Cerca Hotel al miglior prezzo

Porto Sant'Elpidio: vacanza sulla costa adriatica, Marche

Pagina 1/2

Otto chilometri di spiaggia lambita da un Adriatico lucente, quieta come un paradiso vacanziero dovrebbe essere, ma anche vivace e ricca di divertimenti, costeggiata dalle casette colorate che si spingono verso l’interno, sulle prime colline, e si fondono con la pineta. Così si presenta Porto Sant’Elpidio, località di mare della riviera marchigiana in provincia di Fermo, popolata da circa 25 mila abitanti per tutto l’anno, ma scelta da molti altri visitatori nella stagione estiva.

Lo stemma cittadino riassume efficacemente lo spirito del luogo: la banda superiore rappresenta il mare, che ha sempre permeato la vita quotidiana di Porto Sant’Elpidio in ogni sua sfaccettatura, con l’immagine di una barca e del sole, anch’esso spesso presente nel cielo delle Marche; in basso, su uno sfondo rosso, si mostra indaffarata un’ape operaia, a testimonianza dell’operosità elpidiense. Delimitato a nord e a sud dal corso di due fiumi, rispettivamente il Chienti e il Tenna, il territorio che ospita la cittadina colpisce prima di tutto per i panorami incantevoli, la luminosità del cielo e dell’acqua, la ricchezza della vegetazione e la presenza di innumerevoli sentieri e percorsi, perfetti per avventurarsi alla scoperta di una natura incontaminata.

Ma non bisogna per questo dimenticare le bellezze del centro vero e proprio, quelle che l’uomo, nel corso della storia, ha saputo aggiungere a un paesaggio già affascinante. Il cuore antico di porto Sant’Elpidio offre infatti alcune testimonianze storico-artistiche di pregio, tra cui spiccano le chiesette, i palazzi civili e le numerose ville signorili. Da vedere è la chiesa di Maria Santissima Annunziata, realizzata nell’XI secolo e custode di splendide opere d’arte di pittori locali. Ancora più interessante è il Santuario di Santa Maria della Corva, risalente al XVI secolo e sede di una preziosa statua della Vergine, amatissima e venerata con devozione da tutta la popolazione locale. Pare che il nome della chiesa derivi dalla parola “curva”, con riferimento alla forma del crinale su cui l’edificio si sviluppa, e in effetti la struttura si innalza in posizione decisamente suggestiva.

Inizialmente si trattava di un’umile cappella di campagna, ma nel 1958 venne eletta a Santuario Mariano in seguito a un miracolo avvenuto durante una messa: pare infatti che la statua della Madonna, riposta in un’urna di legno ai lati dell’altare, abbia fatto udire la sua voce e abbia allungato le braccia verso i fedeli nel corso della celebrazione. Da allora ogni 15 settembre, il giorno dell’Addolorata, si ripete la festa del santuario. Agli edifici religiosi si aggiungono alcune dimore nobili di grande fascino, tra cui Villa Baruchello o Villa Fonteserpe, costruita nella seconda metà del Settecento. Particolarmente ricco e affascinante è il parco della residenza, diviso in giardino e bosco, impreziosito da una grandissima quantità di specie botaniche.

... Pagina 2/2 ...Da vedere anche Villa Murri, realizzata nel 1800 e appartenuta un tempo a Augusto Murri, medico e scienziato di prestigio, e i resti di Villa Bernetti, costruzione seicentesca abbattuta nel secolo scorso e oggi adibita a giardino pubblico.

A Porto Sant’Elpidio si svolgono poi una grande quantità di eventi e manifestazioni, dalle occasioni di fama nazionale alle feste popolari più legate alla tradizione locale. Tra le feste da non perdere ci sono il Mercatino dei Bambini, la mostra-mercato gastronomica Capricci di Gola, la festa in onore di Santa Maria Addolorata che si tiene a metà agosto, con spettacoli, musica e sport, e per finire la rassegna di teatro amatoriale che si svolge dalla fine di luglio alla prima settimana di agosto nell’Arena Parco San Filippo.

Per una località all’insegna del mare e dei divertimenti all’aria aperta, ovviamente, ci vuole un clima ideale per le vacanze estive, caratterizzato da estati calde ma non afose e valori miti per tutto l’anno. Le condizioni di Porto Sant’Elpidio sono proprio quello che ci vuole: le temperature medie del mese più freddo, gennaio, vanno da una minima di 1°C a una massima di 9°C, mentre in agosto, il mese più caldo, si passa dai 17°C ai 28°C. Le precipitazioni estive sono scarse, e soltanto in autunno e inverno si supera una media di 75 mm di pioggia mensili.

Raggiungere Porto Sant’Elpidio non è difficile, qualunque mezzo si scelga di utilizzare. Chi viaggia in auto deve prendere l’Autostrada A14, venendo da nord in direzione Ancona e da Sud in direzione Napoli, quindi uscire a Civitanova Marche, prendere la SS77 in direzione Civitanova Sud e svoltare in direzione Pescara, immettersi sulla SS16, attraversare Fonte di Mare e continuare verso Porto Sant’Elpidio. Per chi sceglie di viaggiare in treno, la stazione cittadina si trova lungo la linea Milano-Lecce, mentre gli aeroporti più vicini sono quello di Ancona, a 58 km circa, e quello di Pescara a 103 km circa.
loading...
close