Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Cą Pesaro

Ca' Pesaro, la visita al palazzo di Venezia e ai suoi musei

Pagina 1/2

Affacciato sul Canal Grande, questo storico palazzo veneziano fu realizzato su progetto dell’architetto Baldassare Longhena per la ricca famiglia nobiliare dei Pesaro da cui prese il nome. La mole imponente e la qualità decorativa ne fanno uno degli edifici più importanti della città lagunare grazie anche alla suggestiva facciata principale in stile barocco che lo rende unico e agli affreschi dei soffitti eseguiti da Giambattista Pittoni.

A fare da cornice a Ca’ Pesaro sono altre due costruzioni di pregio, Palazzo Correggio e Palazzo Coccina Giunti Foscarini Giovannelli, che lo affiancano su entrambi i lati nel sestiere di Santa Croce: l’edificio venne costruito fra il 1652 e il 1710 e quando, nel 1682, l’architetto Longhena morì, a occuparsi della sua ultimazione fu Antonio Gaspari che apportò solo lievi variazioni al progetto iniziale. Dopo essere stato di proprietà dei Pesaro, divenne dimora dei Gredenigo, in seguito collegio dei padri armeni per essere infine acquistato dalla famiglia nobiliare Bevilacqua che lo destinò a diventare sede di una galleria d’arte moderna.

Imponente all’esterno e altrettanto all’interno, il palazzo si presenta con ampi saloni di cui restano purtroppo poche testimonianze di decorazioni e affreschi seppur di grande valore come quelle a firma di Bambini, Trevisani e Brusaferro.

Concepita in origine per ospitare sale di rappresentanza e un’ala destinata ai servizi (e per questo disegnata inizialmente con una divisione tramite un ampio scalone parallelo al Canal Grande), la costruzione venne invece modificata in parte nella sua struttura con l’intervento dell’architetto veneto Antonio Gaspari che apportò qualche lieve variazione anche sul progetto del cortile.

Di particolare bellezza in questo esempio di architettura civile barocca sono la decorazione del pianoterra caratterizzata da un bugnato a diamante e i sette archi a tutto sesto, decorati e separati da colonne, per i piani nobili.

Al primo e al secondo piano di Ca’ Pesaro si trova la Galleria Internazionale d’Arte Moderna, voluta qui dal Comune di Venezia che nel maggio del 1902 decise di dare a questa importante collezione una collocazione stabile. Curiosando fra le opere esposte si possono ammirare capolavori di Klimt fra cui “Giuditta II”, Chagall con “Rabbino” oltre a Matisse, Morandi, De Chirico e Sironi. Altrettanto interessanti sono le sculture di Martini, Medardo Rosso e Wildt mentre salendo le scale che danno accesso alla galleria il visitatore viene accolto da una copia de “Il pensatore” di Rodin, celebre statua in bronzo spesso utilizzata a simboleggiare la filosofia.

I locali al terzo piano accolgono invece il Museo d’Arte Orientale, una delle più prestigiose raccolte di capolavori cinesi e giapponesi: oltre 30 mila manufatti collezionati dal principe Enrico di Borbone in tre anni di viaggi in Estremo Oriente. Fra i pezzi esposti più apprezzati vi sono spade giapponesi nei loro foderi originali, abiti e tessuti ricamati, strumenti musicali e lacche di epoca Edo. Da non perdere durante la visita neppure la sala che ospita rari manufatti in giada e porcellane e un’altra in cui si possono ammirare batik e pugnali malesi.

... Pagina 2/2 ... Biglietto d’ingresso (Galleria Internazionale d’Arte Moderna + Museo d’Arte Orientale): 10 € intero; 7,50 € ridotto (ragazzi dai 6 ai 14 anni, studenti dai 15 ai 25 anni, over 65…); gratuito per residenti e nati nel Comune di Venezia, bambini da 0 a 5 anni, disabili con accompagnatore; 4 € (valido dal 1° settembre al 15 marzo) per classi di studenti. Per chi lo desidera è possibile acquistare anche il Museum Pass che consente l’ingresso a diversi musei di Venezia: intero 24 € e ridotto 18 €.

Orario di apertura: 10-18 dal 1° aprile al 31 ottobre; 10-17 dal 1° novembre al 31 marzo. La biglietteria chiude un’ora prima. Giorni di chiusura: lunedì, 25 dicembre e 1° gennaio.

I musei di Ca’ Pesaro possono essere visitati anche fuori dai normali orari di apertura previa richiesta di prenotazione cinque giorni lavorativi dalla data interessata: tale possibilità è condizionata però dall’acquisto di 15 biglietti al costo di 30 € l’uno.

L’edificio è completamente accessibile ai portatori di disabilità motorie.

Come arrivare
Per raggiungere Ca’ Pesaro, situato in Santa Croce 2076, si possono utilizzare i vaporetti: da piazzale Roma, stazione Venezia Santa Lucia e Lido di Venezia linea 1 fermata San Stae.

Sito ufficiale: www.capesaro.visitmuve.it

 Pubblicato da il 23/01/2016 - 329 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
19 Gennaio 2017 Mauritius: escursioni tra le sue isole minori ...

Famosa lo è e a ragione. Tanti la chiamano "Le Isole Mauritius", ...

NOVITA' close