Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Andalusia

Vacanza in Andalusia: consigli utili per il turista

Il mezzo più indicato per visitare l'Andalusia è l'automobile, che permette di apprezzare meglio la straordinaria varietà del paesaggio. È consigliabile la strada che da Ventimiglia, attraverso la Francia meridionale, valica la frontiera spagnola della Junquera in direzione di Figueras-Gerona-Barcellona.
Chi preferisce la via più rapida e più comoda può scegliere la "nazionale" per Madrid e quindi puntare a sud direttamente su Granada.
Chi invece ha maggior tempo a disposizione puÒ seguire la strada costiera per Valencia-Alicante-Murcia-Granada, che offre incomparabili panorami.
Se non si gradiscono i lunghi percorsi in auto, si può dividere il viaggio con una piacevole introduzione marittima: raggiungere Gibilterra, che è al centro delle coste andaluse, con un comodo transatlantico da Genova o da Napoli, e quindi proseguire il viaggio in macchina. Molto rapido è il trasferimento in aereo: da Roma e da Milano si arriva quotidianamente a Madrid in meno di tre ore. Dalla capitale spagnola partono frequenti aerei per Siviglia e Granada.

La primavera e i mesi di settembre-ottobre rappresentano il periodo migliore per una visita dell' Andalusia. In luglio e agosto le meravigliose città dell'interno, come Siviglia, Cordova e Granada, raggiungono purtroppo temperature molto elevate, mentre sono invece accoglienti le bellissime spiagge mediterranee della Costa del Sol, dalla elegante e mondana Torremolinos a Estepona, a Marbella, a Motril. Le coste mediterranee e atlantiche dell'Andalusia offrono anche un gradevole soggiorno invernale. A Malaga, ad Alicante, a Cadice la temperatura nei mesi rigidi si mantiene su una media di 11-12 gradi.

Oltre alle splendide testimonianze storiche (l'Alhambra a Granada, la Moschea a Cordova, la Cattedrale con la Giralda a Siviglia), l'Andalusia ha tre fondamentali e insostituibili richiami: le feste religiose, le danze, le corride. La «Settimana Santa» a Siviglia, a Cordova, a Malaga, il Corpus Domini a Granada, le Ferias in tutte le città sono spettacoli indimenticabili. La folla, con grande sfoggio di bellissimi costumi tradizionali, vive intere giornate per le vie. Per tali ricorrenze gli alberghi hanno prenotazioni da un anno all'altro e sono autorizzati a raddoppiare i prezzi.
Per gli andalusi la danza assume quasi l'importanza di un rito sacro. Il flamenco di origine arabo-gitana, la sevillana, il fandango, lo zapateado sono le espressioni più vive della loro tradizione. Al Patio Andaluz di Siviglia e a El Zoco di Cordova si può assistere ogni sera a spettacoli veramente genuini e originali.
Restano le corride. L'Andalusia è la terra dei grandi toreri.

  •  

 Pubblicato da - 19 Novembre 2011 - © Riproduzione vietata

loading...
close