Cerca Hotel al miglior prezzo

Il birradotto di Bruges: un oleodotto per la birra in Belgio

Bruges è una città del Belgio conosciuta dai turisti per il suo aspetto medievale: d'ora in poi, però, diventerà famosa anche per il suo "birradotto". Di cosa si tratta? Semplicemente, di tubazioni lunghe circa tre chilometri costruite unicamente per il trasporto della birra.

L'opera dovrebbe essere conclusa nel giro di poche settimane, e sarà in grado di pompare la birra a una velocità di 4000 litri all'ora partendo dalla De Halve Maan Brewery (foto sotto) nel centro della città fino all'impianto di imbottigliamento situato in periferia.

Xavier Vanneste, la cui famiglia gestisce il birrificio da più di un secolo e mezzo, non ha nascosto ai media il proprio orgoglio, anche perché con tutta probabilità si tratta del primo esperimento di questo tipo in tutto il mondo.

O, meglio, altri due birradotti sono già stati costruiti, uno in Germania e uno negli Stati Uniti, ma erano composti da tubi lunghi pochi metri, ideati semplicemente per attraversare una strada. Niente a che vedere con la soluzione progettata a Bruges, che vedrà la luce (si fa per dire) entro poche settimane. Le birre prodotte da De Halve sono la Straffe Hendrik e la Bruges Zot, che viaggeranno dal birrificio all'impianto di imbottigliamento percorrendo il tragitto in un quarto d'ora.

Con il birradotto, quindi, la birra viaggia tra un impianto e l'altro tramite un sistema di condotti sotterranei tanto originale quanto innovativo: un modo senza dubbio speciale per eliminare - o comunque per ridurre in maniera significativa - il trasporto su gomma, per di più in una località in cui il centro storico è stato inserito dall'Unesco nella lista dei patrimoni dell'umanità. Non è un caso che il tutto avvenga in Belgio, uno dei Paesi simbolo della produzione di birra in Europa.

Vannaste ha avuto modo di spiegare che la scelta è stata dettata sia da considerazioni di carattere economico che dal desiderio di rispettare l'ambiente e migliorare gli standard di qualità della vita. I tubi sono realizzati in polietilene, una plastica molto buona usata normalmente anche negli acquedotti puvbblici, e sono stati installati sfruttando una tecnica di trivellazione all'avanguardia gestita dal computer. Grazie ai tubi che trasporteranno la birra, centinaia di camion potranno rimanere alla larga dal centro storico medievale.

Per i cittadini e per il Comune di Bruges, in più, ci sarà un altro vantaggio di non poco conto: il costo dei lavori, infatti, è stato ed è coperto interamente da De Halve Maan. Insomma, il sogno di tutti i bevitori di birra sta per diventare realtà: e quel che Homer Simpson era riuscito a organizzare in una storica puntata della serie animata creata da Matt Groening (un sistema di tubature sotterranee atte al trasporto della birra) non è più solo il risultato della fantasia di qualche sceneggiatore ma è concretezza. Lo stesso Vannaste ha sottolineato che molti cittadini si sono offerti spontaneamente per richiedere che il birradotto passasse sotto le loro abitazioni, a patto che potessero usufruirne (cosa che, ovviamente, non è possibile, visto che non è questo lo scopo): insomma, un progetto che non è stato osteggiato, ma che anzi è stato fortemente sostenuto dalla città.
  •  

 Pubblicato da il 07/06/2016 - 12.459 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close