Cerca Hotel al miglior prezzo

Saint-Martin De Belleville (St. Martin), settimana bianca in Francia

Pagina 1/2

La valle del fiume Belleville è quella più occidentale del gruppo del comprensorio Les Tres Valléès, una delle Ski Aree più importanti del mondo, che si sviluppa sui versanti settentrionali del Massif de la Vanoise. In questa valle, che si diparte sulla sinistra idrografica del percorso del fiume Isere in corrispondenza di Moutiers, si incontra dopo 19 km il villaggio di St. Martin de Belleville, che consente di approcciare subito le piste del comprensorio, ed in particolare collegandosi direttamente alle vicine e celebri stazioni di Les Menuires e Meribel.

St. Martin de Belleville non si trova ad una quota levata, con i suoi 1350 m di altitudine è uno dei punti più bassi di accesso alle 3 valli. Uno dei suoi vantaggi, a parte l'ovvia comodità di percorrere meno chilometri di strada, sta nel trovarsi in un vero villaggio alpino, e non in un resort turistico creato unicamente per lo sci e le vacanze in montagna. Questo crea un'atmosfera più autentica ed offre anche occasioni di passeggio davvero piacevoli, che vanno al di là del semplice shopping, oltre che spunti culturali come ad esempio il Museo Saint Martin che ricostruisce gli ultimi 150 anni di storia della vallata.

Per chi desidera sciare a Saint-Martin de Belleville l'impianto di risalita si trova appena a sud del centro a quota 1400. Da qui una moderna telecabina di arroccamento (St. martin 1) che va ad agganciarsi ad una seggiovia quadrupla (St. Martin 2) che si inerpica sul monte Tougnette, che tocca i 2434 m di quota. Da qui si può scegliere se ridiscendere a S.Martin per un tuffo di oltre 1000 metri di dilivello, seguendo i percorsi azzurri delle facili piste Pellozet e Biollat, o in alternativa scendere lungo le più impegnative piste rosse, Pramint e Riondaz, oppure proseguire verso il versante di Maribel, o verso Les Menuires.

Se si opta per Meribel c'è possibilità di ritornare a St. Martin de Belleville, sia tornando alla Tougnette, che salendo sul Mont de la Challe che sulla Cherferie e la Roc de Fer. Se si torna invece da Les Menuires si può programmare il ritorno partendo dalla Roc des 3 Marches: da qui si può compiere una picchiata di 1300 metri di dislivello fino a tornare direttamente a St. Martin de Belleville. Se siete invece pigri e volete trascorrere la giornata sulle piste di St. Martin de Belleville ci sono due impianti a fianco della seggiovia quadriposto denominati Teppes e Choumes. Quest'ultimo si aggancia all'impianto Grand Lac che raggiunge quota 2700 sulla cime des 3 Marches.

Da segnalare che St. Martin de Belleville, assieme a Les Menuires, offre a partire dal 2007, la possibilità di prenotare le proprie vacanze sul principio del "soddisfatti o rimborsati". Come funziona? Se la copertura nevosa durante le vacanze non siddisfa dei requisiti minimi e cioè le piste chiuse per mancanza di neve sono più del 20%, i turisti possono lasciare la località e chiedere il rimborso per il periodo non utilizzato di skipass e hotel.

Dove sciare?

Da Saint-Martin-de-Belleville sono raggiungibili, nel raggio di 30km, 2 comprensori sciistici: il comprensorio sciistico Courchevel Aperta stagione (a 12 Km) e il comprensorio sciistico Aussois Aperta stagione (a 25 Km).

Per le nevicate previste e l'innevamento delle piste consultate:
» il Bollettino neve Courchevel.
» il Bollettino neve Aussois.
... Pagina 2/2 ...Oltre allo sci, la località offre le comodità ed i piaceri di un vero villaggio di montagna. Il centro cittadino è stato di recente ristrutturato, ed è un piacere passeggiare nella zona centrale che è stata pavimentata di recente, come la piazza centrale che ospita anche una bella fontana. Tra i monumenti cittadini sono da segnalare la chiesa di Saint Laurent de la Cote e la Chapel de Saint Antoine du Chatelard. Installato in una vecchia fattoria, tipica della valle, il Musèe Saint Martin è un luogo da non perdere: invita i visitatori a condividere una parte della storia della valle del fiume Belleville. Il museo mette in luce la storia di St.Martin nel corso degli ultimi 150 anni e l'evoluzione formidabile del villaggio divenuto e, in meno di una generazione, una delle più importanti destinazioni turistiche delle Alpi. Il museo è organizzato in tre periodi importanti:

- Al primo piano, corrispondente alle vecchie stalle, si parla dello sviluppo della civiltà agro-pastorale (1850-1914).
- Il secondo piano si apre verso il vecchio fienile e colpisce per il suo enorme volume. Esso rappresenta il declino dell'attività agricola e la crescita della rivoluzione industriale nelle vicinanze della Valle (1914-1950).
- I piani alti, soppalchi ricavati nel vecchio fienile, raccontano la storia della vera e propria rivoluzione turistica (1960-2000). Oggetti, video, testimonianze e gli archivi fotografici aiutano a rappresentare questa storia interessante.

Per arrivare a Saint-Martin-de-Belleville si possono utilizzare i valichi autostradali e relativi trafori del Monte Bianco e del Frejus. Entrembi i percorsi conducono fino ad Albertville. Da qui si rislae la valle del fiume Isere fino a Moutiers, una cittadina operosa allo sbocco della valle di Belleville. Da qui la strada inizia la sua risalita che porta fino a destinazione in poco meno di 20 chilometri e con un dislivello complessivo di poco più di 900 metri.

Fonte foto, cortesia: Saint-Martin De Belleville, Office de Tourisme
loading...
24 Gennaio 2017 Il Carnevale di Maniago

Nella bella Maniago quest’anno si festeggia la 53° edizione ...

NOVITA' close