Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Nerja

Nerja il Balcone d'Europa: la cittą, la grotta, le spiagge e i dintorni

Pagina 1/2

Nerja rappresenta l’estremità orientale della Costa del Sol, il tratto litoraneo della Spagna meridionale compreso tra Tarifa e Capo di Gata, che corrisponde alla provincia di Malaga. Da brava località andalusa, anche questa città è un gioiello di case bianche, palazzi in stile moresco e spiagge accoglienti affacciate a un mare cristallino, e anche Nerja, come tante mete nei dintorni, vanta una vita notturna divertente, feste dall’allegria contagiosa e una tradizione culinaria imbattibile. A godersela arrivano ogni anno migliaia di turisti, che si aggiungono ai 20 mila abitanti fissi di Nerja: una via di mezzo tra borgo e città, da assaporare con la calma tipica delle zone mediterranee, alternando la vita di mare con la siesta.

Incoronata dalle montagne della Axarquia, a breve distanza dalle vette della Sierra Nevada (perfette anche per gli sport invernali), Nerja ha un nucleo antico corrispondente al primo villaggio di pescatori, e una cornice residenziale che si è sviluppata a poco a poco in età moderna, grazie all’affermarsi del turismo. Non solo un turismo di mare, ma anche di cultura e natura. Tra le attrazioni più note ci sono infatti le Cuevas, o Grotte di Nerja, situate a pochi chilometri dalla città, che rappresentano la destinazione più visitata di Spagna dopo il madrileno Museo del Prado. Merito della natura circostante coi suoi sentieri, delle dimensioni titaniche, della stalattite più lunga d’Europa (63 metri) e delle pitture rupestri che rivestono le pareti interne. E pensare che furono scoperte del tutto casualmente, nel 1959, da un gruppo di ragazzini!

Dopo l’immancabile visita alle grotte ci si può dedicare al centro storico di Nerja, con le sue file di case imbiancate di calce, le cupole e gli archi che ricordano le città arabe e un dedalo grazioso di strade e piazze. Tra i monumenti più importanti ci sono l’eremo cinquecentesco di Nuestra Señora de las Angustias, con splendidi affreschi all’interno della cupola, e il cosiddetto Balcone d’Europa, luogo simbolo di Nerja. Si tratta di un bel viale di palme a pochi passi dalla costa, che culmina con un panorama vista mare, voluto da Re Alfonso XII alla fine dell’Ottocento e ancora oggi sempre gremito di passanti.

Dal belvedere si abbracciano con un solo sguardo le spiagge più belle della zona. Proprio sotto il Balcone d’Europa c’è quella di Calahonda, mentre le spiagge di La Torrecilla e El Salon sono più vicine alla zona residenziale. A Las Alberquillas è consentito il naturismo, mentre le spiagge di El Playazo e di Burriana sono le più ambite dai turisti. Quest’ultima in particolare è lunga circa 700 metri, ha fondo sabbioso ed è dotata di tutti i confort necessari a una vacanza comoda e rilassante. Sopra di essa, in cima alla scogliera, si erge il Parador de Turismo.
A proposito di scogliere: a Nerja non mancano le calette dal sapore più intimo, incastonate tra le rocce e circondate da una natura più selvaggia. Come le spiagge di La Caleta, la Cala Barranco de Maro o le Calas del Pino, ideali per un bel bagno e ogni tipo di sport nautico.

Dalle spiagge intorno a Nerja si vedono le torri costiere che vegliavano sul litorale, secoli addietro, per avvistare in anticipo eventuali pirati, come la Torre de Maro, ancora aperta al pubblico.
Da vedere anche l’Acquedotto dell’Águila, nei pressi del Barranco de la Coladilla, risalente all’Ottocento ma ancora in uso, con quattro piani di eleganti arcate sovrapposte.
... Pagina 2/2 ...
Dopo tanto camminare concedetevi qualche peccato di gola, sperimentando le delizie della cucina della Costa del Sol. A Nerja e nei dintorni potrete gustare pesce freschissimo, protagonista di varie ricette come il pimentón con pescado y almea, ovvero la zuppa di paprika con pesce e vongole, ma anche l’ajoblanco preparato con mandorle, olio, aglio e uva, e la dolce sanjuanera, una torta a base di farina, zucchero, uova, olio e anice. Per finire in bellezza brindate con uno dei vini profumatissimi della provincia di Malaga.

Tra le feste che costellano il calendario locale ci sono il Pellegrinaggio di San Isidro del 15 maggio, la festa della Madonna del Carmen di metà luglio e la Feria de Nerja di ottobre, dedicata alla Madonna delle Angustie e a San Michele Arcangelo, patroni della città.

Nei dintorni continuano le sorprese, tra le scogliere di Maro-Cerro Gordo, la necropoli preistorica di Frigillana, le località costiere di Torre del Mar o il Rincón de la Victoria. Oltre a Malaga si possono visitare tanti villaggi interessanti, come Viñuela, Alcaucín, Árchez o Comares.

A Malaga sorge l’Aeroporto Internazionale Pablo Ruiz Picasso, a 60 km circa da Nerja, da cui ci si può muovere in autobus, in taxi o noleggiando un’auto. Chi guida deve prendere la strada E-15 / A-7 da Malaga in direzione Motril, fino all’uscita per Nerja Costa.

A destinazione conoscerete il clima dolce dell’Andalusia, con temperature miti e tante giornate di sole tutto l’anno. Le medie di gennaio vanno dai 2 ai 12°C, mentre in luglio e agosto variano tra i 17 e i 34°C. Le precipitazioni toccano il picco massimo in primavera e in dicembre, con una media di 10 giorni di pioggia al mese.
loading...
close