la "Hauptplatz" (la piazza principale), e cioè di fronte al municipio, e poi presso la Eisernes Tor, e il mercato dell'artigianato artisticonelle Färberplatz, Glockenspiel-platz e presso la Mehlplatz. Inoltre troviamo un mercatino nel quartiere dei Francescani, una mastro di artigianato mondiale presso la Tummelplatz e il "Wonderlend" nella Mariahilferplatz.. Da segnalare anche i presepi nelle vetrine dei negozi della Stempfergasse di Graz.

Il bello di Graz è che una estesa ed efficiente rete di trasporti pubblici consente di esplorarla agevolmente senza un’auto: autobus e tram circolano su ben sei linee diverse, una delle quali corre dalla principale stazione ferroviaria, la Hauptbahnhof, sino al pieno centro storico. Dalla stazione principale, poi, numerosi treni diretti giornalieri collegano la città alle più importanti località della Stiria e oltre, come Vienna, Salisburgo e Innsbruck.

Chi arriva in aereo può atterrare direttamente all’Aeroporto di Graz, circa 10 km a sud del centro e collegato ad esso dal treno. Foto wikipedia, cortesia: Chri17, Mjh, Robodoc, Tamirhassan
loading...
close