Cerca Hotel al miglior prezzo

Montana: viaggio tra lo stato americano e le Rocky Mountains

Pagina 1/2

Lo stato federato del Montana, situato all’estremo nord degli Stati Uniti, è il quarto più grande per estensione, dopo Alaska, Texas e California, ma solamente il terz’ultimo per consistenza demografica, con appena 950.000 abitanti, essendo un territorio poco densamente urbanizzato dove la natura riveste ancora un ruolo preponderante il molte province. La derivazione del nome è connessa alla parola spagnola montaña, che significa “montagna”, chiaro riferimento alla conformazione morfologica del terreno, decisamente montuoso specie nelle regioni più occidentali, che inglobano la parte più settentrionale della catena delle Montagne rocciose, caratterizzate da picchi fino a 3.900 metri di quota.

Geograficamente il Montana è situato all’estremo settentrione degli Stati Uniti, confinante a nord per oltre 870 chilometri con il Canada, nello specifico con le province canadesi della Columbia Britannica, dell'Alberta e del Saskatchewan, ad est con il Nord Dakota ed in parte col Sud Dakota, a sud con il Wyoming, e ad ovest con l’Idaho. Come detto una delle principali risorse dello stato è la bellezza degli scenari naturali e paesaggistici, caratterizzati dalle enormi distese delle Grandi Pianure a sud, e dalle principali catene montuose a nord-est, dove le città tendono sempre più a diradarsi lasciando spazio a fiumi e laghi incontaminati, fondamentali per l’approvvigionamento idrico, alimentare, dato che la pesca è un settore molto importante per il sostentamento della popolazione e per l’economia, ed energetico, vista la massiccia presenza di centrali idroelettriche. Una particolarità riguardante i corsi d’acqua del Montana è legata al ghiacciaio Triple Divide Peak, appartenente al Glacier National Park, ed unico al mondo in quanto una goccia d’acqua che cada sulla sua cima ha la possibilità di ritrovarsi indifferentemente, a seconda di quale versante scelga di percorrere, nel Mar Artico, nell’Oceano Pacifico e nell’Atlantico.

L’economia si basa principalmente su allevamento, coltivazione di frumento, ed estrazione di petrolio e carbone nei territori più ad est, sulla produzione di legname e sul turismo nelle province dell’ovest, dove sono concentrati la maggior parte dei parchi nazionali, tra cui spiccano tre dei cinque accessi al famosissimo Parco di Yellowstone.

La storia del Montana è indissolubilmente legata agli avvenimenti ed alle relazioni intercorse fin dal loro arrivo tra coloni bianchi e nativi pellerossa, in questa regione riuniti nelle tribù Cheyenne, Crow, Blackfeet e Kootenai per citare le più conosciute. Una tragicomica storiella locale, riguardante il pensiero di un capo indiano, cita:“Quando sono arrivati i bianchi, loro avevano l’alcool e noi la terra. Ci hanno detto: “bevete e chiudete gli occhi”. Quando gli abbiamo riaperti noi avevamo l’alcool e loro la terra”, evidenziando bene il rimpianto dei pellerossa, sterminati o confinati nelle riserve, mitigato dall’unico grande onore della vittoria nella celebre battaglia di Little Big Horne, combattuta il 25 giugno 1876 proprio in questa regione, che vide il tracollo dell’esercito del generale Custer, annichilito dagli uomini di Cavallo Pazzo. Un evento entrato nella storia dello stato, dicono da queste parti, come l’incontro di pugilato Jack Dempsey vs Tom Gibbons che si svolse a Shelby il 4 luglio 1923; in palio il titolo di campione del mondo dei massimi e 300.000 dollari, messi in cassaforte dal vincitore Dempsey, che in compenso svuotò le casse della città e mandò in fallimento tre banche.

La capitale del Montana è Helena, una tranquilla cittadina con appena 25.000 abitanti, caratterizzata da un passato particolare ed alquanto curioso, dato che la fondazione è scaturita dal ritrovamento di un filone d’oro da venti milioni di dollari, nascosto nel torrente che scorreva proprio dove oggi passa Main street, venuto alla luce quando ormai i cercatori d’oro erano scoraggiati dai numerosi insuccessi precedenti, tanto da battezzare quello scavo come “Last Chance”, “L’Ultima Occasione”. Per rivivere questo passato neanche troppo lontano si può provare il Last Chancer Tour Train, che conduce nel punto esatto dove fu rinvenuta la vena aurifera, mentre è interessante farsi un’idea di cosa volesse dire la “febbre dell’oro” visitando la Gold Collection, con esposto un esauriente campionario di oggetti d’oro.

Tutte le città del Montana presentano dimensioni molto ridotte rispetto alla media di quelle degli altri stati, tanto che la città più popolosa è Billings, neanche 100.000 abitanti, situata nella contea di Yellowstone. Quest’ultima è anche il centro industriale più sviluppato ed una meta turistica di discreta rilevanza, in quanto punto di partenza per le visite al vicino parco di Yellowstone. Due sono le curiosità legate a Billings: la prima è legata al Boothill Cemetery, dove sono sepolti i pistoleri e gli sceriffi dell’epoca del Far West, la seconda è la presenza dell’Oscar’s Dreamland Yesteryear Museum, quattordici chilometri a sudovest sulla I-90, uscita King avenue, sede della più grande collezione al mondo di macchinari per l’agricoltura. Altre città da segnalare sono: Bozeman, 23.000 abitanti, nel centro-sud dello stato, dove visitare il Museum of the Rockies, in pratica un salto nel tempo di quasi 80 milioni di anni per tornare all’epoca nei dinosauri, ottimamente ricostruiti all’interno della Berger Dinosaur Hall; e Butte, 35.000 abitanti, conosciuta soprattutto per il Mineral Museum, con reperti fossili e minerali di ogni tipo, ed il World Museum of Mining and Hell Roarin’ Gulch, per una carrellata sulla storia delle miniere della regione, senza dimenticare l’Old N °1, un interessante tour della cittadina a bordo di un vecchio tram d’inizio secolo.
... Pagina 2/2 ...
Detto delle città, il Montana offre decine di parchi naturali di indicibile bellezza, su tutti il Glacier National Park, al confine con il Canada. Questa è infatti una gigantesca area protetta che comprende una cinquantina di ghiacciai (quasi tutti quelli degli USA), duecento laghi, più di mille specie di piante, sessanta specie di animali (dai topolini alle alci), e duecento di uccelli. Per godere di panorami da cartolina si può viaggiare in auto lungo la Going-to-the-Sun Road, circa cento chilometri di strada tra i più scenografici al mondo, percorribili solo nei mesi estivi, da metà giugno a metà ottobre circa. Per chi ama la storia una tappa obbligatoria è il Little Big Horn Battlefield National Monument, circa quattro chilometri a sudest della Riserva dei Crow, I-90 o US 212, realizzato nel luogo esatto dove il generale George A. Custer mandò al massacro se stesso e i 210 uomini del 7° Cavalleria attaccando battaglia con Sioux e Cheyenne. Fino a pochi anni fa a ricordare l’evento c’era un monumento che celebrava soltanto i soldati americani, mentre recentemente è stata innalzata anche una lapide di bronzo alla memoria del valore degli indiani.

Un modo originale di villeggiare in Montana è quello di trascorrere una vacanza in un ranch: avventurarsi a cavallo per praterie e spazi sconfinati, scortare mandrie di bestiame o carovane con carri in legno dei pionieri, trascorrere le giornate sotto il cielo del Montana e le notti in bivacchi ascoltando le prairie song, le canzoni della prateria, seduti intorno al fuoco, questo ed altro per sentirsi come in un film di John Wayne, con tanto di Stetson, il cappello a tese larghe dei cowboy, stivali e speroni. Naturalmente si viaggia con l’aiuto di agenzie specializzate, su tutte la Foss Cattle Drive e la Montana Cattle Drives.

Il clima del Montana è assolutamente variabile a seconda della zona considerata, anche se è possibile fare una divisione sommaria tra regioni orientali, generalmente montuose caratterizzate da un clima continentale, e regioni occidentali, pianeggianti, con un clima più mite riconducibile a quello delle coste settentrionali del Pacifico. Le temperature sono di norma fresche in estate, molto fredde se si comincia a salire di quota, e rigide in inverno, quando la neve cade copiosa un po’ su tutto lo stato. Le precipitazioni però sono piuttosto contenute, grazie all’azione protettiva delle catene montuose nord-orientali, che hanno il grande merito di impedire ai fronti di bassa pressioni provenienti dal Pacifico di varcare i confini dello stato.

La tipologia di trasporto più importante del Montana è sicuramente quella ferroviaria, presente fin dal 1880, radicata su tutto il territorio con diverse linee. Il maggiore aeroporto è il Great Falls International Airport Kalispell, appoggiato per quanto riguarda le rotte commerciali da altri piccoli scali a Butte ed Helena. Le autostrade che transitano per lo stato sono le: I-15, I-84, I-90, ed I-94.

Fonte: State of Montana - Ufficio del Turismo
Ufficio Stampa Thema Nuovi Mondi srl
Visita Visitmt.com
 

23 Luglio 2014 Le navi da crociera pił grandi del mondo ...

Non tutti lo sanno, ma le crociere hanno ben 170 anni di storia, grazie ...

NOVITA' close