Cerca Hotel al miglior prezzo

Penia di Canazei in Val di Fassa. Vacanza in Trentino

Penia di Canazei, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La storica regione della Ladinia assomiglia a un regno incantato nascosto tra le montagne, uno scrigno antico che gelosamente custodisce una lingua segreta, tradizioni affascinanti, e sapori e profumi autentici legati alla natura e al paesaggio. Tra le perle che compongono il tesoro c’è il comune di Canazei, in provincia di Trento ma incastonato tra le province di Bolzano e Belluno, che a sua volta comprende una manciata di interessanti frazioni e località turistiche: da non perdere, ad esempio, la piccola Penia, con le sue case graziose e la postazione splendida sul panorama alpino.

Intorno al paese c’è la corona formata dalle cime dolomitiche del Colac, della Marmolada, del Gruppo Sella e del Col Rodella: un caleidoscopio di luci che mutano a seconda delle stagioni e delle condizioni meteorologiche, dai bagliori quasi lunari del periodo invernale alla luminosità pura delle mattinate estive, quando il cielo sembra un lenzuolo lavato di fresco. Qui, nel cuore del Trentino Alto Adige, Penia è famosa anche grazie alla vicinanza di alcuni passi dolomitici quali Pordoi, Sella e Fedaia, e in ogni momento dell’anno sa stupire i suoi ospiti con visioni selvagge che assomigliano a immensi affreschi.

Il piccolo centro della Val di Fassa è accarezzato dalle acque cristalline del torrente Avisio, e se ne sta appollaiato ai monti a un’altitudine di 1555 metri: l’edificio che più di tutti si allunga verso le nuvole è la chiesetta locale, ma per arrivare davvero a un soffio dal cielo ci si può dirigere verso le piste da sci, raggiungibili dalla vicina frazione di Alba di Canazei. Alba, a due passi da Penia, è l’ideale trampolino di lancio per chi vuole cimentarsi negli sport invernali più vari, non solo nello sci o nello snowboard, ma anche nel pattinaggio su ghiaccio: nel borgo c’è lo stadio del ghiaccio ‘G. Scola’, utilizzato dalla società di serie A di Hockey S.H.C. Fassa Levoni, e a breve distanza si incontra la funivia del Ciampac da cui si accede al carosello sciistico Ciampac-Buffaure.

Ma trascorrere una vacanza a Penia non significa soltanto sfrecciare per i pendii con gli sci ai piedi, o fendere la neve con le ciaspole: anche la stagione estiva ha in serbo innumerevoli proposte, soprattutto un bel reticolo di sentieri da percorrere a piedi, in mountain bike o a cavallo, lasciando scorrere lo sguardo sulle creste scolpite dei monti. Penia è situata sulla famosa Via Alpinia, che da est a ovest attraversa l’intero arco alpino, e dal paese si accede facilmente alla bella Valle del Contrin: un paradiso costellato di malghe tradizionali, dove si può assistere alla preparazione casereccia del formaggio e si possono assaporare i freschissimi frutti dei pascoli. Anche una semplice chiacchierata con qualche gestore delle malghe può trasformarsi in un appassionante salto nel passato, alla scoperta di sapori dimenticati, riportando alla mente quel periodo in cui la gente del luogo doveva sopravvivere coi pochi prodotti agricoli cresciuti a fatica sui pendii montani, e lavorare il legname nella rinomata segheria veneziana. Tutt’ora in ottime condizioni, la segheria è diventata sede distaccata del Museo Ladino di Fassa.

La storia di Penia è testimoniata anche da qualche monumento interessante, come la chiesa dei Santi Sebastiano e Rocco, un edificio cinquecentesco in stile gotico con il tipico campanile a cipolla, arricchito all’interno da due altari rinascimentali dipinti a ‘finto marmo’.

Per abbracciare le autentiche tradizioni locali si può cominciare dall’area gastronomica, che in questa terra fredda e selvaggia offre tante ricette succulente, saporite e sostanziose, ideali per ristorarsi dopo la vita all’aria aperta: famosissimi sono i canederli, piatto originario dell’Austria e in seguito rielaborato per andare incontro ai gusti del luogo, preparati con formaggio, speck o fegato e consumati asciutti, in brodo, con burro fuso o formaggio grattugiato. Come accompagnamento non possono mancare i crauti, il gulash o la polenta, servita spesso con spezzatino di carne o selvaggina, funghi o formaggio fuso. L’elenco di specialità è davvero lungo: i buongustai dovranno provare anche le zuppe d’orzo, gli strangolapreti agli spinaci, gli spätzle di grano saraceno e il saporitissimo capriolo. Tra i dolci è squisito lo strudel di mele, con un ripieno che si scioglie in bocca e quel sapore di cannella che fa pensare al Natale.

Le feste sono le occasioni migliori per apprezzare la cucina locale, e a Penia e Canazei non mancano le manifestazioni e gli eventi da non perdere. In particolare a Canazei si svolgono molte competizioni sportive, come i Campionati Mondiali di Hockey su ghiaccio di metà dicembre, la Sellaronda Skimarathon di marzo, e la Dolomiti Skyrace di metà luglio. In ottobre ci si può lasciare inebriare dai profumi del Simposio Top Wine, e in luglio c’è la tradizionale festa Te Anter i Tobié. Da non perdere anche il Carnevale Ladino che si svolge nelle giornate del giovedì e martedì grasso.

Il clima di tipo alpino rende ancora più suggestivo il soggiorno a Penia, perché le temperature sempre piuttosto basse garantiscono un bel paesaggio innevato in inverno e una gradevole aria fresca in estate, ideale per passeggiare nel verde. I valori medi di gennaio, il mese più freddo, vanno infatti da un minimo di -3°C a un massimo di 6°C, mentre in luglio si passa dai 15°C ai 29°C. Le piogge sono frequenti in primavera, infatti il mese più colpito dal maltempo è maggio, con una media di 10 giorni di pioggia.

Raggiungere Penia e Canazei è abbastanza comodo e agevole con ogni mezzo di trasporto. Chi viaggia in auto deve percorrere l’autostrada A22 del Brennero e uscire a Egna-Ora o a Bolzano Nord. Se si esce a Egna-Ora bisogna attraversare il Passo San Lugano per la Val di Fiemme e la Val di Fassa, mentre uscendo a Bolzano Nord bisogna proseguire lungo la Grande Strada delle Dolomiti SS 241 e attraversare il Passo Costalunga verso la Val di Fassa.
Se si opta per il treno bisogna raggiungere le vicine stazioni di Bolzano, Trento o Ora-Auer (quest’ultima di minore importanza e dimensione), tutte collegate a Penia dagli autobus di linea giornalieri. Gli aeroporti più vicini sono il Catullo di Verona, il Marco Polo di Venezia, il Milano Linate e il nuovo aeroporto di Bolzano.

Dove sciare?

Da Penia di Canazei sono raggiungibili, nel raggio di 30km, 24 comprensori sciistici: il comprensorio sciistico Alba - Ciampac Aperta stagione (di cui fa parte), il comprensorio sciistico Ciampac - Buffaure Fine stagione (di cui fa parte), il comprensorio sciistico Canazei - Belvedere - Passo Pordoi Aperta stagione (a 3 Km), il comprensorio sciistico Campitello di Fassa - Col Rodella - Sellajoch Aperta stagione (a 5 Km), il comprensorio sciistico Passo Fedaia - Marmolada Aperta stagione (a 7 Km), il comprensorio sciistico Pozza di Fassa - Aloch - Buffaure Aperta stagione (a 9 Km), il comprensorio sciistico Passo Lavaze - Oclini Fine stagione (a 10 Km), il comprensorio sciistico Val Gardena - Groden Aperta stagione (a 11 Km), il comprensorio sciistico Vigo di Fassa Aperta stagione (a 12 Km), il comprensorio sciistico Arabba Marmolada Aperta stagione (a 13 Km), il comprensorio sciistico Falcade - Passo San Pellegrino Aperta stagione (a 13 Km), il comprensorio sciistico Moena - Alpe Lusia - Val di Fassa Aperta stagione (a 14 Km), il comprensorio sciistico Carezza / Karersee Aperta stagione (a 16 Km), il comprensorio sciistico Alta Badia Aperta stagione (a 18 Km), il comprensorio sciistico Predaia Fine stagione (a 18 Km), il comprensorio sciistico Passo Mendola - Prati di Golf Fine stagione (a 18 Km), il comprensorio sciistico Passo Rolle - Rollepass Aperta stagione (a 18 Km), il comprensorio sciistico Alpe di Siusi - Seiser Alm Aperta stagione (a 20 Km), il comprensorio sciistico Ski Civetta Aperta stagione (a 21 Km), il comprensorio sciistico San Martino Di Castrozza - Passo Rolle Fine stagione (a 22 Km), il comprensorio sciistico Alpe di Pampeago Aperta stagione (a 22 Km), il comprensorio sciistico Latemar - Obereggen - Val di Fiemme Fine stagione (a 22 Km), il comprensorio sciistico San Vigilio di Marebbe Fine stagione (a 29 Km) e il comprensorio sciistico Plose - Brixen Aperta stagione (a 30 Km).

Per le nevicate previste e l'innevamento delle piste consultate:
» il Bollettino neve Alba - Ciampac.
» il Bollettino neve Ciampac - Buffaure.
» il Bollettino neve Canazei - Belvedere - Passo Pordoi.
» il Bollettino neve Campitello di Fassa - Col Rodella - Sellajoch.
» il Bollettino neve Passo Fedaia - Marmolada.
» il Bollettino neve Pozza di Fassa - Aloch - Buffaure.
» il Bollettino neve Passo Lavaze - Oclini.
» il Bollettino neve Val Gardena - Groden.
» il Bollettino neve Vigo di Fassa.
» il Bollettino neve Arabba Marmolada.
» il Bollettino neve Falcade - Passo San Pellegrino.
» il Bollettino neve Moena - Alpe Lusia - Val di Fassa.
» il Bollettino neve Carezza / Karersee.
» il Bollettino neve Alta Badia .
» il Bollettino neve Predaia.
» il Bollettino neve Passo Mendola - Prati di Golf.
» il Bollettino neve Passo Rolle - Rollepass.
» il Bollettino neve Alpe di Siusi - Seiser Alm.
» il Bollettino neve Ski Civetta.
» il Bollettino neve San Martino Di Castrozza - Passo Rolle.
» il Bollettino neve Alpe di Pampeago.
» il Bollettino neve Latemar - Obereggen - Val di Fiemme.
» il Bollettino neve San Vigilio di Marebbe.
» il Bollettino neve Plose - Brixen.
  •  
close