Cerca Hotel al miglior prezzo

Agadir: mare e spiagge nel Marocco sud-occidentale

Pagina 1/2

Agadir è ormai diventato il sinonimo di surf ed immersioni sulle coste del Marocco ed è una meta che è entrata a far parte di tutti i cataloghi d'offerte dei principali tour operator. La sua storia recente nasce da una grande tragedia, il terremoto che nel febbraio del 1960 rase al suolo la vecchia kasbah, mietendo oltre 15.000 vittime, ma la pronta ricostruzione che ne seguì, spostando il baricentro cittadino verso li mare, ne ha costituito il preludio verso il suo, inesorabile, sviluppo turistico.

Per arrivare ad Agadir si può volare direttamente fino al suo aeroporto internazionale chiamato Al Massira, ci sono partenze dirette da Milano Malpensa (tratta servita dalla compagnia charter Alba Star), oppure coincidenze dai principali aeroporti europeei, comprese alcune compagniee earee low cost, come Ryanair e easyJet. Agadir inoltre non dista molto da Marrakech, poco oltre 200 km di viaggio, e quindi volando sulla città imperiale più meridionale si può raggiungere la città costiera o con una strada diretta, che supera gli ultimi contrafforti dell'Alto Atlante, oppure raggiungendo la località di mare di Essaouira e costeggiare l'oceano verso sud fino ad arrivare ad Agadir.

Molta della celebrità di Agadir è dovuta alle sue grandi onde, tipiche dell'oceano Atlantico, che la rendono meta ideale per il Surf, grazie anche al clima molto secco che concilia le onde e il vento a magnifiche giornate di sole.
Ad Agadir, nonostante ci troviamo piuttosto bassi di latitudine, il clima non è mai troppo caldo, a causa dell'azione rinfrescante da parte del vicino oceano atlantico. La temperatura delle acque dell'oceano rimane fresca per tutto l'anno, passando da valori minimi di 17-18 °C in inverno, al 21°C circa della fine dell'estate. In ogni caso per chi si dedica al surf oppure al nuoto, è consigliabile indosssare una muta in neoprene, soprattutto se si prevendono lunghe permenenze in acqua.

Le piogge ad Agadir sono complessivamente scarse, tipiche di un clima arido, e raramente superano i 300 mm l'anno. Piove sopratutto nella stagione invernale, mentre in estate, da giugno a metà ottobre prevalgono le giornate soleggiate e ventilate, con assenza o quasi di precipitazioni. Le massime estive si posizionano mediamente sui 26-27 °C, mentre in inverno i valori raggiungono i 20-22 °C. Le minime estive sono invece comprese tra i 16-18 °C, mentre in inverno possono scendere a valori di appena 7-8 °C. Dal punto di vista geografico la nuova Agadir si trova stretta con a nord i rilevi digradanti dell'Atlante, che trovano la loro massima estensione occidentale nel Cap Rhir mentre a sud si trova la foce sabbiosa del fiume Oued Sous che nasce dalla regione di Taroudant.

Cosa fare ad Agadir? Il territorio della regione di Agadir è ricco di luoghi interessanti oltre che alle grandi spiagge sabbiose che orlano la costa atlantica.
A circa una quarantina di chilometri a sud si trova il Parco Nazionale di Sousse-Massa dove si possono ammirare magnifici ambienti costieri, con una sorta di intreccio fra mare, fiume e deserto. Spesso si possono ammirare stormi di fenicotteri.
... Pagina 2/2 ...
Sempre lungo la costa a sud di Agadir si trova il piccolo villaggio di pescatori di Tifnit, con una posizione spettacolare che si protende verso l'oceano atlantico. In corrispondenza della foce dell'Oued Sous si trovano campi da golf (da ricordare Golf du Soleil) e la cittadina di Inezgane. La spiaggia cittadina, battuta dai surfisti, si apre a nord del fiume con una lunghezza complessiva di oltre 5 km. La grandezza dell'arenile s'apprezza a pieno salendo nella vecchia Kasbah che si eleva di ultre 150 m di quota sulla pianura e il nuovo abitato di Agadir. Sulla parte settentrionale della spiaggia si apre il porto di Agadir uno dei più importanti del Marocco.

A nord di Agadir il paesaggio si fa più ondulato ma non mancano le belle spiagge dove rilassarsi oppure praticare il surf. A circa 20 km da Agadir si trova il villaggio di Aourir che si anima specilmente il mercoledì, il giorno del Souk, cioè il mercato cittadino. Qualche chilometro più a nord si trova Taghazout altro luogo perfetto per il surf. Qui le onde sono davvero imponenti specie nel cosìddetto Anka point.
Killer point si trova ancora più a nord, qui la costa è spettacolare con rocce colorate che si tuffano in mare, ed aggiunge un po' di suspence al surf la presenza sporadica di orche ed altri cetacei.




 Pubblicato da - 07 Gennaio 2013 - © Riproduzione vietata

29 Luglio 2014 Speakeasy a New York: i locali segreti come ...

Se l’America è da sempre la terra delle opportunità, ...

NOVITA' close