Cerca Hotel al miglior prezzo

Pellegrinaggi Polonia

Pellegrinaggi religiosi in Polonia

La Polonia è una delle destinazione turistica emergente, e soprattutto nel campo del turismo religioso la figura del compianto Pontefice Giovanni Paolo II, Karol Wojtyla, ha contribuito non poco negli ultim anni alla crescita dei pellegrinaggi in terra polacca. Frontiera cattolica dell'est la Polonia ha tantissimo da offrire ai pellegrini, che qui trovano santuari importantissimi della cristianità, e figure di Santi che affascinano e richiamanbo ogni anno migliaia di fedeli. Il cuore religioso polacco di trova senza dubbio a Czestochowa, dove si trova il Santuario di Jasna Góra con la celebre Madonna Nera. E' il simbolo di una nazione, un santuario che ha sempre resitito alle numeraso invasioni subite dalla Polonia nel corso dei secoli.

Cracovia, oltre ad essere una magnifica città, è anche un'altra destinazione di pellegrinaggi: qui si trovano molti luoghi legati alla figura di Giovanni Paolo II, ed anche il Santuario della Divina Misericordia, legato alla figura di Santa Faustina Kowalska che introdusse al culto del Gesù Misericordioso. Il nuovo santuario, progettato dall'architetto italiano Renzo Piano si trova a Łagiewniki, un sobborgo di Cracovia. A Cracovia si può visitare il complesso del Wavel ed altre luoghi legati a Karol Wojtyla. I pellegrinaggi di solito abbinano la visita alle vicine miniere di sale di Wieliczka a pochi minuti ad est di Cracovia: all'interno si trovano anche oper d'arte realizzate con il salgemma.

Da Cracovia la distanza che separa da Wadowice, la città natale di Giovanni Paolo secondo è davvero breve, ma prima di arrivarci in genere ci si sofferma al magnifico santuario di Kalwaria Zebrzydowska, inserito nalla lista dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. Da non perdere la visita alle 42 cappelle della via crucis, ma tutto il complesso ber riconoscibile a distanza dalle numerose cupole è un luogo in cui si respira una profonda spiritualità. A Wadowice si può visitare la casa natale di Karol Wojtyla, ora trasformata in museo, e la chiesa dove il futuro Papa venne battezzato.

La Polonia raccoglie poi numerosi pellegrini legati alla figura di San Massimiliano Kolbe, il Santo di Auschwitz. Nei pressi dei campo di concentramento di Auschwitz e Birkenau si trova il piccolo vilaggio di Harmeze: qui si trova un centro di spiritualità kolbiana gestite dalle Missionarie dell'Immacolata. Oltre a vivere l'esperienza dei campi di concentramento, e pregare sui luoghi di martirio di Maximilian kolbe e Santa Edith Stein, presso il centro si può ammirare una straordinaria mostra, "Cliché di memoria – Labirinti" con i disegni impressionanti di Marian Kołodziej, un reduce di Auschwitz . Altro luogo kolbiano è la città di Niepokalanów, non distante da Varsavia, nome che tradotto letteralmente significa "La Città dell'Immacolata" il villaggio creato da Maximilian Kolbe con i suoi confratelli, da dove veniva diffiso il messaggio di Maria Immacolata a tutta la Polonia.

Condividi:

loading...
close