Foto 1 di 58

Bangkok in due giorni: cosa vedere della Capitale della Thailandia

5 Vota   

1° immagine: Bangkok Le cupole del Wat Phra Kaew

Bangkok è una città che non accetta compromessi: la sia ama o la si odia, non esistono vie di mezzo. Può essere una città dal grande fascino, con la più grande concentrazione di persone sorridenti del mondo, può ammaliare con i suoi palazzi, i templi, il suoo mercato galleggiante, e per le occasioni di shopping. Ma può anche spaventare, per il suo eterno caos, lo smog asfissiante, ed il traffico impazzito pieno dei particolari Tuk-Tuk che sembrano gusci di noce in balia della corrente di un fiume impetuoso. Per me il fascino vince decisamente sul diasgio!

Nonostante la sua intrinseca precarietà, il tuc tuc è un mezzo di locomozione pratico, veloce ed economico. Potrebbe essere la scelta giusta di chi si ferma a Bangkok per poche ore, nel caso stia facendo qui uno "stop-over" cioè una piccola pausa durante un viaggio più lungo verso l'Estremo Oriente o l'Oceania. Per sfruttare al meglio le ore a disposizione, queste specie di "ape car" con divano montato sul cassone postriore, consentono di muoversi agilmente dentro al traffico perennemente congestionato della Capitale della Thailandia, ed anche spendendo il giusto, ovviamente se avrete bene contrattato il prezzo del servizio, prima di partire. Gli stessi hotel offrono servizi di trasporto con Tuk-Tuk, di solito pià costosi e decisamente più lussuosi, mentre in strada potrete divertirvi a trovare l'autista più simpatico al prezzo più conveniente.

Cosa vedere a Bangkok in poco tempo? Ci sono varie possibilità: o fare una crociera lungo il fiume Chao Praya, visitando il cosiddetto Floating Market,  il mercato gallegiante (Taling Chan), il tempio di Wat Arun e luoghi particolari come le fabbriche di orchidee, oppure dedicarsi ai monumenti del centro storico, e cioè il Palazzo Reale Rattanakosin con i templi di Wat Pho dove si trova il gigantesco Buddha sdraiato e il Wat Phra Kaew, cioè il tempio del Buddha di Smeraldo. Altri tempi della città sono il Wat Chanasongkhram Ratchaworawiharn, il Wat Ratchabophit, il Wat Benchamabophit Dusitwanaram Ratchaworawihan ed il Wat Yannawa.

Chi invece vuoe dedicarsi allo shopping, può esplorare la zona del quarteire di Yaowaraj, conosciuto meglio con il soprannome di Chinatown, oppure passeggiare nella Khaosan Road o recarsi alla città mercato di Chatuchak chiamato anche come Weekend Market. Per quanto riguarda il clima, ricordatevi che Bangkok durante la nostra estate entra nella fase del monsone, che poi raggiungerà l'acme tra settembre ed ottobre. Quindi il caldo può essere umido e fastidioso, con occasione di rovesci sparsi. Meglio alla fine dell'inverno ed in primavera, quando l'aria più secca risulta decisamente più sopportabile!

Condividi: