Foto 17 di 23

I siti archeologici pił belli del mondo

5 Vota   

Chichén Itzá, Messico (Nella foto il Tempio dei Guerrieri)
Un connubio di tanti stili architettonici diversi rende ammaliante l’antica città maya di Chichén Itzá, situata nella penisola dello Yucatan, in Messico. Fondata dalla popolazione degli Itza, di origine tolteca, fu un importante polo religioso, militare e politico tra il IX e il XIII secolo d.C., che controllava l’economia e la vita sociale di tutto lo Yucatan. Ancora oggi mantiene alcuni monumenti particolarmente belli e significativi, capaci di testimoniare l’antico splendore: sono senza dubbio la Piramide di Kukulkan, dedicata a una divinità tolteca che si presentava come un uccello dalle piume multicolori, il Templo de los Guerrieros e l’Osservatorio astronomico de El Caracol. La magia della Piramide di Kukulkan, detta anche El Castillo, è sotto gli occhi di tutti il 21 marzo e il 21 settembre, ovvero durante l’equinozio di primavera e di autunno, quando il sole illumina la struttura e proietta sul terreno un’ombra curiosa a forma di serpente. Questo misterioso gigante è alto 25 m, la cima è accessibile mediante 4 scalinate per un totale di 365 gradini – uno per ogni giorno dell’anno – e su ogni facciata si trovano 18 terrazze che simboleggiano i mesi del calendario maya. Nel 1988 Chicén Itzà è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e nel 2007 è diventata una delle Sette Meraviglie del Mondo Moderno.

L’area archeologica di 320 ettari è aperta al pubblico dal martedì alla domenica, dalle 8 alle 17, e l’ingresso costa 59 pesos (circa 3,50 euro). Si trova 115 km a est di Merida ed è raggiunta dalla strada asfaltata 180. Qui il sito ufficiale, in spagnolo e in inglese. - © spirit of america / Shutterstock.com