Cerca Hotel al miglior prezzo

Polis, a Cipro sulla baia di Chrysochous, penisola di Akamas

Pagina 1/2

  • Aphrodite Hills
  • Aphrodite Hills
Polis: un nome che fa pensare alla civiltà greca, e subito richiama alla mente storie leggendarie e immagini idilliache, profumi mediterranei e rotte avventurose. È il nome suggestivo di una piccola cittadina sull’isola di Cipro, lungo la sua costa nord-occidentale: popolata da meno di 2 mila abitanti, la bella località di mare occupa la punta della penisola di Akamas e se ne sta incastonata nel bel mezzo della baia di Chrysochous. Ad incorniciarla c’è un paesaggio paradisiaco, preservato da una riserva naturale: è proprio questa la zona più selvaggia e incontaminata dell’isola, tuttora salvaguardata dal turismo di massa e intrisa di genuinità.

Da sempre gli abitanti di Polis vivono di agricoltura e soprattutto di pesca. La pratica dei lupi di mare, che al mattino cavalcano le onde per poi rincasare al tramonto, con le reti cariche di bottino, è uno spettacolo che si ripete di giorno in giorno come un sacro rituale. Il porto di Latsi, oltre ad essere uno snodo importante dal punto di vista economico, costituisce uno scenario caratteristico ed è rinomato per le taverne, in cui gustare deliziose ricette preparate col pescato del giorno. Anche le attività sportive e ludiche sono alla portata di tutti, dalle gite in barca alle immersioni organizzate.

Le acque che accarezzano la costa sono estremamente limpide, così trasparenti che le barche ormeggiate sembrano galleggiare nell’aria, mentre proiettano un’ombra azzurrata sul fondale soffice del mare. Soffice se si sceglie una spiaggia sabbiosa, dall’arenile ampio e luminoso, ma ci sono anche calette rocciose di grande fascino, frastagliate come sculture preziose e allo stesso tempo aspre e selvagge, i cui fondali colorati aspettano di essere scoperti, con l’aiuto di maschera e boccaglio.

L’abitante più simpatico della zona è la tartaruga caretta caretta, che raggiunge la riva per deporre le uova. Affinchè la deposizione e la schiusa avvengano senza problemi, al riparo da sguardi troppo indiscreti o turisti irrispettosi, ci sono dei volontari che in alcuni periodi dell’anno presidiano l’accesso alla spiaggia. In prossimità dei nidi di tartaruga vengono poste delle reti che impediscono alla volpi e ad altri predatori di fare una scorpacciata di uova.

Il clima, come è facile immaginare, è quello tipico delle coste mediterranee, irresistibile per chi ama il mare e gradevole anche per chi si trova a Cipro nella stagione invernale, grazie alle temperature sempre miti e alla generosità del sole. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno infatti da una minima di 7°C a una massima di 16°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 21°C ai 33°C. Le precipitazioni, scarse nei mesi più caldi, toccano il picco massimo tra dicembre e febbraio: in particolare in dicembre cadono mediamente 94 mm di pioggia.

Condizioni così favorevoli, oltre alla vita da spiaggia, incoraggiano le esplorazioni tra la fitta vegetazione della penisola. È un piacere camminare lungo i sentieri alla scoperta delle scogliere, degli arbusti profumati di fresco e della fauna locale, magari raggiungendo i vicini Bagni di Afrodite (Petra tou Romiou). Proprio qui, secondo la leggenda, la dea Afrodite dell’amore e della bellezza avrebbe conosciuto il suo amato Adone. A breve distanza sono state recentemente scoperte anche le rovine del monastero georgiano ortodosso di Gialia, di origine medievale.
... Pagina 2/2 ...
Da vedere il museo locale di Marion-Arsinoe, fondato nel 1998 dal governo di Ciprio e da Nicos Shacolas. Il museo consiste in uno spazio espositivo di due stanze più un atrio, ciascuna delle quali dedicata a oggetti diversi: nella prima sala, che si rivela la più interessante, ci sono reperti archeologici raccolti secondo un ordine cronologico, rinvenuti nei dintorni di Polis, che illustrano lo sviluppo della civiltà locale dal neolitico al periodo medievale. Da visitare anche il Centro Culturale di Polis, che aprì il 15 ottobre del 2001 e consiste in un edificio dall’architettura moderna, con un teatro capace di contenere 400 persone.

Tra i resort costieri più eleganti (vedi foto) c’è l’Inter Continental Hotel sulle Aphrodite Hills, distribuito su due livelli divisi da una parete di roccia naturale. Le caratteristiche del villaggio sono le stesse di una tipica cittadina mediterranea, con architetture greco-romane in pietra di cava, intonacate di bianco per catturare la luce del sole e restituirla al paesaggio ancora più abbagliante. Non mancano ristorantini, negozi di souvenir e botteghe, una cappella, giardini curati con statue e fontane. L'Hotel é anche Golf e Spa con The Retreat, nuovissima e circondata da un giardino d’essenze mediterranee ed agrumi. L’edificio classico che ospita la Spa ricorda le terme greco-romane ed è indipendente rispetto al golf e all’albergo.

Per chi vuole risparmiare, anche il campeggio Chrysochous rappresenta uno scenario paradisiaco in cui trascorrere le proprie vacanze, l’unico punto dell’isola in cui una centenaria foresta di eucalipti incontra la costa e lo sciacquio del mare.

Per arrivare Cipro si può contare su tre diversi aeroporti: sono quello di Ercan nei pressi di Nicosia, di Larnaca e di Paphos, tutti collegati a numerose città della Grecia, dell’Inghilterra e dell’Italia (in particolare Venezia, Milano e Roma). L’aeroporto di Paphos è il più vicino alla penisola di Akamas, e una volta atterrati si può prendere un autobus per raggiungere la città di Polis.

Fonte: ENTE NAZIONALE per il TURISMO di CIPRO
Ufficio Stampa Thema Nuovi Mondi srl
Visita Turismocipro.it - Email
 

 Pubblicato da - 05 Dicembre 2012 - © Riproduzione vietata

22 Aprile 2014 Itinerario in Nicaragua tra città coloniali, ...

Il Nicaragua, maggiore tra i cinque paesi del Centro America (grande quanto ...

NOVITA' close