Foto 20 di 23

I siti archeologici pił belli del mondo

4 Vota   

Le rovine di Tikal, Guatemala (Nella foto Tempio I in Plaza Grande)
Tutto tace dal X secolo a.C., ma nell’antica città di Tikal sembra ancora di sentire l’eco di una grande civiltà che ci ha consegnato tesori inestimabili. Tikal si trova in Guatemala, nel distretto di Petén, e una delle sue particolarità è la giungla fittissima che l’avvolge: un concentrato di piazze, templi e palazzi superbi immersi in una vegetazione selvaggia, dove uccelli variopinti e scimmie urlatrici la fanno da padroni. Si tratta di uno dei maggiori siti del popolo Maya, che fu popolato dal VI al X secolo a.C. ma raggiunse il suo massimo splendore durante il cosiddetto Periodo Classico, tra il 200 e il 900 a.C., quando rappresentava un importante centro politico, culturale, militare ed economico. Dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO nel 1979, l’antica Tikal fa oggi parte dell’omonimo Parco Nazionale che si estende per 550 kmq: di questi, 16 kmq sono occupati dalla città vera e propria, con circa 4 mila costruzioni in stato più o meno buono di conservazione . Da vedere l’Acropolis del Norte, l’Acropolis Central e il Tempio del Gran Jaguar.

Per raggiungere il Parco Nazionale delle Rovine di Tikal (il cui ingresso è a pagamento) si può volare da Città del Guatemala a Flores o Santa Elena, quindi prendere una delle tante navette che ogni giorno conducono i turisti alle rovine. Maggiori informazioni qui. - © Rafal Cichawa / Shutterstock.com