Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Malaga

Malaga e la Feria, sulle spiagge della Costa del Sol

Pagina 1/2

Di primati, Malaga, ne detiene parecchi. Non è solo la sesta città della Spagna per numero di abitanti, con una popolazione che supera il mezzo milione, ma è soprattutto il fulcro economico e culturale della Costa del Sol, in Andalusia. Si aggiungano vini squisiti, feste travolgenti e spiagge per tutti i gusti e si otterrà la meta vacanziera perfetta per chi ama il sole, la cucina mediterranea e il giusto mix tra cultura e divertimento. Antico e moderno stanno fianco a fianco nella quotidianità di Malaga, proprio come accade nel suo centro, tagliato in due dal fiume Guadalmedina: da un lato c’è il nucleo antico, e dall’altro la città nuova. Capoluogo dell’omonima provincia andalusa, Malaga si trova a 135 km da Gibilterra e porta i segni della dominazione araba e di antiche storie di navigatori.

La funzione di porto la accompagnò nei millenni: a fondarla furono i fenici, poi la ereditarono i greci, i cartaginesi, i romani e i mori, finché i cristiani non la ripresero nel 1487 sotto il regno di Ferdinando il Cattolico. Le testimonianze delle antiche popolazioni se ne stanno in cima al colle che domina la città: qui sorgono il castello fenicio di Gibralfaro e la fortezza dell’Alcazaba fondata nell’XI secolo, ultima roccaforte della potenza moresca e attuale sede di un ricco museo archeologico. Le cinte di mura sono due, una interna all’altra, e la lunga muraglia della Coracha unisce l’Alcazaba al castello. Adiacente all'Alcazaba è ancora visibile lo spettacolare anfiteatro romano, realizzato nel I secolo a.C. per volontà dell'imperatore Augusto.

Tratti gotici, neoclassici e barocchi si fondono nella sensazionale Catedral, la chiesa bianca cominciata nel 1528 e soprannominata “la Manquita” per la mancanza della torre di destra, che non è mai stata portata a compimento. Eretta sul sito di una preesistente moschea, la cattedrale ha richiesto oltre tre secoli di lavoro ma si è rivelata un gioiello immortale, che ancora oggi colpisce per la varietà di stili e le ricche decorazioni delle cappelle all’interno.

Ma Malaga vanta anche meraviglie dell’arte contemporanea, in particolare al Museo Picasso, vicino alla casa natale del celebre pittore. La mostra permanente comprende centinaia di capolavori ed è allestita nello splendido Palazzo di Buenavista (calle San Agustín n°8), facente parte di un grande complesso con sale lettura, auditorio, biblioteca, caffè e giardino. La casa natale dell’artista (Casa Natal de Picasso) si trova in plaza della Merced e nel 1983 è stata dichiarata Monumento Storico-Artistico di interesse nazionale, mentre la Plaza de Toros de La Malagueta, vicino al mare, risale al 1874 ed è uno dei luoghi che ispirarono maggiormente le prime opere ad olio del giovane Pablo.

Altri luoghi di cultura importanti sono il Centro di Arte Contemporanea nato nel 2003 lungo il fiume Guadalmedina, nella vecchia sede del mercato, con centinaia di capolavori soprattutto fotografici, il Museo Carmen Thyssen dedicato alla pittura spagnola dell’Ottocento, il Palacio de Ferias y Congresos, un poco fuori dal centro, sede di conferenze ed eventi e il Centro Pompidou, inaugurato nel 2015 come sede locale dell'omonimo spazio di Parigi.

Le strade più animate del centro di Malaga sono la Alameda Principal, ampio viale ombreggiato dai ficus centenari, e la calle Marqués de Larios, realizzata alla fine del XIX secolo per unire il porto alla plaza de la Constitución e diventata la via dei negozi per eccellenza.
Regno indiscusso delle passeggiate nel verde è il Parque de Málaga (o più semplicemente, El Parque), giardino botanico tropicale che sorge vicino al porto, insieme al porto stesso, con il lungomare gremito di locali e ristoranti sempre attivi.

Comodamente seduti ai tavolini sul molo, oppure al volo, affacciati al bancone, non lasciatevi scappare le delizie dell’Andalusia. Le tapas, i piccoli assaggi che si sgranocchiano come aperitivo o spuntino, sono perfette con un buon bicchiere di vino locale, così come le empanadas ripiene di carne, pesce, verdure o formaggio. Tra i vini imperdibili ci sono il Barbadillo (bianco), il Siglo (rosso) e il Málaga (dolce), ma è ottimo anche il brandy.

Eventi
Quelle appena citate sono bontà da gustare tutto l’anno, ma in particolare durante le feste. Ad esempio in occasione della Feria di Malaga o Gran Fiesta del Verano (Grande Festa dell’Estate) che si svolge in agosto, dura una decina di giorni e ha origini antiche: nata per commemorare la ripresa della città da parte dei re cattolici ai mori, è diventata una grande celebrazione con canti, balli, cortei di gruppi folcloristici, concerti e degustazioni enogastronomiche, per non parlare degli esplosivi spettacoli pirotecnici.
Anche in occasione della Semana Santa (Pasqua) si festeggia in grande stile, mentre il Natale è celebrato con la tradizionale Cavalcata dei Re Magi per le vie del centro, con regali e dolciumi per i più piccoli.
... Pagina 2/2 ...
Spiagge
Malaga divide idealmente i 185 km della Costa del Sol in due zone: la Costa del Sol Occidental e la Costa del Sol Oriental, un po' come succede sulla Riviera ligure con Genova. Va da sé che un un tratto così lungo di costa, abbondino le spiagge e le calette. La principale spiaggia cittadina è la Malagueta, ma ce ne sono alcune anche a pochi km dal centro come playa de Pedregalejo e playa del Palo.
Nella provincia di Malaga se ne contano comunque a decine. Qualche esempio? Nei pressi di Nerja si trovano playa Calahonda e playa de Maro, mentre playa Torre del Mar (Vélez-Málaga) è la più lunga della costa orientale. Sulla costa occidentale, a Torremolinos si trova sia la playa del Bajondillo che la playa de la Carihuela, mentre spostandosi ancora più a sud si giunge a Fuengirola, Benalmádena e poi a Marbella, la più famosa località balneare della regione.
Per maggiori informazioni, leggete il nostro articolo sulle spiagge più belle dell'Andalusia.

Clima
Il clima di Malaga, come nel resto dell’Andalusia, è tipicamente mediterraneo, gradevole in ogni stagione, con temperature sempre miti e tanto sole. Le temperature di gennaio, il mese più “freddo”, vanno infatti da una minima di 8°C a una massima di 17°C, mentre in agosto variano tra i 22°C e i 30°C; non mancano però situazioni di caldo afoso con punte fino a 35-38°C. Novembre e dicembre, con una media di sette giorni di maltempo ciascuno, sono i mesi più piovosi dell’anno.

Come arrivare
Arrivare a Malaga è semplice: l’aeroporto Internazionale Pablo Picasso, 9 km in direzione sud-ovest rispetto al centro, é il più importante dell'Andalusia e ha collegamenti - anche low cost - con molte città spagnole ed europee, ma anche di altri continenti. Non mancano i collegamenti in autobus con Granada, Ronda, Siviglia, Cordoba e tutte le principali città spagnole, più alcune corse dirette in Portogallo, Francia, Germania e Marocco.
Anche in treno ci sono comodi collegamenti tra la stazione Málaga-María Zambrano e altri centri spagnoli (occorrono 4 ore e mezza per raggiungere Madrid), e la compagnia di traghetti Trasmediterranea collega Malaga a Melilla in 4 ore o 7 ore e mezza, a seconda della nave.

Fonte foto, cortesia:wikipedia
Autori: Rama, Teclasorg,


01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close