Cerca Hotel al miglior prezzo

Karlsruhe (Germania), visitare la città a ventaglio: cosa vedere

Pagina 1/2

  • Castello
  • Friedrichsplatz
Se potessimo sorvolare Karlsruhe ci accorgeremmo che la pianta della città ricorda un sole, un fiore, un ventaglio di strade che si diramano da un cuore centrale, rappresentato dalla torre del castello. Una forma singolare per una località affascinante della Germania, comune extracircondariale del Baden-Württemberg, terza città più estesa del Land dopo Stoccarda e Mannheim. Adagiata nella Fossa Renana, lungo le rive dei fiumi Alb e Pfinz e del Reno, Karlsruhe è lambita dalla Foresta Nera e dalla zona collinare del Kraichgau.

Capitale e sede governativa del vecchio Land del Baden fino al 1945, dal 1950 la città ospita la Corte di Giustizia Federale e dal 1951 la Corte Costituzionale Federale tedesca: ecco perché si è guadagnata il soprannome di “città del diritto”. Ma l’etichetta più suggestiva resta quella di “Fächerstadt” o “città a ventaglio”, con riferimento alla già citata pianta urbana caratteristica.

L’economia di Karlsruhe si basa in gran parte sulle attività del Porto sul Reno, che costituisce il secondo porto fluviale del Baden-Württemberg dopo quello di Mannheim. Inaugurato nel 1901, il nuovo porto determinò ben presto l’istallazione nella zona di grandi industrie e la città si munì di un vero e proprio terminal di petrolio nell’area nord-occidentale. Non bisogna dimenticare che la località è relativamente giovane, riorganizzata dal punto di vista urbanistico nel 1715, e proprio per questo le mancano quelle testimonianze medievali che invece caratterizzano altre grandi città tedesche.

Tuttavia i monumenti storici non mancano, a partire da quel Castello con torre che costituisce il cuore di Karlsruhe, insieme al Giardino e all’elegante Schlossplatz; a cingere l’insieme di castello, giardino e piazza c’è la bella strada denominata Zirkel, che significa appunto “cerchio”. Quando la città è stata progettata a tavolino sono state stabilite delle regole ferree di costruzione: al di sotto di questo cerchio non dovevano sorgere altri edifici, e per conferire all’abitato un aspetto ordinato e omogeneo non dovevano esserci edifici particolarmente elevati, che spiccassero sugli altri. Gli edifici che oggi sorgono nei pressi del Castello risalgono a un periodo più vicino a noi: è il caso del Karlsruher Institut für Technologie e della Sede della Corte Costituzionale Federale Tedesca.

Al di fuori dello Zirkel si allungano 32 vie di comunicazione, tra strade e viali, che nascono in corrispondenza del castello e della torre e simboleggiano i raggi del sole, e anche la disposizione non è casuale, ma ricalca le direzioni indicate nella Rosa dei Venti. Il soprannome di “città a ventaglio” è dovuto al fatto che presto, diversamente dai progetti originari, la città si sviluppò in maniera disuguale sui vari lati, e la sovrabbondanza di edifici a sud del castello impedì a Karlsruhe di formare un sole perfetto.

... Pagina 2/2 ...Da vedere il Museo dello Stato del Baden, il Badisches Landesmuseum, allestito proprio all’interno del castello, ma anche gli edifici progettati da Friedrich Weinbrenner nella prima metà dell’Ottocento, in stile neoclassico. Tra le chiese spiccano l'Evangelische Stadtkirche di inizio Ottocento, nella Markplatz, e la parrocchiale di Santo Stefano dello stesso periodo, sormontata da una delle cupole neoclassiche più spettacolari della Germania meridionale. La Markplatz, che oltre alla chiesa evangelica ospita il Municipio, è una delle piazze più importanti del neoclassico europeo ed è toccata dalla Via Triumphalis, che si sviluppa come asse cittadina principale lungo la direttrice nord-sud.

Chi visita Karlsruhe deve tener conto dei consistenti cambiamenti che la città ha subito durante la Seconda Guerra Mondiale: dopo il conflitto la città si trovò spogliata di molti edifici, parzialmente distrutta, e spesso i vuoti furono colmati frettolosamente con edifici commerciali e grandi strutture in calcestruzzo. Ma non sono mancate opere di rimodernamento positive, come il potenziamento della Kriegsstraße e la trasformazione in isola pedonale della Kaiserstraße, la creazione di accoglienti aree residenziali e la realizzazione, al posto di una ex fabbrica di munizioni, di un ampio complesso con un cinema multisala e un enorme centro commerciale.

Dal punto di vista della cultura e del divertimento Karlsruhe è una fonte inesauribile di proposte, che spaziano dai concerti ai festival popolari. Tra gli appuntamenti imperdibili si ricordano la Notte dei Musei, il festival Das Fest e le suggestive feste natalizie. L’apertura notturna dei musei si ripete ogni anno nel mese di agosto, mentre Das Fest, con le esibizioni di grandi artisti su quattro diversi palcoscenici, è uno degli eventi all’aperto più grandi della Germania. Nel periodo dell’Avvento la città assume un’atmosfera fiabesca con il mercatino tradizionale di Gesù bambino e la grande pista di pattinaggio allestita sulla Friedrichsplatz.

Il clima della zona fa sì che gli ospiti possano visitare Karlsruhe in tutte le stagioni: le estati sono fresche ma un po’ umide, per la posizione all’interno della Fossa Renana, mentre gli inverni sono freddi ma non troppo rigidi. Siamo infatti in una delle città più calde e più soleggiate della Germania, con temperature medie che in gennaio vanno da una minima di -1°C a una massima di 3°C, e in luglio vanno dai 13°C ai 25°C. Le precipitazioni sono sempre abbastanza diffuse, e oscillano mediamente tra gli 8 e gli 11 giorni di pioggia al mese.

Per raggiungere Karlsruhe si possono valutare diverse possibilità. Per chi sceglie l’aereo gli aeroporti più vicini sono quelli di Stoccarda e Francoforte, rispettivamente a 70 km e 140 km di distanza, mentre i collegamenti ferroviari sono possibili con i treni ICE/IC/EC. Chi viaggia in auto può raggiungere Karlsruhe mediante le autostrade A5 e A8.
loading...
close