Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Madrid

Itinerario a Madrid: dal Palazzo Reale alla Porta del Sole

Pagina 1/2

Quest'itinerario incomincia dal Palazzo Reale di Madrid. Costruito sopra il vecchio Alcázar degli Asburgo, devastato nel 1734 da un incendio, coniuga lo stile barocco e la tradizione delle residenze reali spagnole. La scalinata, la Sala del Trono, la Sala delle Colonne, la Cappella Reale, gli arazzi e i dipinti di Mengs, Goya o Luca Giordano sono in armonia perfetta con il panorama offerto all'esterno dai Giardini di Sabatini, quelli del Campo del Moro e la Piazza dell'Armeria. Non stonano nemmeno con lo spettacolo del cambio della Guardia Reale, che avviene davanti al portone principale del palazzo. L'edificio fu progettato da Filippo Giuvara, Giovan Battista Sacchetti e Francesco Sabatini, per Filippo V e Ferdinando VI, che non poterono occuparlo; regnarono da esso Carlo III, Carlo IV, Ferdinando VII, Isabella II, Alfonso XII e Alfonso XIII.

Allo scopo di mantenere alquanto lontana la popolazione, per difendersi meglio in caso di rivolta, il fratello di Napoleone - l'odiato Giuseppe I Bonaparte - diede l'incarico di costruire la Piazza d'Oriente. Partendo da un progetto di Velázquez - che abitò in questa piazza prima della sua ristrutturazione - fu eseguito il viso della statua equestre di Filippo IV. Ai lavori prese parte niente meno che Galileo Galilei, il quale risolse la questione dell'equilibrio del cavallo sollevato sulle zampe posteriori.

Dirimpetto al palazzo, sul lato opposto della piazza, è ubicato il Teatro Reale. Ritornato alla ribalta come teatro lirico nel 1997, nel XIX secolo fu ristrutturato in maniera da far rivivere l'opera in tutto il suo splendore, come ai tempi d'Isabella II. Nella parte settentrionale della piazza s'innalza il Monastero Reale dell'Incarnazione, "aggiunta" di carattere religioso al Palazzo Reale. La stanza della reliquia, dove il giorno 27 luglio di ogni anno si assiste al fenomeno della liquefazione del sangue di San Pantaleone, è indubbiamente quella più conosciuta; rivestono enorme valore artistico le porte, la Sala dei Re, il chiostro, oltre alla collezione di quadri - che include opere di Ribera, Carreño Miranda e Antonio Pereda - e sculture - ricordiamo il 'Cristo disteso' e il 'Cristo legato alla colonna', di Gregorio Fernández -.

Dietro il convento dell'Incarnazione, eretto sul preesistente convento degli agostiniani, spicca il Senato o Camera Alta del Parlamento spagnolo; meritano un cenno a parte la Sala dove si celebrano le Sedute nonché la Biblioteca.

A sinistra, è ubicato il Palazzo del Marchese Grimaldi - opera di Sabatini - oggigiorno sede del Centro di Studi Politici e Costituzionali.
... Pagina 2/2 ...
Seguendo la calle Torija, ci s'imbatte nel convento delle Riparatrici - risale all'anno 1782, fu progettato da Ventura Rodríguez e in principio era destinato ad accogliere il Tribunale della Santa Inquisizione - e s'arriva in Piazza Isabella II, dove si può ammirare un'altra facciata del Teatro Reale. A poca distanza si trova il monastero delle Scalze Reali, gioiello della Corona spagnola. Fondato nel XVI secolo, può essere definito una piccola "cronaca d'Europa" degli eventi verificatisi sotto il dominio della dinastia Asburgo; le cappelle che circondano il chiostro, la straordinaria Scala Reale, il balcone dove s"'affacciava" la famiglia di Filippo IV e la Sala degli Arazzi sono un esempio dell'ambiente raffinato e tranquillo dove Tomás Luis de Victoria - maestro della Cappella Reale - compose alcuni tra i suoi brani più belli.

Dopo aver attraversato la calle Arenal, l'itinerario prosegue verso la popolare chiesa di San Genesio, ricostruita nel corso dei secoli XVII e XIX sul primitivo tempio medievale, incendiato in due occasioni. Vi è custodito un magnifico "Greco"; all'esterno, il Pasaje San Ginés, con la caffetteria famosissima per il suo cioccolato in tazza e le vecchie librerie, è rimasto a simbolo perenne della Madrid romantica.

L'ultimo tratto di calle Arenal raggiunge quello che si può definire il "cuore palpitante" di Madrid: il cosiddetto "chilometro zero" della Porta del Sole, da dove partono a raggiera le strade dirette ai diversi punti della penisola. Una moderna statua equestre di Carlo III s'erge dirimpetto al vecchio Palazzo delle Poste, attualmente sede della Regione Madrid, nonché protagonista di numerosi episodi nella recente storia cittadina.

Fonte: Ufficio Spagnolo del Turismo
Milano 02/72004617 - Roma 06/6783106
Visita Spain.info
 

 Pubblicato da - 13 Dicembre 2008 - ę Riproduzione vietata

loading...
close