Cerca Hotel al miglior prezzo

Voltri: cosa vedere e sapere della cittą ligure

Pagina 1/2

Gli edifici moderni, di grandi dimensioni e un po’ impertinenti, si affiancano alle casette del borgo vecchio a Voltri, piccola località ligure compresa nel nucleo urbano di Genova. Collocata nella parte più interna del Golfo Ligure, Voltri segna il punto esatto in cui la riviera di ponente e di levante si incontrano. Qui si innalza imponente, alle spalle del piccolo centro, il cosiddetto “Gruppo di Voltri”, un massiccio roccioso che arriva a sfiorare i 1200 m di quota, dopo una brusca impennata che parte proprio dove le case finiscono.

Solcata dall’intreccio di ben due torrenti, il Leiro e il Cerusa, a Voltri si aprono tre delle poche spiagge balneabili di Genova: a est del Leira c’è la spiaggia di Sant’Erasmo, a ovest si trova la spiaggia di Sant’Ambrogio e più spostata verso ponente, per finire, c’è la spiaggia di Vesima. Ma, aldilà delle spiagge, la località offre numerosi edifici, sia civili che religiosi, di notevole interesse, troppo spesso sottovalutati o relegati in secondo piano a causa della fama e del maggiore successo riscosso dal centro di Genova.

Tra i piccoli gioielli di Voltri c’è il Santuario della Madonna delle Grazie, custodito nel cuore di Villa Brignole e annesso a un antico convento di Frati Cappuccini. Originale rispetto alla consueta architettura di tradizione cappuccina, solitamente sobria e più che mai essenziale, senza grandi decorazioni, questo edificio presenta tre navate ed è affiancato da un’imponente torre campanaria cuspidata. All’interno, sopra l’altare maggiore, è collocato un pregiato quadro di Madonna col Bambino, appartenente in origine alla Chiesa di San Nicolò: si tratta di un dipinto commissionato nel 1502 all’artista milanese Corrado di Odone per la cappella della Madonna delle Grazie.

Il complesso contenente il santuario è la Villa Brignole della Duchessa di Galliera, antica dimora nobiliare generata dalla successiva unione di più proprietà. La parte più antica, conosciuta come “Paraxo”, venne fatta costruire dalla famiglia aristocratica Mandillo, mentre il corpo centrale corrisponde alla costruzione originaria seicentesca; le due ali laterali, infine, costituiscono la parte più recente dell’edificio.

All’interno si possono ammirare splendidi affreschi del Settecento, decorazioni rococò e diverse sale, in particolare la Sala delle Conchiglie, finemente arredate e decorate. Il retro riserva una piacevole sorpresa, l’incantevole giardino d’inverno, mentre intorno alla villa si sviluppano delle dependance che ospitano il Caffè, la Latteria e il Castello del Belvedere.
... Pagina 2/2 ...
A Voltri non mancano poi le feste tradizionali, in particolare la manifestazione in onore di San Carlo Borromeo, patrono della città dal 1649. Per l’occasione, che ricorre il 4 novembre di ogni anno, la popolazione locale si abbandona alle danze, alla musica, agli spettacoli teatrali e alla degustazione del miglior cibo ligure.

Raggiungere Voltri è piuttosto agevole, essendo una parte del nucleo urbano di Genova, capoluogo della regione. L’aeroporto di Genova si trova infatti a soli 19 km ed è connesso alle maggiori città sia italiane che europee. In più Voltri è attraversata dalla Strada Statale Aurelia, da cui parte la Strada provinciale SP456 del Passo del Turchino che la collega a Ovada e al Piemonte. In più passa di qui la Autostrada A10 Genova-Ventimiglia Autostrada dei fiori, da cui bisogna uscire al casello di Voltri-Pra’.

Il clima che accoglie i visitatori è di tipo mediterraneo temperato ma leggermente più fresco e ventoso di altre località del golfo, a causa della conformazione territoriale che garantisce a Voltri una minore protezione dalle correnti fredde. Le temperature medie di luglio e agosto, i mesi più caldi, vanno da 21°C di minima a 27°C di massima, mentre in gennaio, il mese più freddo, si va dai 5°C agli 11°C. Le piogge sono quasi assenti durante l’estate, mentre nei periodi invernali si superano, in media, i 100 mm di pioggia al mese. Foto wikipedia, cortesia: Chupito, Lorenzo Piccardo

 Pubblicato da - 25 Aprile 2009 - © Riproduzione vietata

29 Ottobre 2014 10 parchi divertimento che apriranno prossimanente ...

Chi può dire cosa ci riserverà il futuro? Quali saranno ...

NOVITA' close