Cerca Hotel al miglior prezzo

Porto Recanati (Marche): la cittą, il mare e il Monte Conero

Pagina 1/2

Il Monte Conero, sporgente sul Mare Adriatico, forma sul litorale marchigiano una conca accogliente, bacino di meraviglie naturali e turistiche: tra le perle che si allineano lungo la costa c’è Porto Recanati, cittadina marinara di circa 12 mila abitanti in provincia di Macerata, affacciata alla foce del fiume Potenza e lambita da un’acqua sorprendentemente azzurra e cristallina.

Meta turistica molto amata, tra le più famose delle Marche, Porto Recanati è stata scelta come luogo di vacanza sin dai tempi antichi, quando già si apprezzavano il clima mite e la natura incantevole. Ancora più antiche, però, sono le sue origini: il nucleo originario risale infatti al 184 a.C., quando i romani decisero di collocare una colonia accanto a Potenza. Il centro storico che si può visitare ancora oggi invece, testimone prezioso della storia locale, è di realizzazione medievale, creato dagli Svevi a partire dal XIII secolo, durante il loro dominio sulla zona.

Oggi Porto Recanati è una località ridente, graziosa e curata ma dall’aria familiare, senza troppe pretese: non manca nulla per trascorrere un soggiorno piacevole e rilassante, dove il riposo e il divertimento si incontrano in armonia, ma allo stesso tempo è l’ideale per lasciarsi alle spalle il caos cittadino e ritrovare la semplicità di un antico borgo di pescatori. Prima di scoprire l’indole marittima del luogo, quella che più di ogni altra cosa rende attraente la città, vale la pena di esplorarne il centro storico: il mare, infatti, non deve far passare in secondo piano alcuni piccoli gioielli storico-artistici degni di nota.

Comunica un senso di imponenza e rispettabilità il Castello Svevo, che domina la piazza principale: costruito in epoca medievale per difendere il centro dagli attacchi dei pirati, frequenti e molto temuti in quel periodo, il maniero continua ad essere ancora oggi uno degli edifici più grandiosi della città. Si fa un salto in un passato ancor più lontano spostandosi a sud della città, nell’area archeologica di Potentia, l’antica città romana fondata nel 184 a.C.: qui si possono ancora ammirare le vestigia di edifici passati, mentre le pregiate statue classiche rinvenute sul posto sono custodite proprio all’interno del Castello Svevo.

Nella vicina Valle degli Scossici si può ammirare la Chiesetta della Banderuola, innalzata nella posizione esatta in cui, secondo la tradizione popolare, la Santa Casa che oggi si trova a Loreto sostò per la prima volta durante i suoi spostamenti per l’Italia. Per finire, il cuore di Porto Recanati custodisce l’antichissima Abbazia di Santa Maria in Potenza, fondata nel XII secolo in stile tipo romanico, la Chiesa di San Giovanni Battista del XIX secolo, e la Pinacoteca Comunale con i suoi dipinti realizzati da artisti stranieri e italiani di un lungo periodo, compreso tra l’XI e il XVI secolo.
... Pagina 2/2 ...
Dopo aver completato la scoperta del centro, viene finalmente il momento di assaporare il mare di Porto Recanati e di godere delle sue efficienti attrezzature balneari. A ridosso dell’arenile, nel lungomare completamente chiuso al traffico, sono schierate in ordine le casette colorate dei pescatori di un tempo. Tra queste e il mare, che brilla di tutti i verdi e i blu immaginabili, si estende una striscia di spiaggia suggestiva: a differenza delle altre località del litorale, qui la sabbia lascia spazio ai ciottoli, e il fondale diventa profondo dopo pochi metri. L’ambientazione è ideale per chi ama le nuotate e i tuffi, ma rimane comunque sicura e confortevole per le famiglie con i bambini.

Per apprezzare ancora più a fondo l’indole marinara del borgo, vale la pena di prendere parte a una delle numerose manifestazioni tradizionali che si organizzano a Porto Recanati durante l’anno, specialmente in estate. Il mercatino del giovedì, che inonda il lungomare di bancarelle di ogni tipo, è tra le occasioni più adatte e piacevoli, ma non è da meno la Festa del Mare che si tiene nel mese di luglio, con le degustazioni di pesce fresco cucinato secondo gli usi tipici locali. Interessante anche il mercatino dell’antiquariato che si svolge in Corso Matteotti ogni domenica, nei mesi di luglio e agosto.

Per completare lo scenario marino, a Porto Recanati non manca un clima da vacanza, temperato e gradevole. Le temperature medie sono piuttosto miti: in gennaio, il mese più freddo, si va da una minima di 1°C a una massima di 9°C, mentre in agosto si passa dai 17°C ai 29°C. Le precipitazioni sono scarse in estate, e anche per il resto dell’anno non superano gli 8-9 giorni di pioggia mensili.

Per raggiungere Porto Recanati ci sono diverse possibilità. Chi viaggia in auto deve prendere l’Autostrada A14, venendo da Nord in direzione Ancona e venendo da Sud in direzione Napoli, per poi uscire a Loreto/Porto Recanati, immettersi sulla SS16 Adriatica e seguire le indicazioni fino a destinazione. Per chi sceglie il treno, la stazione cittadina si trova lungo le linee Milano-Bologna-Ancona-Lecce e Roma-Falconara-Ancona, mentre l’aeroporto più vicino è quello di Ancona, a 30 km circa dal centro. Per finire, a 25 km circa da Porto Recanati, c’è il porto di Ancona, collegato con i porti della Grecia, della Croazia, della Turchia, dell’Albania e del Montenegro.
loading...
close