Cerca Hotel al miglior prezzo

Viaggio in Cappadocia (Turchia), cosa vedere e cosa sapere

Pagina 1/2

La Cappadocia si trova nel cuore della Turchia ed è compresa nella zona delimitata ad est da Kayseri, a ovest da Aksaray, a nord da Hacibektaş e a sud da Niğde. Un tempo era il cuore dell'impero Ittita, poi divenne un regno indipendente ed, infine, una provincia romana. E' oggi una delle mete più rinomate del Paese, grazie ai suoi paesaggi surreali e quasi lunari, ai siti storici, alle meraviglie geologiche, ai suoi villaggi pittoreschi e città ricche di tradizioni. Rispetto alla costa meridionale e a quella orientale, le sistemazioni sono più eleganti; troverete anche pittoresche pensioni scavate nella roccia, boutique hotel e ottimi ristoranti.

Resterete senza fiato davanti alle forme suggestive scavate nel tufo friabile vulcanico dall'acqua e dall'erosione naturale: enormi camini (i famosi Camini delle Fate) e funghi di pietra, vallate profonde e dolci ondulazioni, con grotte-dimore disseminate qua e là. La luce riflessa su queste forme, poi, crea effetti spettacolari, con sfumature dal bianco abbagliante al senape, fino al rosso mattone, con la cima innevata del monte Argeo sullo sfondo.

La meta più magica della Cappadocia è Göreme e il suo Museo all'Aperto. Il paese stesso è un'attrattiva, dal momento che sorge tra pinnacoli e coni di tufo vulcanico e dirupi a nido d'ape, circondati da vigneti; interessanti sono anche le vecchie case che si snodano tra labirintiche vie acciottolate, nella parte sud-occidentale del villaggio.
Il museo all'aperto di Göreme, in posizione elevata a circa 1 km dal paese, è una meta assolutamente imperdibile, dichiarata Patrimonio dell'Umanità. Vi troverete numerose chiese, cappelle e monasteri scavati nella roccia: per citarne solo alcune, la Chiesa della Mela (Elmali Kilise), la Chiesa dei Serpenti o Chiesa di Sant'Onofrio), la straordinaria Chiesa Buia (Karanlik Kilise), la Chiesa dei Sandali (Çarikli Kilise), la Chiesa della Fibbia (Tokali Kilise), la Chiesa del Malocchio (El Nazar Kilize) e la Chiesa Nascosta (Sakli Kilise).

Non lontano da Göreme, Ürgüp e Uçhisar sono paesi ancora autentici e con eleganti strutture ricettive per i turisti. Più ad est, a Kayseri potrete visitare numerosi monumenti selgiuchidi (moschee, tombe, palazzi di regine e principesse, musei...).

... Pagina 2/2 ...Altri luoghi spettacolari e misteriosi sono le città sotterranee della Cappadocia, risalenti a circa 4000 anni fa, coi loro cunicoli che si snodano in ogni direzione, buchi e finestre tra i diversi ambienti, cucine, stalle, pozzi... Le più note sono le città sotterranee di Kaymakli e di Derinkuyu. La prima consiste in un dedalo di gallerie e ambienti scavati nella roccia su otto livelli. La seconda è caratterizzata da ambienti più spaziosi ed è distribuita su sette piani. Per rendervi conto della profondità, una volta arrivati in fondo guardate in alto, nei pozzi di ventilazione: sono luoghi decisamente sconsigliati a chi soffre di claustrofobia. Altre città sotterranee secondarie sono quelle di Özlüce; infine Güzelyurt e Özkonak, vicino ad Avanos.

Continuando il vostro viaggio, merita senz'altro una visita anche la tortuosa Valle di Ihlara, località incantevole e selvaggia un tempo luogo di ritiro dei monaci bizantini; a testimonianza di ciò, la valle è cosparsa di numerosissime antiche chiese rupestri. Le escursioni a piedi possono essere brevi, di circa mezza giornata (concentrata nella zona delle chiese principali), oppure di una intera giornata. Il consiglio è di fare l'escursione completa, esperienza che rimarrà nei vostri ricordi come una delle migliori della vacanza, sia per le rovine visitate che per l'incontaminata natura in cui vi immergerete. Nella strada per la Valle di Ihlara, merita una visita anche il paesino di Güzelyurt, caratterizzato da case in pietra, chiese e dimore rupestri, città sotterranee e una moschea scavata nella roccia. Attraverserete anche la Valle dei Monasteri, una sorta di Ilhara in miniatura, e giungerete alla Città Antica. La cima innevata del Monte Hasan sullo sfondo renderà il paesaggio ancora più suggestivo.

Infine, visitate il Parco Nazionale dell'Ala Dağlar, con le sue cascate e gli spettacolari Sette laghi (Yedigöller), che tutela il tratto centrale dei monti del Tauro. Gli appassionati di trekking troveranno pane per i loro denti; meglio però farvi accompagnare da guide locali, a costi molto onesti.

Nota per il Turista: non perdetevi il safari della Cappadocia in mongolfiera (Cappadocia Ballooning). Foto cortesia: Ferrell’s Travel Blog

 Pubblicato da - 02 Settembre 2011 - © Riproduzione vietata

20 Aprile 2014 Dieci suggerimenti per la gita di Pasquetta, ...

Biciclettate, picnic sull'erba, visite ad alcuni affascinanti borghi ...

NOVITA' close