Cerca Hotel al miglior prezzo

Feste, celebrazioni, folclore, arte e cultura in Costa del Sol

Numerose sono le feste di carattere religioso della Costa del Sol. La "Settimana Santa", in ordine cronologico, è la prima grande celebrazione particolarmente importante a Malaga, Ronda, e Riogordo ove gli abitanti rappresentano la passione di Cristo. Le confraternite, le statue, i portatori a spalla delle effigi della processione, i canti sacri danno vita a uno spettacolo, emozionante e commovente che affonda le sue radici nella fede religiosa. Ad Arcos de la Frontera, anche la "Benedición de Cristo", che si volge al mattino del Venerdì Santo, ha un significato particolare. In occasione delle "Cruces de Mayo", festa tradizionale che si svolge a Casabermeja, Coin e Torrox in piena celebrazione primaverile, è tradizione adornare con fiori le piazze e i cantucci.

I "pellegrinaggi", altra espressione profondamente andalusa, caratterizzano le celebrazioni di Estepona e Nerja, a metà maggio. La "tradizione marinaresca" si estrinseca mediante festeggiamenti come quelli di San Bernabé a Marbella (giugno), "las Fiestas Mayores" di Estepona e "las Fiestas de la Virgen del Carmen" lungo tutta la costa (luglio), a cui si unisce, a giugno, il "Día del Pescaíto" di Torremolinos. A Benalmádena è molta seguita anche un'altra festa del calendario spagnolo: la ricorrenza del Corpus Domini.

Legate ai riti della raccolta, ad Antequera e Almachar si svolgono, nel mese di agosto, la "Fiesta de la Recolección" e la "Fiesta del Ajoblanco"; a Cómpeta la "Fiesta de la Asunción"; a Vélez Málaga e a Torremolinos la "Fiesta de San Miguel" (a settembre). La sagra settembrina dell'uva passa ad Alcaucin e a El Borge ha un significato particolare nelle terre de La Axarquía. Va ricordato, inoltre, sotto un diverso aspetto, il "Festival de Verano de Música y Danza" (Festival Estivo di Musica e Danza) a Nerja (ad agosto) e il "Día del Turista" (Giorno del Turista) a Torremolinos (ai primi di settembre).

Per la loro originalità e i vincoli che le legano al Mediterraneo, vanno ricordate "las Fiestas de Moros y Cristianos" a Benalauría (agli inizi di agosto). II ciclo delle feste si chiude con "las Fiestas del Rosario" a Fuengirola (agli inizi di ottobre), "las Fiestas de la Virgen de los Rondeles" a Casarabonela (a dicembre), "las Fiestas de las Migas y los Vinos" di Torrox e la "Fiesta de verdiales" a Malaga ove, il " Día de los Inocentes" conclude la serie di celebrazioni. I "verdiales y malagueñas" sono un aspetto importante del folclore della zona. I "verdiales", originari del "Partido de Verdiales de los Montes de Málaga", sono antichi "fandangos" la cui vitalità e colore sono rimasti intatti nel tempo. Vengono accompagnati da rudimentali violini a due corde, chitarre, piattini metallici, tamburelli nonché da strumenti casalinghi come mortai di metallo e bottiglie, mentre il suono delle nacchere va a contrapporsi alle voci degli interpreti.

Tutte le manifestazioni culturali sono altamente apprezzate e hanno come sfondo l'affascinante Costa del Sol. La musica è parte integrante di tutte le feste in cui artisti di spicco si esibiscono dal vivo. Si ricorda il "Festival Flamenco" a Mijas (a luglio); il "Festival Flamenco de lo Rancio" (ad agosto) a Ronda; il "Festival Flamenco" di Ojén e la Fiera di Malaga, ricca di colori e di partecipazione popolare, in cui primeggia il folclore tipico. In tutto l'arco dell'anno, i cicli di concerti di "Bandas de Música" (in primavera), "Intérpretes Andaluces" (ad agosto), "Música Joven" (in autunno) e "Jóvenes lntérpretes" (a dicembre) danno vita a un programma musicale dinamico, per tutti i gusti. Nerja, con il suo "Festival Internacional de Música y Danza", che si svolge nella famosa grotta preistorica nel mese di luglio, vanta ogni anno la presenza di artisti internazionali di spicco, come avviene a Ronda con i festeggiamenti in onore di Pedro Romero con una singolare corrida "goyesca" (in costume).

II cinema ha sempre svolto un ruolo di primo piano nella Costa del Sol, luogo di importanti riprese cinematografiche, ove vivono, nei suoi complessi urbani, noti attori e registi cinematografici, nonché sede di eventi come: la "Muestra de Cine Espeleológico" a Fuengirola; il "Festival Internacional de Cine de Comedia" a Torremolinos (a gennaio); il "Certamen de Cine Amateur" a Marbella (a luglio); la "Semana de Cine Científico" a Ronda (a ottobre) e il "Festival Internacional de Cine", inaugurato da poco, a Puerto Banús.

II teatro e la danza ricoprono un ruolo importante nel "Festival Internacional" a Nerja, di cui si è già parlato, e nella "Semana de Teatro Andaluz" a Ronda (ad agosto). Torremolinos, dal canto suo, accoglie i "Concursos Internacionales de bailes de salón". A Malaga, le istituzioni culturali, quali la "Fundación Picasso" e il "Centro Cultural de la Generación del 27" danno vita a importanti eventi culturali nell'ambito della pittura e della letteratura.

L'arte trova particolare espressione nei "musei", tra i quali si annoverano, a Malaga: il "Museo Picasso", il "Museo Arqueológico"; il "Provincial de Bellas Artes"; il "Museo Catedralicio"; il "Museo de Arte Sacro"; il "Museo de Artes Populares"; lo "Acquario" e il "Museo de la Semana Santa".

Anche Antequera accoglie dei musei quali il "Museo Arqueológico"; il "Museo Municipal"; il "Museo Picasso" e il "Museo Taurino"; Ronda è sede di un "Museo Taurino" presso la "Plaza de Toros" e di un "Museo Arqueológico"; Benalmádena ospita il "Museo Municipal de Arte Precolombino" mentre Marbella vanta il "Museo del Grabado Español" e Nerja, il nuovo "Museo Arqueológico".

Fonte: Ufficio Spagnolo del Turismo
Milano 02/72004617 - Roma 06/6783106
Visita Spain.info
 
  •  
close