Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Andalusia

Costa del Sol (Andalusia): vacanza sulla costa tra Malaga e Cadice

Pagina 1/2

La "Costa del Sol", una delle mete turistiche più suggestive del mondo per bellezza naturale e per infrastrutture, comprende l'intera costa di Malaga e il litorale mediterraneo della provincia di Cadice. Da Nerja a Sotogrande, questa parte della costa mediterranea armonizza la bellezza delle sue spiagge con la bellezza rurale delle montagne che proteggono il litorale, conferendole un clima del tutto eccezionale. Grazie ai trecentoventicinque giorni di sole all'anno e a una temperatura media delle acque del mare di diciotto gradi, che caratterizzano la "Costa del Sol", i visitatori possono godere, in tutto l'arco dell'anno, degli incentivi del turismo di "sole e spiaggia".

Dalle grandi concentrazioni turistiche alle piccole insenature, tutta la costa è un prodigio di acque trasparenti e di colore azzurro, di servizi e impianti moderni, di ottime strutture culturali e ricreative e offre una qualità varia e prezzi alla portata di tutti. Proteggendo il litorale, a mo' di guardiani privilegiati che si specchiano nel Mediterraneo, troviamo la "Sierra Bermeja", la "Serranía de Ronda", la "Sierra de las Nieves", la "Sierra Blanca", la "Sierra de Alpujarra", la "Sierra de Mijas", i "Montes de Málaga", la "Sierra de Tejeda" e la "Sierra de Almijara", come mete importanti di richiamo turistico, ove dedicarsi al turismo rurale, al trekking (passeggiate in montagna) o semplicemente lasciarsi rapire dalla vita semplice e tranquilla dei paesini andalusi, con la loro architettura popolare. I suoi confini sono segnati dalla Costa Tropical, o la costa di Granada ad oriente, e dalla Costa de la Luz di Cadice ad occidente, punto di incontro dell'Atlantico e del Mediterraneo.

Grazie a diversi itinerari, come quello di "La Axarquía", dei "Paesini in calce bianca", della "Malaga islamica", della "Uva passa", del "Sole e del vino" e grazie alle visite ai dintorni davvero suggestivi come "la Serranía de Ronda" e alle altre località molto caratteristiche come "Antequera" e la "Serranía de Mijas", gli appassionati del turismo interno troveranno nella "Costa del Sol" un autentico paradiso, ove godere delle sue meraviglie naturali e seguire le orme della sua antica cultura che subì ben presto l'influenza di altre culture allora predominanti nel Mediterraneo: quella fenicia, greca e quella cartaginese. Nella sua ricca storia, l'Impero Romano sviluppò lungo la costa una fiorente attività commerciale promovendo la vendita dei suoi prodotti nelle altre province; tuttavia, sarà la cultura andalusa, frutto della dominazione islamica, a caratterizzarne profondamente e permanentemente le usanze, la forma di vita e l'architettura popolare, tramandata fino ad oggi in numerosi aspetti quotidiani, nella sua arte culinaria e nella sua sensibilità per la musica e la letteratura.

Nella "Costa del Sol", lo sport riveste particolare importanza. Numerose spiagge e vari porticcioli, tra i quali il famoso Puerto Banús, dotano la "Costa del Sol" di ottime infrastrutture per tutte le attività correlate al mare. Ma non solo: anche altre attività sportive come il tennis e il golf sono degne di nota. Il tennis per la quantità e la qualità dei suoi impianti; il golf, invece, forte dei suoi quaranta campi in un raggio di appena 100 km, con i suoi impianti completi, costituisce un richiamo internazionale, come testimonia lo svolgimento del Ryder Cup '97, nel "Campo de Valderrama", a Sotogrande (Cadice). L'arte culinaria, le attività ricreative e gli eventi sono altri aspetti importanti della "Costa del Sol". Assieme alle specialità della zona, ove il pesce svolge un ruolo di tutto riguardo, i visitatori hanno a loro disposizione un repertorio completo di ristoranti e di cucine: dai più famosi a livello internazionale ai piccoli chioschi, ove si può degustare il pesce appena pescato. Tutta la costa è costellata di grandi magazzini, negozi e delle boutique più sofisticate, con le loro ultime novità in fatto di moda, regali e prodotti artigianali, mentre un mondo affascinante di luci e colori contraddistingue ciascun cantuccio al calar della sera.

La notte della "Costa del Sol", sulla quale la stampa rosa versa fiumi di inchiostro, offre tantissime opportunità di svago e di divertimento: dal ballo a un drink nelle discoteche di moda; dal folclore tipico nelle "salas y tablaos" agli spettacoli e agli eventi nei parchi a tema e nei club; dal gioco nei casinò al semplice piacere di sedersi in un bar all'aperto sulla riva del mare, a godere della brezza mediterranea e di un orizzonte che lascia intravedere la costa della lontana Africa.

Da Nerja a Tarifa, l'itinerario del litorale della "Costa del Sol" mette a disposizione del viaggiatore centottanta chilometri di costa con tutte le meraviglie proprie del mare nonché quelle derivanti dalla natura dei parchi naturali limitrofi. Prendendo come punto di partenza la parte più a oriente, ai confini tra le province di Granada e di Malaga, al km 297 della statale N-340, si giungerà a Maro-Cerro Gordo, uno stupefacente promontorio con la sua torre e le sue grandi scogliere, ricoperte di lentisco sulle quali aleggia una moltitudine di gabbiani.

Nei pressi si trova Nerja, dal suggestivo complesso urbano di architettura popolare, dalle spiagge articolate tra le scogliere, dal "balcón de Europa" sopra il mare e la sua famosa grotta, dalla "cattedrale preistorica", con circa 2 km di itinerario aperto al pubblico tra enormi volte, figure fantasmagoriche e pitture rupestri dell'età paleolitica. Si prosegua per la stessa statale fino a Torre del Mar (21 km), attraversando la zona costiera dei paesini de La Axarquía come Torrox e Algarrobo, ove si possono visitare le vestigia romane alla foce del fiume Torrox e degustare i vini della regione in tutta la loro varietà di sapori (secco e dolce). Torre del Mar vanta oggi uno sviluppo turistico di primo piano e ricorda appena la città dal muro di cinta che fu ai suoi inizi come guardia di Vélez Málaga. Nelle sue vicinanze si trovano interessanti vestigia fenice: "Toscanos" e la "Necrópolis del Jardín", alla foce del fiume Vélez.

Sempre fiancheggiando la costa, si giungerà a Rincón de la Victoria, situato a 18 km, punto d'incontro tipico degli abitanti di Malaga, vicinissima al capoluogo, con una bella spiaggia dalle acque tiepide. Malaga, situata alla foce del "Guadalmedina" e del "Guadalhorce", sorge in un avvallamento e conserva il suo carattere marinaresco dall'antichità, con il suo porto, la sua passeggiata lungomare dedicata all'immortale Picasso e le rinomate spiagge "del Palo". Da Malaga, capoluogo autentico di tutta la "Costa del Sol", l'itinerario inizia con spiagge e luoghi che hanno fatto registrare il maggior sviluppo turistico di tutta la Spagna negli ultimi trent'anni.
... Pagina 2/2 ...
A 12 km dal capoluogo, sorge Torremolinos che si vanta di essere la prima località turistica della regione. Ripopolata dopo la sua conquista da parte dei Re Cattolici nel 1489, l'origine dell'industria turistica va ricercata nel castello "del Inglés" che, negli anni '20, accolse i reduci della prima guerra mondiale. La "Torre del Homenaje" e il quartiere marinaresco de "La Carihuela" con i suoi restaurant ove si serve il "pescaíto frito" sono i suoi principali richiami. Anche se lo sviluppo di Torremolinos negli anni '70 fu davvero fulmineo; la sua massificazione favorì, comunque, il decollo delle altre località adiacenti lungo la costa, come Benalmádena, a 6 km, sviluppatasi notevolmente sulla frangia costiera e nel territorio di sua appartenenza di Arroyo de la Miel. Il porticciolo, fulcro della vita notturna, il casinò de Torrequebrada che prende nome dalla vicina torre vedetta e il parco dei divertimenti "Tivoli", realizzato in base a quello di Copenaghen, offrono una vasta scelta di sport, svaghi ed eventi.

Fuengirola è un altro esempio di città briosa e aperta al turismo di "sole e spiaggia". Si contraddistingue per le sue vestigia storiche, come il castello "de Sohayl", le "terme" e la "villa romana", un interessante museo di pittura creato sul divisorio degli edifici e l'immancabile escursione a Mijas, paesino della Sierra assai pittoresco e originale.

Marbella, a circa 50 km dal capoluogo, è senza dubbio la principale meta di richiamo del turismo internazionale della "Costa del Sol". Ai piedi della "Sierra Blanca" e in una meravigliosa baia, la città, superata una fase di stasi per quanto riguarda lo sviluppo, offre alcune infrastrutture di grande qualità. Un centro storico variegato e luminoso, la cura e la pulizia delle sue strade e delle sue spiagge, la strabiliante varietà e l'importanza dei suoi complessi urbani fanno sì che il suo territorio sia noto con l'appellativo de "il triangolo d'oro", data la ricchezza che qui si genera. Molto famoso è Puerto Banús, frequentato dai magnati di tutto il mondo; vanno ricordate inoltre le spiagge di San Pedro de Alcántara, oggi annesse a Marbella.

Nelle sue vicinanze, sorge Istán, fonte della "Costa del Sol", e Ojén, paradiso ecologico. Nel Medioevo, Estepona, la "Astapa fenicia", fu teatro di importanti battaglie navali e terrestri. Protetta dai venti dalla "Sierra Bermeja", vanta un centro storico tipicamente mediterraneo, un rimarchevole porticciolo e una nota spiaggia nudista della "Costa del Sol", Costa Natura, sul corso d'acqua Vaquero. Prima di giungere a Manilva, guardia della costa, attraverso complessi urbani e spiagge di enorme fascino, si sosti a Casares, al km 146 della statale N-340. Dopo 14 km di salita, si giungerà al paesino di montagna ove nacque Blas Infante, padre dell'amore per le cose andaluse, caratterizzato da un'antica fortezza. Fondata per volere di Giulio Cesare e dichiarata complesso storico-artistico, vi spiccano la chiesa "de la Encarnación", la torre "de la Sal" e la "zona archeologica".

Manilva, a 94 km da Malaga, prosegue su questo itinerario del litorale prima di giungere a Sotogrande. Ubicata su un colle dal quale si dominano i 7 km di spiaggia comunale, consta del castello e delle spiagge di "Sabinillas", attorno ai quali è venuta a crearsi una zona di svago con complessi urbani, campi da golf nonché un porticciolo poco distante.

San Roque vanta un centro storico dichiarato monumento storico-artistico. Più avanti, si trova il comune de La Línea de la Concepción che segna il confine con Gibilterra. Ospita vari musei nonché due ampie spiagge: quella di Ponente è rivolta verso la baia mentre quella di Levante si schiude sul Mediterraneo. Il capoluogo della baia è Algeciras, uno dei porti più trafficati in Europa dal momento che il servizio di ferry-boat lo collegano ininterrottamente all'Africa del nord. Sulla Plaza Alta spicca la chiesa di Nuestra Señora de la Plama, del XVIII sec. Su certe spiagge, ad es., quella de El Rinconcillo, si svolgono gare di immersioni e vela. La Costa del Sol termina a Tarifa, le cui acque ne bagnano le incantevoli scogliere.

Fonte: Ufficio Spagnolo del Turismo
Milano 02/72004617 - Roma 06/6783106
Visita Spain.info
 

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittà World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close