Cerca Hotel al miglior prezzo

Mainau: un'isola da Re, un oceano di fiori nel Lago di Costanza

Pagina 1/2

L'isola di Mainau, chiamata l'isola dei fiori, ha una lunga tradizione aristocratica. Il conte Lennart Bernadotte (deceduto nel 2004) che fondò l'isola dei fiori nel 1930, nacque come principe svedese nel 1909. Suo padre, il principe Wilhelm, gli affidò l'amministrazione dell'isola di famiglia che è poi diventata la grande opera della sua vita. Ancora oggi l'isola è gestita dalla famiglia Bernadotte.

Dalla primavera all'autunno, l'isola fiorisce in piena armonia con le stagioni. La stagione dei fiori sulla Mainau inizia in primavera con lo spettacolo delle orchidee nel Padiglione delle palme, Palmenhaus, e un milione di bulbi di tulipani sbocciano da marzo a maggio formando una spettacolare marea colorata di fiori primaverili.

Tre sono i giardini di rose che invitano i visitatori ad ammirare gli esemplari che vi fioriscono ed ad eleggere la "Regina delle rose". In estate, l'isola si arricchisce di 250.000 fiori e piante esotiche come le palme, gli alberi di limone, i banani, i buganvillea ed una spettacolare distesa di magnifiche fucsie. Settembre è il mese delle dalie che salutano l'autunno con l'enorme varietà dei loro colori e richiamano gli amanti di questi affascinanti fiori fino al primo cenno di gelo. Anche le dalie hanno ogni anno una regina!

L'arboreto è il cuore dell'isola. La preziosa collezione di alberi risale sino al Granduca Friedrich I di Baden che fondò l'attuale parco più di 150 anni fa. Il maestoso insieme di costruzioni che forma il complesso del castello è il primo esempio di architettura barocca nel sud della Germania. Il castello ospita un caffè ed una galleria adibita ad esposizioni temporanee.

... Pagina 2/2 ... Altre attrazioni interessanti sono la Schmetterlinghaus, la casa delle farfalle, il parco giochi Kinderland che offre anche giochi sull'acqua, la casa delle palme Palmenhaus e, naturalmente, molti eventi culturali per il pubblico più maturo. E dopo tanto splendore naturale e culturale, non può mancare la possibilità di viziare il proprio palato con le delizie culinarie offerte dai diversi ristoranti disponibili sull'isola.

L'isola è aperta tutto l'anno. Perché non visitarla anche in inverno facendo una semplice passeggiata contemplativa tra l'arboreto?
Foto wikipedia, cortesia: Stako, Deblu68,

Fonte: Ente Nazionale Germanico per il Turismo
Per maggiori informazioni: Tel. 02-2611.1730
Visita Vacanzeingermania.com
 

loading...
close