Cerca Hotel al miglior prezzo

Helena: visita alla capitale dello stato del Montana

Pagina 1/2

  • La Cattedrale di Helena
  • Il fiume Missouri
Helena è una tranquilla cittadina di appena 25.000 abitanti, capitale dello stato del Montana, situata al centro dello stato nella contea di Lewis e Clark, di cui è anche capoluogo. Il simbolo ufficiale di Helena altro non è che un’immagine del Guardian of the Gulch raffigurante un’antica torre antincendio, risalente al 1886 ed eretta a rimpiazzo di altre torrette di avvistamento bruciate, ma ancora oggi presente sul colle Tower Hill, da cui si domina tutto il centro storico.

La storia della fondazione è particolarmente curiosa: il primo insediamento venne infatti realizzato ufficialmente il 30 ottobre 1864, pochi giorni dopo la scoperta da parte dei cosiddetti “Quattro Georgiani” di un gigantesco filone d’oro lungo il letto del torrente poi ribattezzato Last Chance Creek, in quanto il tentativo fortunato fu proprio quello stabilito come “ultimo”, l’ultima possibilità, dettata dai numerosi insuccessi precedenti. Il primo nome assegnato al piccolo villaggio fu Crab Town, in onore di John Crab uno dei quattro cacciatori d’oro, poi cambiato in Saint Helena in seguito all’insistenza dei numerosi altri minatori giunti sul posto negli anni a venire. Il “Saint” venne ben presto eliminato poiché ritenuto inutile; inutile come il primo progetto di pianificazione e regolazione urbana della città, redatto nel 1865 dal capitano John Wood, vanificato a causa dei preesistenti sentieri minerari, caotici ed intrecciati l’un con l’altro, che non consentirono al progettista di estendere la sua idea di isolati regolari 30x60 metri a tutto il territorio. Helena conobbe comunque un certo sviluppo sulla fine del XIX secolo, quando buona parte dei residenti erano multimilionari arricchitisi grazie all’estrazione aurifera dal Last Chance Gulf, che in appena vent’anni fruttò a diverse persone un totale di oro equivalente alla bellezza di 3,6 miliardi di dollari attuali.

Oggi la città è il classico borgo di piccole dimensioni dove la vita scorre ancora a ritmi tranquilli, ideale per chiunque abbia intenzione di staccare la spina dallo stress quotidiano per concedersi un periodo di assoluto riposo in mezzo al verde ed alla natura incontaminata, ma comunque confortevole grazie alla presenza di tutte le strutture ed i servizi basilari. Attualmente gli edifici più importanti sotto il profilo architettonico sono indubbiamente il Campidoglio e la Cattedrale, due splendidi esempi di architettura neoclassica, nulla a confronto del maestoso Hotel Broadwater and Natatorium, un enorme complesso residenziale fatto costruire ad ovest di Helena nel 1889 dal magnate ferroviario Charles Arthur Broadwater, gravemente danneggiato da un terremoto nel 1935 e poi definitivamente demolito poiché pericolante nel 1976. Di notevole interesse turistico anche il viale principale, lungo per più di tre isolati e punteggiato da decine di negozi di varia natura, il cui tracciato segue la morfologia del vecchio Last Chance Gulch. Interessante è anche la fontana che segue parallelamente il corso, evocazione e cammeo allo scomparso torrente Last Chance Creek.

Possono risultare molto interessanti per diversi motivi i dintorni della città, vero e proprio paradiso per gli amanti della natura, che non si stancheranno mai di visitare i parchi nazionali, il Mt. Helena City Park e lo Spring Meadow Lake State Park su tutti, le riserve, tra cui spicca quella di Gates of the Mountains Wilderness, ed i molti siti naturalistici, come il Lake Helena, la Helena National Forest, le Big Belt Mountains, il fiume Missouri, le Elkhorn Mountains ed il Canyon Ferry Lake. Chi si diverte a sciare deve invece dirigersi a nord-ovest di Helena, nei pressi della semi-deserta città di Marysville, dove la Great Divide Ski Area assicura decine di chilometri di piste per sciatori più o meno esperti. Infine da non perdere Frontier Town, circa trenta chilometri ad ovest del centro seguendo la US 12, un villaggio di pionieri costruito con case realizzate sfruttando giganteschi tronchi d’albero.

... Pagina 2/2 ... Tra le personalità che hanno legato la propria vita alla città, restano impressi a fuoco nella storia il mitico James Frank Cooper, meglio noto come Gary, nato ad Helena il 7 maggio 1901 e famosissimo divo di Hollywood, e Jeannette Rankin, di Missoula, la prima donna eletta al Congresso degli Stati Uniti quando correva l’anno 1916.

Il clima di Helena è continentale, decisamente rigido, anche se non ha nulla a che vedere con quello dei molti vicini paesi disseminati sulle alture limitrofe, spesso paralizzati da neve e ghiaccio. Ad Helena la neve cade copiosa durante l’inverno, quando le temperature sono praticamente sempre precedute dal segno meno, mentre in estate non è raro assistere a belle giornate soleggiate, fresche ma assolutamente piacevoli. Le precipitazioni si intensificano sensibilmente nei mesi primaverili, quando occasionalmente si verificano temporali anche di forte intensità, il più delle volte scongiurati grazie all’efficace protezione naturale garantita dalle catene montuose che si alzano ad oriente.

Per quanto riguarda i trasporti, la città possiede un piccolo aeroporto regionale, principalmente sfruttato a fini commerciali, ma luogo di atterraggio anche di diversi piccoli velivoli turistici, ed è servita da alcune importanti arterie di comunicazione stradale, vedi le US 12 e US 287, e soprattutto la I-15.

Fonte: State of Montana - Ufficio del Turismo
Ufficio Stampa Thema Nuovi Mondi srl
Visita Visitmt.com
 

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close