Foto 5 di 23

I siti archeologici pił belli del mondo

4 Vota   

Il Partenone, Grecia
Capolavoro supremo dell’arte greca è il Partenone, che si erge in cima all’Acropoli di Atene fiero e imponente nonostante l’età. Già, perché questo tempio grandioso dedicato alla dea Atena Partenos, ovvero Atena Vergine, se ne sta nella parte più elevata dell’antica capitale sin dal V secolo a.C., dove ha sempre fatto sfoggio del più puro e raffinato stile dorico. Alla sua costruzione contribuirono gli architetti Ictino e Callicrate e il celebre scultore Fidia, ma in età moderna il Partenone si vide trasformato in chiesa cristiana e successivamente in moschea, e durante la conquista della Grecia da parte dei turchi ottomani fu addirittura utilizzato come magazzino per le armi e le munizioni. Parzialmente distrutto alla fine del Seicento durante l’assedio veneziano ad Atene, il Partenone è in fase di restauro da molto tempo e occorreranno ancora anni perché sia riportato all’antico splendore. Ciò non toglie che si tratti di un’architettura dalla bellezza magnetica ed estremamente evocativa, capace di riportarci indietro nel tempo, quando il marmo nudo che vediamo oggi era decorato a colori vivaci. In origine il tempio custodiva una statua della Dea Atena alta 12 metri, andata distrutta, di cui esiste una riproduzione al Museo Archeologico Nazionale di Atene. Nel 1987 tutta l’Acropoli è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Giunti ad Atene è impossibile non notare il Partenone, impettito in cima a una collina: per raggiungerlo dalla città si può prendere la metropolitana e scendere alla fermata Akropoli. L’ingresso è a pagamento.  - © ivan bastien / Shutterstock.com